Bye bye link manager (beh, quasi)

Era anche ora?

Link manager rimosso

Questi sono i fatti: stando alla roadmap diffusa, a partire dalla release 3.5 di WordPress il caro vecchio Link Manager inizierà il suo cammino verso il pensionamento.

Non so se esserne contento, in un’ottica di pulizia del codice e della dashboard, o intimorito.

Certo, sono oramai parecchi anni che queste stesse pagine fanno a meno di blogroll e affini.
Per scelta personale.

Ciò non toglie che su molti dei progetti che seguo i “blogroll”, declinati in link a fondo pagina del tipo “Network” o “Partner” vadano ancora alla stragrande.

Non è tanto il fatto di far saltare una funzione a dire il vero già obsoleta da tempo (i menù consentono di gestire il tutto con una semplicità disarmante), quanto il voler impacchettare questo tipo di funzionalità in eventuali (e già presenti, vedi Link Manager) plugin ufficiali esterni.

È questo il futuro di WordPress?

Un core centrale, quanto più basico e modulare possibile, e tutto intorno una serie di plugin (anche molto basilari) che ne aggiungano funzionalità specifiche per la nicchia in cui si vuole lavorare?

Forse è davvero questo ciò che manca al nostro amato CMS. Il modo di mettere a tacere alcune voci di menù disabilitando una volta per tutte quel dannato pannello che ancora una volta chi chiede attenzione. O quel link che proprio non ci serve (e non serve ai nostri clienti ai quali facciamo training) ma che rende il tutto “più sporco” di come non sarebbe se potessimo tagliare e aggiungere a dovere dove necessario.

Stai ancora usando un blogroll?

Hai ancora un blogroll in sidebar, o in linea di massima fai ancora uso del Link Manager sul tuo tema?
In questo caso, perlomeno nell’immediato, non dovresti avere problemi. Il primo step del pensionamento prevede la disabilitazione di default solo nel caso in cui il Link Manager sia in effetti vuoto.

Come vedi questa direzione scelta?

Francesco Gavello

Francesco Gavello

Consulente, formatore e public speaker in Advertising e Web Analytics. Sviluppo strategie di Inbound Marketing per progetti web di grandi dimensioni. Appassionato da sempre di illusionismo, un’arte che ha molto da spartire con il marketing.

6 commenti

  1. Sinceramente non ho mai avuto la necessita’ di usare il blogroll e se per ottimizzare il codice eliminano delle feature poco popolari non e’ che un bene per tutti.

    Che poi si possa gestire il blogroll con dei plugins esterni e’ ancora meglio perche’ magari questi possono fare cose che di base non fa quello ufficiale.

    Facciamo un esempio, quanti ancora utilizzano Internet Explorer? Se Microsoft togliesse IE dall’installazione base di Windows ci sarebbe in giro gente che si strappa i capelli? Non credo … anche perche’ se lo vuoi montare lo puoi fare comunque e semplicemente.

    Salutoni

  2. E’ diventato, dopo l’introduzione dell’algoritmo Penguin da parte di Google, addirittura deleterio per il blog e i siti linkati. Una decisione giusta e necessaria.

  3. …proprio ora che avevo iniziato ad utilizzarlo… il problema è che non riesco a trovare un plug-in decente per i post più letti o in evidenza…

    1. Prova Popular Posts Bars che è il widget di Engadget a mio avviso molto bello! Lo devi cercare su Google però perchè non è presente sul sito di wordpress…

  4. Non ho mai usato il blogroll, ho sempre inserito i link in un modulo HTML, per poter avere del testo personalizzato. Forse hanno fatto bene a toglierlo. 🙂