Cosa Dovrei Fare del Mio Blog Durante il Periodo Estivo?

Tutti al mare, tutti al mare?

scritto da Francesco Gavello [+] il 16 luglio 2011 | 6 Commenti in: Featured | Ispirazioni

Un paio di persone mi hanno scritto nei giorni passati per sapere come comportarsi nei confronti dei propri lettori durante il periodo di picco estivo.

Da un lato, la voglia di continuare a produrre contenuti e interazione su progetti ormai avviati, dall’altro la necessità (fisica) di staccare per qualche tempo e dedicarsi ad altro, lontani da monitor, tastiere, social e post.

Personalmente ho sempre considerato il mese di agosto come un mese di ricarica pressoché totale. A prescindere da tutto il resto. Sul queste pagine, durante l’intero mese, troveranno come ogni anno posto roundup, letture, link e qualsiasi altra cose che a me richieda pochissimo sforzo per essere prodotta ma che sopperisca ugualmente alla “fame di contenuti” dei lettori.

Il punto è proprio questo: non ha granché senso spingere a tutti i costi un blog anche durante un periodo di naturale flessione stagionale, quando gli stessi lettori sono impegnati, fisicamente e mentalmente, altrove.

Molto meglio scendere a patti con questa condizione vacanziera e proporre qualcosa che non richieda un’azione diretta a tutti i costi. Rimandare contest e promozioni, dedicarsi per quanto possibile a ispirare e stimolare idee nella mente di chi legge suggerendogli fonti, letture, trick che non hanno trovato posto durante il resto dell’anno.

Cerca insomma di instaurare un dialogo non diverso, ma alternativo, con i tuoi lettori. Non riducendo la qualità di ciò che scrivi ma diluendola su un periodo più ampio, affrontando temi rimasti scoperti il resto dell’anno. Cerca anche di portare l’attenzione sui propri account social, sicuramente più facilmente fruibili e controllabili anche in condizioni di mobilità o di lontananza dal monitor. Suggerire una lettura o proporre spunti di discussione è sicuramente più proficuo (e divertente) quando lo si fa a mente libera e senza doversi curare anche di non sovrapporsi alla pubblicazione “ordinaria” sul proprio blog.

È estate. Tempo di idee e ispirazioni in libertà. Non cercare di opporti necessariamente a questa logica (a meno che tu non abbia preciso interesse a farlo), e goditi un po’ di meritata vacanza.

Come gestirai le prossime settimane sul tuo blog?

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

6 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Per un’azienda amministratrice di un blog, il periodo estivo (quanto meno le ferie) è un’occasione per presentare l’organizzazione sotto altre spoglie. Questo, rafforzerebbe il contatto azienda-cliente e il senso di appartenenza alla community.

    Rispondi
  2. Vincenzo La Rosa ha detto:

    Io molto probabilmente scriverò una decina di articoli da pubblicare in modo diluito durante il mese di agosto.. ;) in modo tale da non “perdere” le vacanze di agosto, e allo stesso tempo offrire qualcosa di utile agli utenti.. ;) , la cosa che potrebbe essere un po piu complicato potrebbe essere quella di tenere sotto controllo i commenti quindi rispondere in tempo a tutti ove possibile.. ma per questo piccolo problema userò il mio nuovo android xd :) e l’applicazione di wordpress :) .

    Rispondi
  3. Sergio ha detto:

    Il periodo estivo dal mi punto di vista e’ un periodo come tanti altri…

    Chi ha un equilibrio tutto l’anno e’ in grado di ritagliarsi SEMPRE degli spazi di svago-sociali “veri” (NO FACEBOOK che non ha niente di sociale secondo me) (Io in media 24.- 27 ore alla settimana dove stacco da tutto cio che e’ TV,Cellulari,computer,cinema e roba dove devi guardare schermi:)

    Quindi Agosto io lo vedo un mese come un altro.

    Se lavoro meglio durante la settimana poi mi sparo un 3 giorni di vacanza ogni settimana. (A me piaciono le vacanze brevi di 3-4 giorni al massimo e solo in Italia)

    In fin dei conti il traffico in Estate non cala molto (Beh,dipende dai settori dei blgo o siti) e comunque la maggioranza delle persone non fa’ un mese intero di ferie. (La media penso che si assesta sui 10 gg procapite tra Luglio e Settembre Effettivi di chi va’ in vacanza o comunque, lontano da casa)

    Ci sono siti che ad Agosto hanno la botta di visite (Vedi siti di localita’ turistiche) e i blogger di questi siti se vogliono stare al passo con le richiesti non possono esimersi dal seguire il blog. (O meglio,POSSONO ma perdono opportunita’:)

    Rispondi
  4. Antony ha detto:

    Ciao Francesco,
    come ti avevo anticipato,
    noi abbiamo avviato il progetto gratuito BlogSitter: http://fattorezero.it/blog/blog
    in questa prima fase accettiamo le iscrizioni dei Blog e dei Siti Web, ed il servizio è gratuito.
    Stiamo lavorando anche su un servizio premium che prevede la composizione di articoli ( post ) ad hoc, quindi tematici e originali, per tutti i Blog.
    Il servizio è gratuito, privo elementi pubblicitari ed in continua fase di ottimizzazione SEO; Quindi invito tutti i lettori ad iscrivere Gratuitamente il proprio Blog su BlogSitter: http://fattorezero.it/blogsitter

    Un Saluto e Buon Lavoro a tutti
    A.

    Rispondi
  5. Nicola ha detto:

    Credo anche io che sia importante “staccare” per un po’ di tempo. È giusto fare una pausa in modo da ricaricare le energie necessarie e ritrovare le idee per mantere la freschezza dei contenuti.
    Insomma, ridurre momentaneamente la quantità per ritrovare un elevato grado di qualità.

    Rispondi
  6. [...] - Cosa Dovrei Fare del Mio Blog Durante il Periodo Estivo? di Francesco Gavello [...]

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!