Alcuni plugin per WordPress che dovreste realmente usare

flickr.com/photos/zanotti

Sono in molti ad utilizzare un CMS per gestire il proprio sito web, e WordPress è probabilmente uno dei migliori software open source dediti a questo scopo.

La sua facilità di installazione unita ad un ampia flessibilità del “core” portante ne fanno un’ottimo strumento in grado di adattarsi rapidamente a quasi tutte le nostre esigenze.

Ma come fare quando ciò che desideriamo spremere da WP va oltre quanto previsto dagli sviluppatori ?

Quando vogliamo spingere al massimo questa piattaforma le strade sono due:

  • padroneggiare PHP quanto basta per risolvere il problema scrivendo noi stessi il codice necessario
  • affidarci ai moltissimi plugin disponibili

Dato che il primo punto è redditizzio sul lungo periodo ma molti di voi potrebbero non essere dell’idea di imparare un linguaggio di programmazione solo per gestire il proprio blog, ecco a voi una manciata di ottimi plugin a cui dovrete assolutamente dare un’occhiata.

1. Headspace2

Headspace2 si potrebbe tranquillamente definire uno dei plugin leader per quanto riguarda l’ottimizzazione SEO del vostro blog. Permette di ridefinire praticamente ogni aspetto dei vostri articoli (e non solo) modificandone slugs, meta tag descrittivi, titoli e molto altro.

oppure…

2. All In One SEO

Storico plugin che personalmente ho utilizzato sino a poco tempo fa su queste pagine, permette come Headspace2 di gestire in libertà i meta tag descrittivi dei vostri articoli e, nel caso lo desideraste, di riscriverne i titoli secondo precisi parametri.

3. Feedburner Feedsmith

Necessario per far tracciare a FeedBurner il proprio feed RSS. Semplice ed efficace.

4. Google XML Sitemap

Personalmente non sono in grado di scrivere una sitemap da zero. Sarebbe dopotutto tempo sprecato visto l’elevato ricambio di articoli, pesi e collegamenti tra di essi che un blog genera di continuo. Google XML Sitemap si occupa proprio di questo: prendersi cura della vostra sitemap, inviarla ai principali motori di ricerca (non solo Google), determinando priorità e includendo eventuali file fisici indipendenti dagli articoli.

5. Maintenance mode

Qualche volta avrete semplicemente bisogno di calare il sipario per qualche istante. Questo plugin non fa altro che visualizzare una determinata pagina html (modificabile) al posto delle pagine del vostro blog. Per continuare a lavorare in maniera trasparente anche quando questo plugin è attivo non dovete fare nient’altro che accedere al vostro blog loggati come admin.

6. Redirection

Sul lungo periodo è probabile che ripensiate parte della vostra logica di navigazione, spostando qualche contenuto e modificando leggermente i path. Anche se Google dopo qualche tempo vi avrà completamente reindicizzato, questo plugin vi aiuterà a prendervi cura di tutti i link da altre pagine che puntano ancora verso il vostro blog.

Utilizzando espressioni regolari è possibile in pochissimo tempo implementare rediezioni 301, 302, 307 riadattando i path aggiungendo o rimuovendo parti di essi.

7. WordPress related post

Quanto può essere utile proporre contenuti correlati al fondo dei nostri post ? Molto. Moltissimo.

Una volta taggati tutti i vostri articoli con l’appropriata funzione di WordPress, questo plugin farà da solo il resto del lavoro, selezionando un numero da voi scelto di articoli in linea con quello che i vostri lettori hanno davanti.

8. cForms

cFormsII è un vero e proprio capolavoro di programmazione dedito a risolvere un problema molto semplice: gestire i form di contatto.

Giunto oramai alla sua ottava (e più) versione, oramai ha sforato la semplice gestione dei form diventando un vero e proprio gioiellino di plugin in grado di soddisfare ogni vostra esigenza quando si tratta di venire contattati dagli utenti.

oppure…

9. Filled In

Filled In l’ho riscoperto nei giorni scorsi e si presenta come un “generic form processing plugin that will validate and store data submitted through forms“. In pratica, voi date in pasto un form xHMTL senza nessun tipo di interazione già scritta a FilledIn e questo ne gestire tutto il pre e post processing necessario a validarne i campi, mostrare eventuali alert e spedire la preziosa mail verso il vostro indirizzo.

Molte le possibilità di personalizzazione, al costo di una minima lettura della documentazione per sfruttarne le molte potenzialità.

10. Twitter Updater

Se usate Twitter per mostrare gli articoli migliori ai vostri followers, questo plugin vi farà risparmiare tempo prezioso, generando un twitter status update ogni qual volta un vostro articolo viene pubblicato. Twitter Updater 2.0 vi permette di utilizzare le API di TinyURL per risparmiare preziosi caratteri all’interno del vostro tweet.

11. Show Top Commentators

Perchè non premiare i nostri lettori più fedeli con un link “no follow free” ? Questo plugin si occupa di mostrare una classifica dei “top commentators” secondo i parametri da noi impostati.

Quanti ne dovrei usare?

I Plugin sono una cosa fantastica.
Ci risparmiano un sacco di lavoro e migliorano la nostra installazione di WordPress con pochissimi accorgimenti. Come in tutte le cose è bene non abusarne, ed è bene ricorrere ai plugin solo quando avete tentato tutte le altre strade sfruttando il motore nativo di WordPress.

Credetemi quando vi dico che non c’e’ niente di peggio dello scroprire che un plugin basilare per il funzionamento del nostro blog è diventato incompatibile con buona parte degli altri da noi installati, lasciandoci letteralmente a piedi (capita più spesso di quanto pensate).

Aggiornamento: Se siete alla ricerca di altri ottimi plugin per WordPress vi consiglio di dare uno sguardo alla sezione WordPress Plugins. Buona lettura! 😉

Francesco Gavello

Francesco Gavello

Consulente, formatore e public speaker in Advertising e Web Analytics. Sviluppo strategie di Inbound Marketing per progetti web di grandi dimensioni. Appassionato da sempre di illusionismo, un’arte che ha molto da spartire con il marketing.

12 commenti

  1. Bella raccolta!
    Concordo sulla quasi totalità delle segnalazioni!
    Ma soprattutto concordo sulla “Nota Finale” 🙂 … specialmente quando si tratta di siti di clienti… di solito non sono molto interessati a spiegazioni del tipo “Guardi non posso proprio aggiornare sennò le scompare la galleria” e così via… 😉

    a presto
    Stefano

  2. Ottima lista! Molti li conoscevo gia’ (e li uso anche sul mio blog) ma altri mi erano nuovi. Corro sicuramente a provarli – e casomai a recensirli… Grazie, ciao.

  3. Ciao Francesco volevo sapere se esiste un plugin che mi permette di realizzare un form cerca inserendo la parola da ricercare e selezionare la categoria.

    Grazie