7 Aspetti che Puoi Migliorare sul Tuo Blog Durante Questa Estate

Con le pinne...

scritto da Francesco Gavello [+] il 02 luglio 2013 | 6 Commenti in: Blog Design | Trending Topic

Migliorare performance blog estate

Insomma, l’estate è iniziata. :)

Evviva evviva!

Estate. Tempo di nuovi progetti che prendono timidamente il via e di blog che si preparano a spaparanzarsi sotto l’ombrellone per le settimane a venire.

Chi siamo noi per non fare altrimenti?

Non solo un momento per tirare il fiato, quanto un’occasione per fare pulizia e mettere ordine, mentre i lettori non guardano. Ecco sette vitali aspetti che puoi migliorare sul tuo blog nelle prossime settimane, tra un post vacanziero e l’altro.

1. Ottimizza le tue pagine chiave

Google Analytics è da tempo un efficace alleato per chiunque voglia migliorare la propria presenza in rete. In questo, un semplice report delle prime cento pagine più viste per i primi sei mesi dell’anno, può tornarti decisamente utile come base di partenza.

Ottimizza le meta-descrizioni per queste pagine già in grado di veicolare buona parte del tuo traffico. Valuta in questi articoli nuovi rimandi a temi chiave, già espansi in articoli successivi ad essi.

2. Lavora sulle pagine di uscita

Sai cosa? Ha molto più senso incrementare la quantità e qualità del proprio traffico lavorando sulle principali pagine di uscita (ancora, un utilissimo report in Google Analytics) piuttosto che ingegnarsi soltanto sul reperire nuove fonti.

Puoi presentare oggi, con occhio critico, nuovi approfondimenti sulle tue principali pagine di uscita? Puoi tenere l’utente ancora un click sul tuo sito, proponendo un proseguo della navigazione?

3. Riorganizza tag e categorie

Ah, i tag (e le categorie). Gioia e dolore di ogni blogger navigato, nonché classica attività zen che periodicamente torna a fare capolino tra le nostre checklist.

Rivedi tag e categorie utilizzate tra i tuoi diversi articoli, così da proporre una navigazione per temi sempre valida e coerente. Non è affatto strano ritrovarsi, dopo mesi di pubblicazione, con tante piccole sbavature -duplicati, occorrenze inutili- date da qualche pubblicazione in fretta e furia.

4. Mettiti nei panni dell’utente

La base di partenza è sempre la query site:www.tuodominio.ext su Google. Mettiti nei panni dell’utente per una volta almeno l’anno, cercando di capire, dal di fuori, come i tuoi contenuti appaiono nelle ricerche.

Ti stupirai di cosa possa emergere con una semplice analisi di questo tipo anche su domini estremamente navigati. Non c’è mai fine al perfezionamento, e alcuni grossi scivoloni (titoli duplicati, incompleti o meta-descrizioni fuorvianti) saltano davvero rapidamente all’occhio.

5. Pulisci gli angoli bui

Due le posizioni in cui, non si è mai capito bene perché, si accumula spesso sporcizia sul proprio tema: il fondo della sidebar e il fondo dei singoli post.

Non c’è davvero bisogno di un altro banner ancora, o di quello script tanto cool installato tre mesi orsono. Anche a fondo articolo, quella sfilza di share button ha fatto il suo tempo. Se non funziona, non ha senso di esistere: inizia a fare pulizia.

6. Definisci una nuova serie di obiettivi

Di nuovo, Google Analytics. Definire obiettivi per il proprio blog è cosa buona e giusta (soprattutto se ciò viene fatto prima di rilevare nuovi dati). Periodicamente, dovresti aggiornare questi obiettivi in modo che riflettano la crescita del tuo progetto.

Dopotutto, non ha senso crogiolarci con obiettivi periodicamente raggiunti solo perché non più così difficili da ottenere, giusto?

7. Trova ispirazioni nella coda lunga

Non sai di cosa scrivere?
La pagina bianca incute più terrore del solito?

Gettati a capofitto nella coda lunga di keyword in ingresso dai motori di ricerca. Sfrutta il semplice ma efficace report in Google Analytics e scopri quali temi realmente stiamo componendo quella massa di ricerche piccole, ma costanti, verso il tuo sito.

Di nuovo, in un’ottica più ampia, ha molto più senso dare ulteriori motivi a un tuo lettore per rimanere tale, piuttosto che ingegnarsi nel capire come portare a te chi non è davvero interessato.

Solleone

Quest’anno manderai in vacanza il tuo blog
Quale attività hai in programma per le tue pagine?

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

6 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. marcello ha detto:

    Ciao Francesco,
    questo weekend seguirò alla lettera i tuoi consigli.
    Intanto sarà il caso di “metter via” la sciarpa? :)

    Ti auguro una buona estate

    Rispondi
  2. Roberto Iacono ha detto:

    Come sempre ottimi consigli Francesco!
    Per quest’estate prevedo una bella ottimizzazione SEO delle pagine chiave grazie a GA (la amo davvero :) ).
    Poi lavorare anche sulle keyword e controllare i title e description di un bel po’ di post…
    insomma, analisi allo stato puro :)

    Rispondi
  3. Ottimo articolo, come sempre :-)
    Ciao Francesco, alla prossima

    Rispondi
  4. Luigi ha detto:

    Ottimi consigli :)

    Io personalmente in questo mese ho iniziato un processo di intervento tecnico. Ho ad esempio spostato la newlsetter su mailchimp e ho personalizzato un tema sempre per le newsletter acquistato su themeforest.

    Poi ho sistemato e personalizzato il plugin wptouch pro :)

    Insomma mi sto dedicando al lato tecnico del blog :)

    Rispondi
  5. Loredana Gasparri ha detto:

    Grazie, davvero grazie: ecco una scaletta bell’e che pronta per tutti gli interventi che voglio fare nel mio blog, ma di cui avevo un’idea molto, molto pallida.
    Dai sempre ottimi consigli, ti seguo con molto piacere.
    Buona estate!

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!