Stai Seguendo un Qualsiasi Blog Aziendale? Perché?

No dico, hai mai letto quello di Aweber?

scritto da Francesco Gavello [+] il 16 aprile 2013 | 3 Commenti in: Blogging Tips

Seguire blog aziendali

Beh, la domanda è chiara, ma vorrei spenderci un paio di parole in più.

Con i blog aziendali non sai mai da che parte girarti.

Trovi il brand che si sforza di essere sociale, quando sociale non è. Quello che ti inonda di contenuti promozionali interni, alzando un muro di gomma non appena si manifesti una pur piccola criticità legata a prodotti terzi. Trovi altre volte il blog realmente utile, diretto, spassionato. Gestito, chissà per quanto tempo, da un singolo collaboratore carico di energia.

Con i blog aziendali è difficile farci i conti sul lungo periodo, perché abbiamo sotto sotto sempre il terrore che il terreno possa cambiare. Blog che nascono bene crollano non appena il loro referente interno cambia. Team che lavorano in maniera efficace, oggi, non hanno talvolta quella flessibilità necessaria ad adeguarsi al passare del tempo, domani.

In sostanza, difficile per un lettore affezionarsi ad essi. Difficile ottenere quel particolare tipo di fidelizzazione e fiducia, già ardua da raggiungere per chi scrive a proprio titolo personale.

Dura la vita del blog in azienda.
Eppure, tanto, tanto utile come canale da e verso l’esterno.

Personalmente, credo che i blog che seguo davvero volentieri si contino sulle dita di una mano, e sono tutti appartenenti a servizi vitali per la mia attività.

Tu, oggi, segui un qualunque blog aziendale?
Ottieni qualcosa che i “semplici” social network non riescono a darti?

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

3 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Tommaso Baldovino ha detto:

    Vero, i blog di aziende degni di essere seguiti sono davvero pochi. Nel mio feed per ora resiste solo quello di Flickr.

    Rispondi
  2. Il problema della gestione c’è e lo sentono anche i collaboratori!

    Spesso non c’è un progetto / vision (chiamatelo come vi pare) e non c’è un direttore editoriale che ti fa le pulci agli articoli e te li rimanda indietro finché non meritano la pubblicazione (ovviamente non non si parla di “censura” ma di ricerca della qualità). Si cerca la quantità, sperando che i motori di ricerca facciano “il loro lavoro”, ignorando la componente umana e di networking che fa la differenza.

    Rispondi
  3. Monia ha detto:

    Grande invenzione i blog! Ha permesso di farmi conoscere quando la mia professione in Italia non era ancora “riconosciuta” (non che ora lo sia!)… oggi resta per me il canale migliore per acquisire clienti e farmi pubblicita’! :-)

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!