Piccola recensione del libro “Creare applicazioni per Facebook”

Ah, La cara vecchia carta stampata

Recensione Creare Applicazioni per Facebook Daniele Ghidoli

Esiste un semplicissimo motivo per cui su questo blog non si sono mai alternate troppe recensioni: amo recensire solo ciò che posso testare in prima persona e soprattutto reputi davvero interessante per chi mi legge.

È questo il caso di “Sviluppare Applicazioni per Facebook”, libro edito da Pro DigitalLifeStyle e scritto da Roberto Marmo, Daniele Ghidoli e Angelo Iacubino?

Io credo di sì, e nelle prossime righe ti spiegherò anche il perché. 🙂

Partiamo dal principio: il volume in question non ha nessuna pretesa di insegnare al mondo come si utilizzi il social di Zuckerberg, né di riprendere la solita introduzione di base affrontandone i temi più comuni.

Gli autori partono invece da un livello che si può definire intermedio e molto più ristretto, per esplorare quali logiche muovano le applicazioni più popolari sviluppate su Facebook e mettere in condizione il lettore di progettare, sviluppare e iniziare promuovere la propria.

Obiettivo di tutto ciò, ottenere infine visibilità sul network attraverso gli strumenti stessi che il network mette a disposizione di chi si voglia addentrare dentro le sue complesse meccaniche.

Ciò che ho apprezzato particolarmente di questo libro, oltre che sia stato scritto (anche) da una persona che stimo in rete, è l’approccio che sostiene l’intero percorso: mettere in condizione il lettore non solo di capire il “come” sviluppare una precisa app su Facebook, ma soprattutto “perché e “quando” farla. Non per niente prima di mettere mano a una sola riga di codice gli autori ci portano per mano tra alcuni dei più famosi case study per riprenderne in seguito le logiche.

Il libro è una sorta di manuale operativo: buona la quantità di codice, a moduli, che è possibile masticare senza dover necessariamente procedere in una lettura sequenziale, tonnellate le fotografie a colori (in cui ogni tanto si prova quel deja-vu dell’aver osservato in tempo reale le attività raccontate tra i capitoli), buona la chiusura finale che guarda in maniera più ampia al portare visibilità al proprio progetto.

Perché te ne consiglio la lettura

Non vorrei spendere troppe parole per quella che finirebbe per essere una (mini)recensione fin troppo entusiastica, ma i fatti sono questi: Creare applicazioni per Facebook (ps. link verso Amazon) è un’ottimo crash course per chiunque lavori su Facebook o abbia intenzione di iniziare a farlo.

Ci sono palate di esempi, di foto e di riflessioni che spiegano cosa passava per la mente agli autori mentre decidevano di proporre questa tecnica anziché quest’altra. È scritto a tre mani, di cui un paio appartenenti a uno dei blogger più interessanti in ambito Facebook da qualche anno a questa parte.

È un buon prodotto, scritto bene e il prezzo è competitivo. E per gli amandi di Kindle, ne esiste un’apposita versione. (altro link verso Amazon).

Consigliato. Nient’altro da dire. 🙂

Francesco Gavello

Francesco Gavello

Consulente, formatore e public speaker in Advertising e Web Analytics. Sviluppo strategie di Inbound Marketing per progetti web di grandi dimensioni. Appassionato da sempre di illusionismo, un’arte che ha molto da spartire con il marketing.

9 commenti

  1. Che dire? Questa sì che è una recensione che ripaga dei mesi spesi a scrivere il libro! 😉
    Grazie mille Fra, sono contento che ti sia piaciuto!

    P.S.
    Bellissima la foto iniziale 😀

  2. Bella recensione, mi hai quasi convinto, unico problema secondo te Francesco il rapporto qualità prezzo è buono?

    P.S.: Correggi Iacubini in Iacubino altrimenti ti mangia 😀

  3. ne ho sentito parlare bene di questo libro … e sarei tentato nell’acquistarlo .. la mia unica paura che ultimamente gli sviluppatori di facebook hanno apportato parecchie modifiche …. vedi https, tab iframe ect ect non vorrei che i contenuti siano datati …. dammi un consiglio

    1. Ciao, il libro è stato pubblicato a novembre 2011, quindi tutte le informazioni sono aggiornatissime, dall’https ai tab iframe… C’è pure una parte sulla Timeline, anche se non era ancora stata rilasciata ufficialmente!!