Non puoi crescere per sempre

L'euforia del nuovo

scritto da Francesco Gavello [+] il 28 giugno 2017 | Un Commento in: Ispirazioni

Perché i risultati della mia campagna ADV scendono?

Hai presente quando si dice che il marketing è sperimentazione?

Ecco. Più lavoro con l’advertising, più entro in contatto con approcci, metodi di interpretazione e unicorni piuttosto… rischiosi. Uno dei falsi miti che accompagnano, non solo ma principalmente, le campagne ADV in rete è quello della crescita infinita.

Qualcosa sta funzionando, oggi?
Allora cresceremo. Per sempre.

Senza flettere mai.
Altrimenti abbiamo fallito.

No. Non puoi crescere per sempre.
Perlomeno, non automaticamente.

Più o meno capita così. Il nuovo prodotto viene spinto da una campagna in AdWords o Facebook Ads. Si ottengono buoni risultati. Squadra che vince non si cambia, giusto? Così, si tiene ferma la rotta in attesa che questi buoni risultati si specchino dai primi giorni alle prime settimane, dalle prime settimane ai mesi a venire.

Per accorgersi poi che qualcosa non torna.
Perché non puoi crescere per sempre, dicevamo.

Uscire dall’euforia dei primi giorni è tanto difficile – lo so – quanto fondamentale per affrontare una campagna pubblicitaria con il piede giusto. Nei primi, primissimi giorni sei il nuovo. Soprattutto se offri un servizio adatto al confronto a mente spenta, potrebbe persino capitarti di ottenere qualche manciata di buoni lead nella prima settimana di attività. Ciò non vuol dire che basti. O che accadrà per sempre.

Uscire dall’euforia del “nuovo” e abbracciare una filosofia di eterno test è ciò a cui dovresti puntare. Non sarai nuovo in eterno. Iniziare a testare sin da subito senza rimanere abbagliati dai primi – potenzialmente interessanti – numeri fa davvero la differenza tra chi stappa una bottiglia di spumante nella prima settimana e poi esclama “Le mie campagne non funzionano più!” entro il primo mese e chi guarda ai dati con razionalità e distacco.

Si applica alle campagne ADV, ma vale in realtà per tutto. SEO, SEM, Direct Email Marketing, blogging e performance dei dati di traffico. In qualunque contesto in cui sbarchi per la prima volta e ottieni dati positivi, il rischio è non iniziare o smettere presto di testare, convinti di poter crescer per sempre.

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Un Commento

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Fabio ha detto:

    Grazie Francesco per l’ottima riflessione.

    Rispondi
Cancella risposta

Rispondi a Fabio

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!