Qual è la Tua Web-Routine Giornaliera?

La mia arma più efficace contro lo stress

scritto da Francesco Gavello [+] il 14 giugno 2010 | 14 Commenti in: Scrivere Contenuti

web-routine

Avere a che fare con una pentola ribollente come quella del web odierno richiede prima di ogni altra cosa dedizione e ordine.

Beh, perlomeno mentale. :)

Possedere quindi una buona routine da affrontare quotidianamente non solo aiuta a ridurre lo stress ma ti permette di rimanere focalizzato sui compiti chiave da portare a termine entro la giornata. Non c’è niente di peggio che scoprire, arrivati alle 18:00, di aver speso la metà del proprio tempo fissando la casella di posta, bazzicando su qualche social, continuando a procrastinare l’unico vero compito rilevante che ci eravamo promessi di completare.

Mi è capitato altre volte, soprattutto durante alcune interviste, di descrivere in maniera più o meno sommaria la mia web routine. Dato che non ho ancora avuto modo di riportarla su queste pagine, eccola qui a tua disposizione. Non si tratta ovviamente di una serie di task scolpiti nelle pietra: spesso un minimo imprevisto può ribaltarmi completamente la giornata e nel momento in cui mi dedico a riunioni o lavorazioni “dirette” per clienti devo necessariamente incastrare i tasselli in nuove posizioni (se non eliminarli del tutto).

Nondimeno, credo che avere una sorta di linee guida e di “priorità globali” da tenere sempre a mente mi abbia aiutato parecchio nell’organizzare il mio tempo.

Cosa & Quando

Mattina

  • 8:30 – 9:00 | La cara, vecchia, inbox. Lettura dei messaggi e prima scrematura dei task chiave per la giornata. Se non ci sono incontri, consulenze o lavorazioni particolari la giornata procede come di seguito, altrimenti le cose diventano più complicate e mi affido a task programmati o lavoro in mobilità.
  • 9:00 – 11:00 | Di prima mattina, a mente fresca, stesura di nuovi articoli per il blog e risposta ai commenti. Molto, molto meglio che comporre qua e là diversi frammenti durante la giornata.
  • 11:00 – 12:30 | Una spruzzata di social network, link sharing, feedback & risposte ai contatti sparsi un po’ dappertutto. Scremo anche alcune letture rilevanti e ne programmo lo sharing durante la giornata via TweetDeck o Tumblr (che ripubblica su Twitter e su Facebook )
  • 12:30 – 13:30 | Pranzo

Pomeriggio

  • 13:30 – 15:00 | Altra sessione di mail che comprende risposte a quanto non fosse di primaria importanza a inizio mattina e tutto ciò che riguardi lavori secondari, risposte a richieste dal blog e via discorrendo. Anche questo momento della giornata definisce come puoi immaginare tutte le ore seguenti.
  • 15:00 – 16:30 | Altra scrematura di news dai feed. Cerco di dedicarmi solo a cogliere ispirazioni e appunti per post futuri. A volte, nel caso non salti fuori nulla di davvero rilevante, mi dedico a qualche fix occasionale sui miei progetti personali. È il momento della giornata volutamente più scarico, che può arrivare solo dopo aver messo da parte (vedi sopra) il flusso di mail lavorative.
  • 16:30 – 19:30 | Questa è la parte più casuale dell’intera giornata. Nove volte su dieci è occupata da consulenze o comunque dal mantenimento dei rapporti con i clienti in maniera “live” o da lavorazioni dirette. Evito di prolungare la mia “presenza lavorativa per terzi” oltre un certo orario anche se come puoi immaginare rimango comunque piuttosto flessibile. Se tutto il resto tace, entrano in gioco progetti personali.
  • 19:30-20:30 | Cena
  • 20:30 – 22:00 | Social Network, check dei post programmati e definizione dei task chiave per la giornata successiva (così da evitare una Inbox stracolma alle otto di mattina)

Eccola qui, rigida e flessibile quanto basta. Perlomeno per me. ;)

Hai una tua web routine?

Chiariamolo: non tutti hanno bisogno di una propria routine dedicata al web.

Se hai un lavoro da dipendente e impieghi otto ore in ufficio (più spostamenti) a lavorare su altro, è probabile che la tua routine si riduca a una serie di compiti chiave da svolgere in serata o in mobilità. Se il tuo lavoro poi copre solo in parte l’accesso alla rete o il monitoraggio delle informazioni provenienti da essa, è probabile che la tua routine sia ancora diversa o del tutto assente.

