TweetDeck in versione TechCrunch

Michael Arrington è ancora più a portata di Tweet. E adesso?

scritto da Francesco Gavello [+] il 25 giugno 2009 | Lascia un commento in: Quick news

Come già per i Blink182 a suo tempo, da oggi anche TechCrunch può vantare la propria versione branded di TweetDeck, uno dei più diffusi client Twitter.

tweetdeck-techcrunch

Cosa cambia rispetto alla versione “liscia” alla quale siamo tutti abituati? Beh, sostanzialmente viene introdotta una nuova colonna sulla quale sono (di default) attivati i follow verso l’intera redazione del suddetto portale.

Ma al di là dell’effettiva utilità del voler sottoscrivere l’intera redazione di TechCrunch o meno, trovo che questi “piccoli passi” portino ad una domanda ben più stimolante. Perché a questo punto non predisporre una via più standard (un repository, magari) tramite il quale sottoscrivere “pacchetti di follower” legati a brand, istituzioni o, per l’appunto, magazine e portali online?

Fino ad allora, puoi provare questa particolare versione di TweetDeck cliccando qui.

Ti ricordo anche che di TweetDeck esiste una notevole versione per iPhone scaricabile gratuitamente dall’app store.

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Puoi essere il primo a commentare!

Lo sapevi che tutti i link sono NoFollow free ?

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!