WordPress merita un sistema di commento migliore?

Semplicemente sì

Come migliorare i commenti di Wordpress?
©Anatoliy Babiy/Depositphotos.com

L’abbiamo detto altre volte.
Il sistema di commento di WordPress non è esattamente uno dei più moderni.

Non che sia inefficace, capiamoci.
Semplicemente soffre del passaggio degli anni.

Ricordi la storia del sistema di commenti, su WordPress? Abbiamo atteso a lungo, in passato, prima di poter gestire semplici commenti nidificati (era il 2008, mannaggia). Al tempo c’erano plugin dedicati, anni prima di Disqus e simili.

Ci siamo scervellati a lungo per poterli modificare con semplicità, prima che tutto venisse inglobato in una pratica funzione dentro l’amato functions.php.

Poi, non vedendo ulteriori novità sul fronte, sono nati servizi volti a occupare la nicchia del commentare socialmente come appunto Disqus, Livefyre, i commenti di Facebook e Intense Debate (quest’ultimo dello stessa Automattic, creatrice di WordPress.com e .org).

Insomma, la tripletta nome, email, sito e testo continua a funzionare, ma perché mai non è stata spolverata in tutti questi anni sulle versioni self-hosted di WordPress?

Capisco la logica di voler tenere separato il nucleo vitale di WordPress da tutto ciò sia possibile gestire efficacemente tramite plugin, ma davvero è necessario pensare a un sistema di commento evoluto come a qualcosa da replicare ogni-singola-volta con un plugin dedicato?

Che poi, capiamoci, non è che Disqus sia tutta questa gran cosa quando trova a doversi sincronizzare con blog da anche solo qualche migliaio di commenti. Impiega tempo e non è affatto perfetto. Intense Debate e Livefyre hanno poi una limitata traduzione verso altre lingue che non siano l’inglese e non permettono una fusione a fondo con il CMS.

(per inciso, parlando di Intense Debate, ciò è particolarmente paradossale)

La storia ricorda un po’ quella del modulo di ricerca. Una delle mancanze più fastidiose di WordPress nei tempi passati: un modulo di ricerca che ordinasse per priorità piuttosto che per …data. Sì, esatto. A lungo regnarono (regnano ancora) plugin alternativi o sistemi di terze parti (la conosciuta Google Custom Search) volti a tappare un buco così evidente da apparire quasi imbarazzante. Ed è solo dalla recentissima release 3.7 che Automattic sembra averci voluto mettere mano.

Lascia un commento

Insomma, la sensazione è che ai nostri blog manchi ancora qualcosa.
Da un sacco di tempo.

Non che si chieda molto: un metodo di login attraverso i social media, la possibilità di gestire le notifiche alle risposte via mail e magari un qualche tipo di share del commento verso Facebook o Twitter. Sono solo io, o ci stiamo perdendo qualcosa di interessante?

Non sarebbe un colpaccio trovarsi out-of-the-box un sistema di commenti evoluto per il nostro CMS preferito? Ci si vede, hem, tra i commenti! 😛

Francesco Gavello

Francesco Gavello

Consulente, formatore e public speaker in Advertising e Web Analytics. Sviluppo strategie di Inbound Marketing per progetti web di grandi dimensioni. Appassionato da sempre di illusionismo, un’arte che ha molto da spartire con il marketing.

9 commenti

    1. Ciao Andrea, proprio per via di una serie di errori sull’importazione dei commenti già esistenti. La sincronia andava a buon fine, ma mancava a ogni export verso Disqus sempre un 10% dei commenti “figli” di altri commenti.

      Il supporto mi ha consigliato di provare a esportare fino a quando non si fosse risolto. Cosa che, sinceramente, non mi pare gran cosa.

  1. Io ero combattuto nell’usare i commenti di Facebook o lasciare quello standard di WP.

    Alla fine ci sono entrambi, sinceramente non so se sia una scelta saggia pero’ lasciare la possibilita’ di commentare anche via Facebook magari puo’ invogliare qualche utente.

    1. Io non penso che un doppio flusso di commenti possa essere una buona soluzione.. a questo punto, se non trovi problemi di importazione anche tu, non è meglio disqus, che ti permette di loggarti con entrambi i sistemi?

      1. Non saprei, io non ho mai usato disqus, n’e’ tanto meno mi sono interessato piu’ di tanto.

        Sui vari blog che leggo vedo che per la maggior parte e’ usato il gestore commenti integrato e qualche volta doppio con Facebook cosi’ ho fatto semplicemente copia e incolla … purtroppo non e’ che il mio blog sia ricchissimo di commenti quindi mi cambia poco.

  2. Ciao io con Disqus non mi trovo affatto male. Mi riprometto di provare e studiarmi Intense Debate che non ho mai provato. Comunque concordo in pieno con te sul fatto che sia necessario un sistema già integrato più efficiente. Ma non solo per i commenti anche per altri aspetti…

  3. Allora, lascio un commento per dire quanto questo commento meriti un sistema di commenti migliore, ovvero non più di tanto per chi commenta, la sua funzione la compie, il problema c’è l’ha il gestore del blog, fra spam, gestione delle risposte, collegamenti con altri blog, migrazioni e altre questioni, diventa quasi ingestibile.

    La soluzione non è mettere i commenti di Facebook, non mi piacciono e personalmente non li uso mai sui siti, la soluzione è dare uno schiaffo (o un aiuto) agli amici programmatore di wordpress per avere un sistema di gestione più efficiente nelle prossime release.

  4. Ciao, secondo me il gestore Disqus è un po’ invasivo in quanto richiede necessariamente una login, una conferma via email che prelude alla creazione di un account (l’ennesimo account online)… ma non sarebbe meglio lasciare sempre libera la scelta per l’utente se e come commentare? Perché occorre necessariamente costringere l’utente a loggarsi o ad essere loggato come nel caso di Facebook? E io che non ho facebook come faccio a commentare?