Superare lo Stress del Parlare in Pubblico: Parla per dieci

Ecco a voi, il panico!

scritto da Francesco Gavello [+] il 03 giugno 2014 | 4 Commenti in: Featured | Ispirazioni | Trending Topic

Imparare a parlare in pubblico

Sai, parlare in pubblico non è poi così diverso dal sostenere un esame.

Ricordi quei tempi? Sono sicuro sia capitato anche a te. Ore passate a sbattere la testa sui libri cercando di padroneggiare un argomento, a provare e riprovare un passaggio, solo per poi fare magra figura nell’ora fatidica a causa del più semplice stress, tensione o emozione del momento.

La lezione, a casa, la sapevo.

Parlare di fronte a una platea è più o meno la stessa cosa. Siamo ancora sotto esame. Siamo ancora valutati -in un brevissimo lasso di tempo- per la nostra professionalità e competenza. Dobbiamo convincere e dobbiamo farlo in fretta: scegliendo tempi, modi e approcci. Eppure in molti ancora si trovano, microfono in mano, a parlare in pubblico in presentazioni assolutamente al di sotto delle aspettative.

Saper parlare in pubblico non è un dono: è un’abilità.
E la cosa buona è che come tale puoi impararla, questa abilità.

Alcuni dei buoni consigli che si danno di frequente in questo senso sono:

  • Respira
  • Bevi
  • Evita di leggere semplicemente le slide
  • Usa molte immagini
  • Usa in maniera contenuta le note relatore
  • Tieni d’occhio e lavora sui tempi
  • Usa efficacemente lo Storytelling
  • Arriva preparato: prova, prova e prova ancora

Eppure, ancora tutto ciò non basta.

Così, ecco cosa ho realizzato. Ecco cosa, davvero, è in grado per me di portare a zero lo stress.
È qualcosa che faccio, inconsciamente da sempre ma che ho realizzato da molto poco.

Parla per dieci

C’è qualcosa di molto efficace che puoi fare per migliorare la tua presentazione nei suoi momenti direttamente precedenti. Non serve rivedere ancora una volta le slide o imbottirsi di caffè. Nè isolarsi fuori dalla sala in religiosa meditazione.

Identifica dieci persone in sala.

Usale come ancore visive: cosa vogliono da te, oggi?
Quali necessità le hanno portate all’evento?
Cosa puoi dire o fare per lasciargli qualcosa di valore?

Sorridi.
Parla per loro.

È tutto qui.

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

4 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Michael Vittori ha detto:

    Grazie mille dei consigli, mancano due giorni al mio primo intervento ad un convegno e spero di non fare flop! Il trucco dei 10 lo terrò sicuramente in considerazione…

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!