Temi WordPress Gratuiti VS Temi WordPress Premium: Quali Dovrei Scegliere?

Un guest post di Roberto Marchesini

pubblicato da Francesco Gavello [+] il 27 maggio 2015 | 13 Commenti in: Blog Design | Tool e Risorse

Tema per WordPress gratuito o a pagamento?

Bella domanda..

Andare a scegliere il proprio tema per WordPress che più ti piace all’inizio è sempre un gran problema, soprattutto se si va a cercare nella directory ufficiale di WordPress o sui siti come Themeforest o CodeCanyon. Ci si trova davanti a centinaia se non a migliaia di temi e spesso, non si sa neanche quali criteri bisognerebbe utilizzare al fine di andare a scegliere un buon tema in base a quello che è il proprio progetto online.

Molte persone addirittura non sanno proprio il perché dovrebbero andare a spendere dei soldi per l’acquisto di un tema WordPress premium se ce ne sono così tanti di gratuiti. Ebbene, ecco perché ho deciso di scrivere questo articolo.

Alla fine dovresti essere in grado di decidere da te se sarà meglio andare ad installare un tema gratuito oppure se vale la pena andare investire qualche decina di euro fin da subito per l’acquisto di un buon tema a pagamento.

Iniziamo ora a vedere per prima i temi WordPress gratuiti per poi passare a quelli a pagamento.
Di seguito troverai anche una mia nota personale a riguardo, spero ti sia d’aiuto per poter fare la tua scelta.

Temi WordPress Gratuiti

Di temi WordPress gratuiti ce ne sono davvero tanti disponibili al giorno d’oggi su internet. Solo sulla directory ufficiale pensa ne puoi trovare oltre 2000+. Hai solo l’imbarazzo della scelta dunque!

Ma perché i temi sono disponibili gratuitamente?

Molti sviluppatori creano il proprio tema WordPress in modo del tutto gratuito in quanto spesso lo fanno per divertimento oppure perché vogliono crearsi una certa reputazione online. Infatti, devi sapere che gli stessi sviluppatori che creano i temi WordPress a pagamento solitamente hanno creato anche dei temi gratuiti in precedenza.

Quali sono i vantaggi principali dei temi gratuiti? Vediamoli insieme:

  1. Non devi tirare fuori dei soldi dal tuo portafoglio. Semplicemente li scarichi e li installi, non c’è un prezzo da pagare.
  2. Il supporto tecnico solitamente è assente per i temi gratuiti ma si può porre le proprie domande all’interno del forum ufficiale di WordPress e si trova sempre qualcuno disposto ad aiutarti.
  3. Poiché i temi WordPress gratuiti sono molto comuni, non avrai problemi ad utilizzare qualsiasi plugin e gadget tu voglia. Solitamente funzionano con quasi tutti i temi.

Questi che ti ho elencato sono i motivi per la quale potresti decidere di andare ad installare un tema gratuito. Andiamo ora invece a vedere quelli che sono gli svantaggi:

  1. Di solito chi crea i temi gratuiti non garantisce il corretto funzionamento del tema nel lungo periodo. Questo perché dovrebbero lavorare costantemente per stare al passo con gli aggiornamenti ufficiali di WordPress e questo richiede diverse ore di lavoro.
  2. A differenza dei temi a pagamento, non aspettarti di poter personalizzare più di tanto il tema.
    Gli sviluppatori certamente preferiscono investire il loro tempo in progetti che gli possano portare anche un certo ritorno di denaro. E chi è disposto a lavorare gratis?!
  3. L’aggiornamento del tema (se viene aggiornato) solitamente avviene con una certa lentezza e questo fa sì che il tuo sito sia di facile bersaglio per eventuali attacchi.
  4. Spesso i temi gratuiti sono utilizzati da moltissime persone e quindi si rischia di creare un sito web molto simile agli altri che già ci sono in rete.
  5. Come ultimo punto vorrei aggiungere che ci sono degli sviluppatori che creano dei temi gratuiti e spesso ci inseriscono all’interno contenuti di pubblicità o dei link fraudolenti (phishing) ai fini di poterci guadagnare del denaro. Se hai già installato un tema gratuito, ti consiglio di andare a verificarlo utilizzando il plugin Theme Authenticity Checker oppure Exploit Scanner.

Temi WordPress a pagamento

I temi a pagamento per WordPress sono spesso tema di discussione per chi si avvicina a questa piattaforma per la prima volta. Questo perché si sostiene che questo sia un metodo un po’ sleale di produrre del denaro sfruttando un progetto che dovrebbe essere del tutto Open Source (gratuito).

Altri invece riescono a comprendere che dietro alla realizzazione di un buon tema ci sono persone che lavorano costantemente per moltissime ore e che quindi meritano di ricevere un compenso in denaro. Per non contare poi che devono anche offrire supporto agli utenti che acquisteranno il tema ed effettuare tutti gli aggiornamenti necessari per poter stare al passo con i tempi.