Quale che sia la tua situazione, sono curioso di conoscerla! :)

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

14 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Lorenzo ha detto:

    Io non ho una web-routine come questa, lavoro tutto il giorno e dunque le giornate le passo in ufficio.

    Ogni tanto, nei ritagli di tempo, mi apro i feed e mi leggo un po’ i miei blog preferiti. Quando invece mi viene l’ipsirazione, la tengo “in caldo” e appena ho 5 min di tempo mi metto a scrivere qualcosa nelle bozze. Il mio bloggare è molto saltuario, non costante, non a ritmo regolare come il tuo. Sinceramente a me, verrebbe il mal di stomaco ad avere una scaletta così precisa per tutta la giornata. Non mi piace fare tutti i giorno le stesse cose anche se a lavoro spesso e volentieri si è costretti a farle!

    Dalla tua scaletta il tuo bloggare sembra effettivamente un lavoro a tempo pieno :) ma davvero a fine mese ci porti a casa uno stipendio? Se è così non male, sei un grande!

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      In realtà è molto meno rigida di quanto sembri :) Mi è utile, però, per sapere “quando dovrei fare cosa”.

      Diciamo anche che il mio blog non è direttamente il mio lavoro (come scrivevo la scorsa settimana :P ), ma è piuttosto parte di tutti gli strumenti che mi permettono di posizionarmi come consulente e di raccogliere/stimolare possibili clienti. Va da sé, quindi, che tutto il tempo che non spendo durante la giornata accanto a un cliente, diventa tempo speso per la mia promozione personale.

      Rispondi
  2. Alessandro ha detto:

    Cacchio Fra! ..

    Fai questo 5 giorni a settimana???

    2 domande:

    - ti è calata già la vista?
    - se no, che schermo usi? E come lo usi???

    Eh eh, sorry se sono ot ma sono nella fase di “devo farmi una visita dall’oculista al più presto”…

    Per quando riguarda la mia routine cerco di lavorare agli articoli di sera, ovviamente i miei sono articoli del tutto diversi dai tuoi, per fortuna (nel senso che non avrei tempo ne capacità di scriverne come i tuoi)…

    Durante il giorno, se ho tempo, navigo in cerca di idee leggendo i miei blogger preferiti..

    Inizio a leggerli verso le 11:10 ed ovviamente parto dai migliori ;) ..

    Eh eh ..

    Byeee

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      Ciao Alessandro,
      ti stupirò, ma sino a oggi ho quasi del tutto lavorato su portatili & monitor con schermi da 17 (non ho problemi alla vista ma cominciano a stare stretti) :)

      Sicuramente un buon monitor, per chi passa numerose ore a fissarlo (e ne fa un lavoro), è una di quelle cose su cui conviene investire parecchio. Per capirci, il mio prossimo acquisto sarà con molta probabilità un iMac (che oscilla tra il 21″ e il 27″).

      Rispondi
  3. Hogash ha detto:

    Che tu ci creda o no, questo articolo, o meglio, un articolo simile, avevo intensione di scriverlo per oggi pomeriggio, e il fatto che tu l’abbia pubblicato, un po’ mi ha ridato fiducia :P
    Cacchio, io che ho un idea simile alla tua….magari prima di te! =)

    Comunque riguardo alla routine, sono disoccupato, il che significa che per ora tutto il tempo è speso davanti al computer, purtroppo ultimamente non riesco a dormire per via del caldo e sono costretto a iniziare la giornata da mezzogiorno.

    Di media non ho una routine, ma a volte mi scrivo già dalla mattina quello che devo o voglio fare, e seguirlo alla lettera (ovviamente senza intoppi e guai).

    Scrivo nel tardo pomeriggio, dopo aver ricevuto miliardi di informazioni dalla tv, dal tuo blog, da quello di altri eccetera.

    Ai commenti e alle e-mail, quando arrivano e SE arrivano :P , rispondo appena dopo pranzo e dopo cena.

    Ma diciamo che 3 giorni a settimana mi fisso le routine.

