Google Universal Analytics: conviene effettuare l’upgrade?

In beta

Quando effettuare upgrade a Google Universal Analytics
iStock.com/kirin_photo

Dice: che fine ha fatto il Welcome Weekend?

È sempre qui, sonnacchioso tra le sue 90+ domande su blogging e promozione in rete snocciolate nei mesi passati. E torna oggi, con Marco Famà che chiede:

Conviene effettuare l’upgrade a Google Universal Analytics? Quali sono i vantaggi? Quali sono gli step necessari?

Semplice, preciso e diretto. Così ci piace. 😀

Era ottobre 2012 quando Google presentò al mondo Universal Analytics, un approccio nuovo per Google Analytics di comprendere i modelli di utilizzo dei contenuti sul web.

Da qualche tempo, Universal Analytics è stato esteso in beta pubblica a tutti gli account al costo di un paio di click per avviarne la migrazione. Ci sono vantaggi (molti) e svantaggi (pochi e per poco tempo).

Via con i vantaggi!

  • Gestione delle sorgenti di ricerca organica – Con Universal Analytics puoi gestire in modo migliore la tua percezione del traffico proveniente da particolari motori di ricerca. Comodo in determinati casi per separare meglio il traffico da specifici ambiti di ricerca (Google immagini rispetto alla search classica, per esempio);
  • Gestione del timeout delle sessioni e delle campagne – È ora possibile modificare direttamente dall’interfaccia l’intervallo delle prime (di default a 30 minuti) e delle seconde (di default a 6 mesi);
  • Esclusione dei referral – Nuovi metodi per escludere siti referenti se questi fanno parte della stessa sessione dell’utente. Pensa per esempio a un carrello in PayPal che riporta l’utente sul sito al termine del processo di pagamento;
  • Esclusione dei termini di ricerca – Metodi migliorati per non includere tra i termini provenienti dalla ricerca organica tutte le keyword direttamente legate al brand. Senza impazzire con i filtri.

Poche -ma sostanziali- le feature ancora non migrate in Universal, come la gestione di segmenti di remarketing da usare in AdWords. In questo caso, la riflessione è semplice: se il tuo sito è un blog o un portale editoriale che non ha mai fatto particolare uso di tracciamenti su misura in Google Analytics, la migrazione è fortemente consigliata.

In caso contrario è quantomeno vincolante la valutazione caso per caso, onde non ritrovarsi con report incompleti o del tutto vincolati sino al rilascio definitivo di Universal Analytics.

Tu hai già migrato a Universal Analytics? 😉

Francesco Gavello

Francesco Gavello

Consulente, formatore e public speaker in Advertising e Web Analytics. Sviluppo strategie di Inbound Marketing per progetti web di grandi dimensioni. Appassionato da sempre di illusionismo, un’arte che ha molto da spartire con il marketing.

2 commenti

  1. Ho migrato diversi siti da GA a UA e ho riscontrato sempre lo stesso problema legato proprio al nuovo codice: incremento delle visite e sopratutto un DRASTICO CALO DEL TEMPO MEDIO sulle pagine.
    Qualcuno ha avuto il mio stesso problema? O sa indicarmi come posso risolverlo?