I vantaggi dei temi WordPress a pagamento sono:

  1. Prima di tutto i temi premium a differenza di quelli gratuiti godono di un livello di supporto prioritario. Questo significa che se hai qualche dubbio o problema tecnico, potrai contattare direttamente il team di supporto per farti aiutare.
  2. Spesso quando si acquista il tema si ha anche a disposizione un manuale introduttivo dove ti viene spiegato come puoi usare al meglio le varie funzioni che troverai all’interno.
  3. Appena esce un nuovo aggiornamento di WordPress, viene rilasciata anche una nuova versione del tema se si presenta qualche problema di incompatibilità.
  4. Gli sviluppatori dei temi WordPress a pagamento grazie alla forte concorrenza spesso aggiungono funzioni uniche ai propri temi e questa di certo è una caratteristica che manca ai temi gratuiti.
  5. Sono decisamente più completi e spesso offrono anche delle impostazioni o funzionalità aggiuntive per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca tramite la SEO.
  6. Potrai andare a personalizzare completamente il tuo tema grazie all’apposita sezione che spesso integrano per poter aggiungere o modificare i fogli di stile CSS. Questo significa che potrai “disegnare” il tuo tema a tuo piacimento.

Gli svantaggi a mio parere invece sono:

  1. A differenza dei temi WordPress gratuiti i temi premium non hanno bisogno di essere revisionati da nessuno e a volte se non si sta un po’ attenti, si rischia di prendere delle fregature se non si acquista il tema da una fonte affidabile.
  2. Se hai o pensi di creare un tuo blog personale solamente per pura passione, sei costretto a spendere dei soldi per l’acquisto di un buon tema. Ebbene in questo caso ti consiglio di usare i temi gratuiti che vanno benissimo per il tuo scopo.
  3. Dovrai impiegare del tempo per poter apprendere tutte le funzionalità che sono integrate all’interno del tema e spesso sono talmente tante che dovrai “perdere” delle ore per poter imparare ad utilizzarle tutte.

Perché i temi WordPress Premium sono migliori dei temi WordPress gratuiti

Prima di tutto ti voglio dire che (a mio parere) i temi gratuiti non sono poi così male. Il problema principale però sorge quando si devono effettuare gli aggiornamenti di WordPress. Se il tema non viene aggiornato infatti si andranno incontro a dei problemi di compatibilità tra il tema e l’ultima versione di WordPress. Ed è proprio qui che si nota la carenza di un buon livello di supporto da parte degli sviluppatori.

Questi infatti (giustamente) preferiscono investire il loro tempo per poter ottimizzare e magari aggiungere anche delle nuove funzioni alla versione a pagamento del tema. Ecco perché personalmente ti consiglio di non perdere altro tempo prezioso. Parti subito investendo qualche decina di euro per un tema premium e ti garantisco che in futuro non avrai più problemi di compatibilità.

Ti basterà semplicemente tenere aggiornato WordPress e il tuo tema all’ultima versione per poter così usufruire di tutte le funzionalità che ti possono offrire.

Come ultima nota a riguardo ti vorrei dire anche che tenere aggiornato WordPress è molto importante in quanto si riducono le probabilità che gli hackers riescano ad entrare nel proprio sito web e quindi di recarti dei danni.

Conclusione

In questo articolo oggi ho cercato di elencarti quelli che sono i principali vantaggi e svantaggi che potrai trarre dei temi WordPress gratuiti e a pagamento e ti ho dato anche un mio parere (del tutto personale) a riguardo.

Spero che questo articolo ti sia stato d’aiuto in qualche modo.
Se sei interessato al mondo di WordPress inoltre, vorrei invitarti a visitare il mio blog WordPress-Vincente.it, sono sicuro che potrai trovare molti consigli utili e pratici sul come usare WordPress al meglio.

Ora “passo la palla” a te come si sul dire. Pensi di andare a scegliere un tema gratuito oppure uno premium a pagamento? Sono proprio curioso di sapere come la pensi anche tu a riguardo :)

Non essere timido, se hai dei dubbi o se hai qualcosa da dirmi, puoi utilizzare l’apposito box dedicato ai commenti che trovi qui sotto. Sarò felice di poterti aiutare per quanto mi sia possibile.

Questo articolo è stato scritto da: Roberto Marchesini

Temi WordPress Gratuiti VS Temi WordPress Premium: Quali Dovrei Scegliere?

Roberto Marchesini è il creatore del sito web WordPress-Vincente.it. Grazie alla sua esperienza condivide nel suo blog informazioni utili e pratiche sul come creare e gestire al meglio un sito web realizzato utilizzando la piattaforma WordPress. Offre inoltre un servizio di consulenza e realizza siti web per aziende e privati.