    Rispondi
  4. alessandro ha detto:

    se vi doco la mia vi spaventate, comunque dico solo che sto più o meno 8-9 ore dal mattino (ispirazione permettendo ) a progettare e disegnare, poi passo a scrivere il post per il giorno dopo, una controllata a gli appuntamenti e successivamente torno a leggere vari siti web di design ecc, in totale 14 15 ore al giorno sul pc, ah ho una bimba di un mese quindi finito di lavorare do una mano a mia moglie, fortuna che lo studio c’è l’ ho in casa :) , work work work, tra le cose che leggo quotidianamente ci sei tu Frà anche se poco centri con quello che faccio io di lavoro, come già detto mi piace e trovo interessante ciò che fai e come lo fai.

    Rispondi
  5. Silvano ha detto:

    Ciao Francesco,

    per prima cosa i miei complimenti per la tua costanza e il tuo blog!

    Desidero farti delle domande, che chiaramente decidi tu se
    rispondere o meno.

    Vista la tua esperienza di bloger, tu consigli di iniziare un’ attivita
    come la tua?

    Si riesce a ricavarne uno stipendio (“parliamo da euro 1500 a 2000 mensili, – netti -”)?

    Se si da dove consigli di iniziare?

    Un grazie per eventuali tue professionali risposte.

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      Beh, alla base di tutto ci sono i contatti iniziali di cui puoi disporre. Prima di aprire una p.iva e gettarsi a capofitto in burocrazia, impegni costanti e responsabilità di diverso tipo bisogna fare i conti con l’effettiva disponibilità di almeno un “nocciolo duro” di persone che necessitino dei tuoi servizi e che siano in grado di cominciare a parlare bene di te in giro (e magari ad allacciare rapporti duraturi).

      Anche volendo andare oltre le semplici consulenze o servizi a terzi (che è ciò che faccio io e che mi consente di lavorare in piena autonomia), pensare di basare i propri guadagni solo ed esclusivamente su un blog è poco realistico o perlomeno molto, molto duro. Guardandosi in giro in rete ci si accorge che anche le realtà più redditizie (anche ben oltre la soglia che indichi) hanno attraversato una crescita progressiva che per diverso tempo non portava a casa un singolo euro (ne parlavamo qui)

      Non c’è una sola strada valida per tutti, insomma. Guadagnare anche solo parte dei propri introiti mensili con un mezzo relativamente nuovo come i blog richiede di affrontare la cosa ogni volta in modo diverso. Per questo su queste pagine parlo molto poco di quelli che dovrebbero essere “i metodi infallibili” per guadagnare online e mi concentro più sui rapporti autore-lettore e sui modi per guadagnare visibilità e rilevanza. Con i giusti strumenti puoi valutare la tua situazione e le probabilità di avere successo. Ma ripeto, le variabili sono molte.

      Rispondi
      • Silvano ha detto:

        Grazie Francesco.

        Cercherò altri suggerimenti fra i tuoi vari post.

        Finalmente una persona sincera!

        Leggendo in rete risulta facile incappare in qualche bidonata.

        Da quello che ho capitò diventa molto importante un buon stile di
        scrittura, sarà la prima cosa da imparare/migliorare.

        Buon lavoro!

  6. RoBYCoNTe ha detto:

    Non avrei trovato una risposta migliore da dare però permettimi di dirti che la tua routine giornaliera è davvero molto corposa. Ti seguo fino alle 9 per il caffè ed una lettura dei feed, oltre tutto si evolve in base alla situazione.

    Complimenti per il blog e per gli ottimi, chiari e sempre sinceri (cosa più importante) consigli che puoi elargire da qui! :)

    Rispondi
  7. andrea ha detto:

    Ma il tempo per scopà in settimana lo trovi o il sollazzo è riservato solo al week end? :P

    Rispondi
  8. stefano ha detto:

    Io non ho una routine….solo la mattina leggo il mio Inbox ma oltre a questo lavoro sempre di prima mattina sulle cose importanti, edsco verso le 13.00 a pranzo e continuo cosi’ a lavorare fino alle 19.00 – 20.00

    Rispondi
  9. Francesco ha detto:

    io ho un lavoro quindi non posso dedicarmi con regolarità al blog mi capita per esempio di avere giornate completamente libere nelle quali magari scrivo 4 articoli e li programmo, altre che sono full con l’ altro lavoro e non posso dedicarmi al blog…potrebbe essere interessante approfondire l’ organizzazione di un blog se hai già un altro lavoro, non mi sembra che ci siano post simili in giro.
    Ciao Fra! buon lavoro

    Rispondi
  10. supergeek ha detto:

    Veramente carino come articolo e si anche io ho una routine come simile a questa anche se inmezzo nella mia c’è anche il mio lavoro primario (programmatore cnc)

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!