PostRank, e Del Perché Potrebbe Aiutarti a Fare Newsmastering

scritto da Francesco Gavello [+] il 30 gennaio 2009 | 6 Commenti in: Lavorare con i feed RSS | Tool e Risorse

postrank-newsmastering

La più grossa difficoltà che un blogger incontra quotidianamente è ritagliarsi del tempo per leggere le proprie fonti.

Perché non appena si comincia a notare quale sia la vastità del panorama là fuori, arriva anche la consapevolezza di non essere in grado di gestire in maniera efficace l’immenso brulicare di informazioni che in ogni momento, ogni giorno, vengono prodotte.

Abbiamo già parlato del sovraccarico cognitivo altre volte, se ricordi.

L’incapacità per l’utente finale di separare ciò che conta dal rumore di fondo e risparmiare così tempo prezioso leggendo solamente ciò che serve.

Una gran bella seccatura.

Azione – Reazione

A complicare il tutto c’è poi un altro fattore: il valore intrinseco di un articolo non è più solamente determinato dal numero di commenti o dai click ricevuti, bensì dalle “reazioni” che questo riesce a generare.

Il fatto è che ognuno di noi influenza gli altri in maniera più o meno marcata all’interno della propria “sfera di attività”. Queste influenze nascono e muoiono interamente su network trasversali, lontani dal blog di origine, e sono dannatamente difficili da tracciare.

Con l’esplosione dei social network e di tutti i meccanismi di ridistribuzione dei contenuti, visite e commenti agli articoli diventano solo l’ultimo (forse solo il più visibile) anello della catena con cui un buon post riceve apprezzamento.

Nell’ombra, nascosti e aggrappati ad un certo desiderio di non farsi recuperare in maniera tutto sommato ordinata, risiedono tutti i tweets, i “save to delicious”, gli stumble con i pollici in alto e via all’infinito per ogni singolo social network esistente.

Non desidereresti avere una visione più ampia?

PostRank. Non tutti gli articoli sono stati creati uguali

Se hai un blog da un po’ di tempo lo avrai sicuramente notato. Semplicemente, durante la normale evoluzione di un blog esistono articoli più o meno apprezzati, più o meno condivisi, più o meno chiacchierati.

Perché, per ovvi motivi, non è possibile accontentare sempre tutti allo stesso modo. E non sempre per cercare di determinare il valore intrinseco di un articolo basta gongolarsi sul numero di commenti o sulle statistiche pure.

E’ una questione più sottile, se ci pensi.

Un buon post può ricevere zero commenti ma venire salvato centinaia di volte su Delicious per la sua assoluta utilità. Un post completamente esente da link può generare una marea di tweets solo per il fatto di andare a toccare argomenti controversi.

postrank-feed

Si potrebbe dire che, in questo senso, PostRank serva a mettere ordine. Ordine nella marea di post prodotti ogni giorno e che ti consentirà di leggere solo ciò che veramente ti interessa.

Ci diamo uno sguardo più approfondito?

Risparmia tempo, incrementa la produttività, leggi solo ciò che serve

Così si presenta PostRank. La prima sensazione che si avverte leggendo qualche pagina è di solidità, come se ogni cosa all’interno di questo servizio si trovasse “naturalmente al proprio posto”.

Una search box a inizio pagina impone un perentorio “Analyze“, mentre tutt’intorno statistiche, widget e plugin si rincorrono per ricordare che il prodotto è molto di più di una mera facciata.

Dopo un paio di click per autenticarsi (con OpenID, ho scelto Gmail) le porte di PostRank si aprono.

Riducendo la meccanica all’osso, potremmo dire che PostRank funziona esattamente come un filtro tra ciò che i blog scrivono e ciò che tu vuoi leggere. Dato in pasto al suo motore uno o più Feed RSS (è possibile importare interi OPML dal tuo attuale feedreader) questo restituisce nel giro di un paio di secondi una classifica ordinata degli articoli più rilevanti.

I parametri di valutazione di questa “rilevanza” (engagement) ricoprono una buona selezione dei più popolari social network.

postrank-services

Al momento in cui si scrive, la rosa ricopre il tracciamento di pageviews, il conteggio dei click agli RSS, numero di commenti, salvataggi su Delicious e Ma.gnolia, voti su DIGG, cinquettii su Twitter e condivisioni su Pownce. Senza dimenticare ovviamente i cari vecchi trackback forniti da Google.

In una classifica del genere, tutto contribuisce a formare un singolo valore numerico, fluttuante da un laconico 0.0 ad un ottimo 10.0, ed è possibile “esplodere” questo valore per visualizzare la portata di ogni singolo network nel contribuire al risultato.

Inoltre, su questa lista di post ordinati, valutati e messi in fila è possibile agire restringendo la selezione a tre livelli di qualità: Good, great e best posts (non ci è dato ancora sapere quali siano le barriere per passare da un livello a quello successivo) e filtrare per parole chiave.

PostRank e Newsmastering. Binomio possibile?

postrank-intro

Probabilmente starai pensando “Sembra abbastanza interessante, ma io mi trovo benissimo con il mio attuale feedreader e non voglio di certo cambiare abitudini…”

Hai perfettamente ragione. Una buona routine è difficile da costruire e per questo mi interessa soprattutto descriverti come PostRank si possa integrare con i tool e i servizi che attualmente stai usando.