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

13 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Silvio Ottanelli ha detto:

    Guarda Roberto, hai espresso perfettamente come la penso e credo sia dovuto anche all’esperienza che hai accumulato :-)
    Dal mio punto di vista, aggiungerei che quando si sceglie un tema premium va considerata anche la reputazione del produttore, ovvero quanti temi ha già creato…infatti se è il primo che fa, si corre il rischio di ritrovarci “a piedi” più avanti per altri motivi (ha deciso di smettere, non ha più voglia, ecc) ed eventualmente verificare anche le risposte nel forum o nei commenti che vengono date agli utenti.
    Ciao

    Rispondi
    • Roberto ha detto:

      Ciao Silvio, prima di tutto ti ringrazio per aver espresso il tuo parere a riguardo e sono felice di sapere che il mio articolo ti sia piaciuto.
      Sicuramente si, anche andare a verificare se l’autore ha già creato dei temi premium in precedenza può essere una buona idea, giusto per avere quella sicurezza in più.
      Diciamo anche però che è nell’interesse dello sviluppatore tenere sempre aggiornato il proprio tema :)
      Un saluto!

      Rispondi
  2. Giovanni ha detto:

    Mi devo proprio decidere a passare a un tema premium. Almomento sto utilizzando l’ottimo hueman. La cosa che mi frena è che dovrei andare a riscrivere alcune personalizzazioni come template e altro… l’il’importante di partire subito con un tema premium!

    Rispondi
  3. Gabriele ha detto:

    Ciao Roberto, inizialmente usavo esclusivamente temi gratuiti, ma con il passare del tempo mi sono convinto che per un tema ben fatto vale la pena anche spendere qualche decina di Euro.

    Devo segnalare però che ho trovato tanti Javascript spam nascosti nei temi gratuiti realizzati da soggetti sconosciuti.

    Rispondi
    • Roberto ha detto:

      Ciao Gabriele, infatti, bisognerebbe sempre andare a fare una verifica generale al proprio tema prima di iniziare a costruirci sopra qualcosa di serio. Anche perchè poi ti trovi in una posizione scomoda se hai intenzione di cambiare tema.

      Rispondi
  4. Alessia Martalò ha detto:

    A differenza dei plugin, i temi vengono spesso e volentieri abbandonati al loro destino. Ovviamente, dipende tutto dall’uso (professionale o non) che se ne vuole fare. Certamente una buona idea è quella di testare la versione free prima di procedere all’acquisto (in molti casi ad un prezzo davvero conveniente!).

    Rispondi
    • Roberto ha detto:

      Ciao Alessia, dici bene che la scelta del tema va fatta anche in base all’uso che se ne vuole fare. Per quanto riguarda gli aggiornamenti dei temi invece (come ho scritto anche nell’articolo) tutto dipende se sono gratuiti o a pagamento.
      Quelli gratuiti spesso vengono abbandonati a se stessi, mentre i temi premium solitamente vengono sempre aggiornati abbastanza frequentemente.
      Un saluto!

      Rispondi
  5. Luca Ronchi ha detto:

    Per quanto mi riguarda da quando ho iniziato a utilizzare wordpress ho sempre adottato temi Premium. A parte la prima scottatura (un produttore che dopo 3 mesi è scomparso da themeforest!) ho imparato ad acquistare soolamente dai più blasonati ed affermati.

    Tuttavia, per alcuni siti di ridotte dimensioni, fatti solamente per posizionarsi in local SEO e raccogliere un po’ di contatti, ho scoperto con mia grande sorspresa alcuni temi gratuiti veramente ben fatti tra quelli suggeriti da wordpress. Se non si hanno grosse pretese li ritengo ottimi quando il busget è ristretto e una spesa di 50/60$ rischierebbe di bruciarti il 10/15% del budget.

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      Verissimo: la parola chiave è consapevolezza.

      Quando si sceglie un tema premium, su misura o completamente gratuito cercare di farlo consci di ciò che si sta per ottenere in cambio di cosa. E cercare di passare tutto questo cliente, che poi è la parte più difficile. :P

      Rispondi
  6. Marco ha detto:

    Ottimi spunti di riflessione. Per esperienza personale ogni tema (anche quelli pro) hanno sempre bisogno di un po’ di tuning.

    Rispondi
  7. Ezio Cori ha detto:

    Sto cercando un buon tema per il mio sito
    crearemusica.net

    Adesso uso un tema gratuito, ma è troppo semplice e spartano, ma non so scegliere un tema adatto e rischiare di spendere qualcosa di cui poi pentirmi.

    Rispondi
  8. Loretta ha detto:

    Ho sempre utilizzato temi WordPress gratuiti; tuttavia, ho notato che validando l’html e il css di questi temi, la maggior parte di essi è strapiena di errori di validazione e davvero pochi temi si salvano con un numero basso di errori. Tuttavia credo che non sia un elemento fondamentale al posizionamento sui motori di ricerca, visto che moltissimi siti anche famosi che stanno in cima alle SERP hanno centinaia e centinaia di errori se si vanno a validare le loro pagine.

    Rispondi
  9. Dipende tutto dalla finalità. Mi spiego meglio: vuoi creare un blog tanto per fare allora beh un tema free è l’ideale. Per tutto il resto assolutamente temi premium. Lo so, lo so, fa un po’ strano pagare una licenza per dei template ma le possibilità che ti concedono sono estremamente diverse dai free. Io ho testato almeno una 50ina di temi prima di trovare quello adatto. Dopo aver visionato tutti questi temi sono assolutamente convinto che un tema premium siano soldi ben spesi.

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!