20 risposte

  1. fede
    16 settembre 2009

    Scusi prof io avrei una domanda :D
    La foto nella pagina about secondo te va messa?
    Quante volte solo guardando la foto di una persona hai detto “oddio quanto mi sta sul cazzo questo”

    Mettendo una foto quindi non si va a creare già una sorta di giudizio nel lettore che si fa un’idea del prodotto (nel caso ne vendessi uno) in base alla foto nell’about page?

    A me è capitato più di una volta di non comprare qualcosa da qualcuno perchè il tizio dietro al bancone aveva una faccia che non mi piaceva.

    • Francesco Gavello
      16 settembre 2009

      Io nella mia about non l’ho (ancora?) messa. Non è che comunque chi arriva qui non abbia modo di sapere che faccia ho, dato che è presente sia nel footer sia come qualunque avatar di qualunque servizio faccia uso.

      Ecco, a questo proposito ci sarebbe da chiedersi quanto mantenere coordianta la propria “immagine pubblica” (intesa come avatar puro e semplice, mica altro) possa aiutare la riconoscibilità di un blog.

      Pensa solo a quando cambi avatar su FF o FB e stranamente cala l’attenzione per ciò che pubblichi o commenti.

    • Jacopo
      16 settembre 2009

      E’ interessante quello che dici, credo tu abbia ragione ma solo in determinati casi e comunque non è valido per tutti i visitatori.

      Ad esempio, anche a me è capitato di evitare un blog o di boicottare un prodotto perchè mi puzzavano di marcio, però spesso il “bad feeling” partiva dai contenuti e dall’impostazione del sito e leggendo la pagina about me si amplificava.
      Prendo il web marketing ad esempio, quanti siti esistono che vendono famigerati ebook/consulenze/corsi/programmi di affiliazione che sono impostati proprio in un modo per cui vogliono convincerti a tutti i costi che sono dei superesperti, che diventerai ricco in 5 minuti seguendo i loro consigli, basta che gli dai 30 euro… In questo caso nemmeno un miracolo può aiutare, in generale in un contesto normale e di qualità una buona pagina about me aiuta a fidelizzare i contatti.
      In fondo nel primo post di francesco è chiaramente scritto “Non mentire”, questa è una regola fondamentale!

      • fede
        16 settembre 2009

        Bhe senza fare nomi daniele d’ausili0 (così non mi becca che sparlo di lui LOL) probabilmente è una persona per bene e fa degli ottimi prodotti, recentemente è diventato pure mdoeratore del forum GT ma la foto che utilizza mi sta talmente sulle balle che influenza il mio giudizio sulle cose che fa.

        Un’altro esempio è Madri. Perchè Enrico non ha messo la sua foto?
        Secondo me per non influenzare il visitotore.

        Cmq è un grande perchè ha messo… “Chi siamo” Ecchissenefrega.. :D

        Vedi qua
        http://www.madri.com/madri/

  2. Lorenzo
    16 settembre 2009

    Beh si, probabilmente una pagina “about me” è un elemento importante in un blog. In effetti è vero, ognuno è curioso di sapere chi è che sta scrivendo o chi è che sta parlando: già il nome dell’autore, talvolta, ci fa soffermare sullo scritto – anche se poi magari non ci dice niente! Ed in effetti “degli scritti anonimi sono scritti senza un volto” ovvero quando li leggi danno una brutta e strana sensazione di non sapere chi è che scrive, una sensazione che manchi qualcosa.

    Allo stesso tempo però spero vivamente che sia “importante ma secondario” nel senso che spero che i visitatori del mio blog siano più interessati ai contenuti che vi trovano, rispetto alla mia persona.

    Io devo ancora aggiungere una pagina “about me”, mi sono riproposto di farlo, ma non o ancora trovato una forma che mi piaccia… non è facile fare qualcosa di carino, nn annoiante, e che non sia una specie di necrologio :)

    • Francesco Gavello
      16 settembre 2009

      L’ulitmo link proposto qui sopra da Jacopo (Problogger – How to write your about me page) al tempo mi fu molto utile per ripensare il funzionamento della mia pagina: presenta anche un brevissimo esempio che in un paio di paragrafi compie benissimo il suo lavoro! ;)

  3. Fedeweb
    16 settembre 2009

    Molto interessante l’articolo, però leggendolo ho notato una cosa: non si è mai parlato del mezzo di comunicazione più immediato, cioè un video.

    Si è parlato di scrivere informazioni, di mettere immagini, ma un video non è forse il modo più efficace per parlare di noi e per instaurare un rapporto di fiducia totale con il lettore?

    Io stesso ne ho fatto uno nel mio blog e ne ho anche discusso in un articolo

    Voi cosa ne pensate?

    • Jacopo
      16 settembre 2009

      Credo possa essere una soluzione, un modo per presentare se stessi, i propri contenuti o i nostri prodotti. Molti ne fanno uso, personalmente sono convinto che sia una soluzione da prendere dopo aver valutato attentamente il contesto in cui si inserisce e dopo aver valutato cosa dire e cosa inserire nella presentazione.

  4. Luca Sartoni
    16 settembre 2009

    Grazie per la citazione, a me non piaceva l’idea di parlarmi addosso, per questo ho chiesto agli altri di parlare per me :)

    • Jacopo
      20 settembre 2009

      Era un ottimo esempio! Intelligente e “diverso dal solito”.

  5. PsYCHo blog
    21 settembre 2009

    Secondo me questo concetto della pagina “About me” si lega molto anche con la pratica ancora poco diffusa, di crearsi una identità nel web.
    Affermarsi nella propria nicchia è veramente molto importante, e quando ci si riesce la pagina del proprio blog che spiega chi siamo acquista un ulteriore valore aggiunto da non sottovalutare.

  6. Bruno
    7 novembre 2013

    Questo articolo mi era SFUGGITO rifarò completamente la mia pagina ABOUT ME
    grazie francesco

Rispondi

 

 

 

Torna su
cellulare pc desktop