Uno degli aspetti più interessanti è che una volta definiti i tuoi canali (filtrati per keyword e per qualità) PostRank ti permette di generare un nuovo flusso RSS pronto per essere esportato su qualsiasi altra piattaforma.

Se è vero che esistono servizi di altissima qualità come MySyndicaat per rimasticare flussi RSS e generarne di nuovi in completa autonomia, è anche vero che esiste un livello di utenza che non necessita (né ha voglia di fare uso) di un tale livello di potenza, chiedendo solamente un modo di ripulire dal caos le proprie fonti.

PostRank potrebbe essere il giusto compromesso. O almeno, parte di esso.

Inoltre, i ragazzi di AideRSS hanno posto molta attenzione all’integrazione con Firefox, con il tuo blog, con WordPress stesso e con Google Reader.

  • PostRank Firefox Extension. Posizionata nell’angolo in basso a destra del browser, questa estensione ti permette di aggiungere e ridefinire i filtri per l’URL attualmente visitato, evitandoti la seccatura di loggarti al servizio e sveltendo il processo di filtering nel caso incappassi in una nuova fonte interessante.
  • Top Posts Widget v2. Una widget in Ruby per visualizzare i tuoi migliori post secondo l’algoritmo di PostRank. Include nel pacchetto una search box e potrebbe rappresentare un’ottima alternativa ai classici “most commented” ai quali siamo solitamente abituati. Compatibile anche con Blogger e TypePad.
  • PostRank WordPress Plugin. Tieni sotto controllo le reazioni ai tuoi post direttamente dalla dashboard e permetti ai tuoi stessi utenti di filtrare (sulle tue pagine) il tuo flusso RSS.
  • AideRSS + Google Reader. Giusto ieri parlavamo dell’utilità di Greasemonkey nello sveltire la navigazione quotidiana. Questo script (anche disponibile come estensione a parte per Firefox) integra tutte le caratteristiche di cui abbiamo parlato all’interno di Google Reader. E’ disponibile un video introduttivo estremamente chiaro.

Completano l’offerta una ricca lista di API e una dettagliata sezione per sviluppatori, che fanno di PostRank uno dei servizi più interessanti degli ultimi tempi, sia che tu voglia iniziare a gettarti nel newsmastering, o semplicemente cercare di non soccombere sotto il rumore assordante delle tue stesse fonti.

immagini: PostRank.com

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

6 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Michele Polico ha detto:

    Interessante, il rischio di queste forme di selezione però è quello di selezionare i più popolari piuttosto che i più interessanti per te.

    Rispondi
  2. Valerio Villari ha detto:

    La cosa è molto interessante…Aiuta parecchio nel filtraggio delle notizie via Feed..!!
    Funziona perfettamente il plugin per google reader ma non sono riuscito a far funzionare quello per WordPress e quello per Mozilla stesso.
    Tra l’altro il sito mi indica un errore nel fetching del flusso rss, sarà per caso dovuto ai continui aggironamenti di Google con FeedBurner..?
    Io ho già effettuato la migrazione verso i nuovi server!
    Hai qualche suggerimento Francesco?

    Rispondi
  3. Francesco Gavello ha detto:

    @Valerio: Nulla che non comprenda l’attendere :) Ho l’estensione da qualche tempo attiva nell’angolo del browser ma da quando c’è stata la transizione degli account di FeedBurner ha dato degli “scompensi”.

    Non dispero che la situazione torni normale in breve tempo, così com’è accaduto con servizi simili.

    Per l’errore che mi racconti, forse corrisponde a quanto risolto ieri e comunicato su GetSatisfaction.com dallo stesso team. Qui la discussione in merito.

    Peraltro, forse proprio PostRank potrebbe portare qualche buona idea riguardo l’analisi dei “semplici” iscritti ai Feed?

    Date un’occhio alla sezione Feed Analytics Done Right (beta) :)

    Rispondi
  4. Valerio Villari ha detto:

    Grazie per la risposta Francesco..Per il momento posso dirti che il plug per Mozilla sta funzionando egregiamente..ho soltanto un problemino con il tuo blog, mi risulti “Unindexed”. Scusami probabilmente devo ancora prendere confidenza con il sistema!

    PS: Ho risolto usando il vecchio indirizzo dei feed… ;-)

    Rispondi
  5. [...] PostRank potrebbe rappresentare una valida alternativa a FeedBurner se solo rivelasse i suoi piani per il nuovo servizio (ancora in beta) che risponde al nome di Feed Analytics. Per ora rimane un ottimo e pratico tool per filtrare i tuoi flussi RSS e permetterti di leggere solo ciò che conta, sulla base di un complesso algoritmo che calcola il numero di reazioni dalle più disparate fonti su web. Ne abbiamo già parlato su “PostRank, e Del Perché Potrebbe Aiutarti a Fare Newsmastering“. [...]

    Rispondi
  6. [...] Laddove questo non sia immediatamente possibile, servizi come PostRank ti vengono in aiuto e permettono di generare un nuovo flusso rimasticato a partire da qualsiasi fonte sul web. Di PostRank (tra parentesi fresco di aggiornamento) abbiamo già parlato dettagliatamente in questo post. [...]

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!