Il Mio Primo Passo in Markdown su iPad

Meraviglia

scritto da Francesco Gavello [+] il 04 maggio 2012 | 7 Commenti in: Featured | Scrivere Contenuti

Markdown e iPad

Sai, il vero problema dello scrivere articoli per il tuo blog usando solo un iPad è la complessità di quanto desideri scrivere.

Per prendere appunti, per disegnare qualche sketch, per fissare una buona ispirazione, un iPad è un ottimo strumento. PlainText, Evernote, MindJet sono ottimi alleati per creativi (e non) desiderosi di focalizzare le proprie idee.

Era da tempo che cercavo una buona soluzione per stilare i miei articoli usando esclusivamente il tablet della mela in fase di composizione. Tuttavia, dato che molto di quanto scrivo su queste pagine merita poi una formattazione extra (se pur basilare) ho sempre dovuto arrangiarmi tra più applicazioni per lo sviluppo in puro testo e la classica chiusura del tutto di fronte al monitor.

Certo, esiste l’ottima app di WordPress stesso, che ti permette di dialogare direttamente con il tuo blog. Il fatto è che non mi sono mai davvero trovato a mio agio nel dover usare tag HTML tramite la piccola-ma-pur-potente tastiera touch.

Troppo tempo speso a controllare parentesi angolari. Troppe le possibilità di errore per consentire al mio iPad di essere un valido alleato per scrivere velocemente, quasi in flusso di coscienza pur con tutta la precisione e la formattazione aggiuntiva di cui ho bisogno.

Ecco perché sono stato più che felice di scoprire Markdown. :)

Markdown è un minimale linguaggio di markup, creato da John Gruber e Aaron Swartz che permette, in buona sostanza, di scrivere liberamente i propri testi usando una sintassi estremamente intuitiva. Tramite cancelletti (#), asterischi (*), parentesi angolari (>) e altre semplici marcature possiamo costruire velocemente testi complessi: Markdown si occuperà di trasformare questa sintassi nei corrispondenti tag HTML necessari.

Maarkdown è un linguaggio assolutamente trasversale a device o a piattaforme. È possibile trovare editors online, applicazione per Windows e per Mac e, appunto, una nutrita rosa di app per iPhone e iPad.

Io, Markdown e iPad

Io, letteralmente, adoro Byword.

Una semplice app di stesura testi, minimale nell’interfaccia, in grado di integrarsi con iCloud e Dropbox per condividere i risultati tra più device e in grado, nel caso decidessimo di usare un file con estensione .md (MarkDown, appunto) di supportare appieno la sua sintassi.

Veloce il sistema di preview/conversione del risultato, utile sia nei primi momenti di apprendimento (si impara a giostrarlo al meglio nel giro di qualche ora) e il sistema di esportazione, sia tramite salvataggio, invio di file via posta elettronica o copia diretta dell’HTML generato dalla sintassi Markdown.

Per capirci, puoi aprire Byword sul tuo iPad, stendere un testo in assoluta libertà senza preoccuparti di alcun tag HTML, usando solo la semplice sintassi Markwdown. Mantenere in questo modo leggibile e scorrevole il tuo articolo mentre lo crei in completa mobilità e al termine copiare l’HTML con un singolo tap.

Potrai poi incollare questo HTML nell’app di WordPress -o in qualsiasi altra app- per procedere alla pubblicazione e rifinire i dettagli “extra” di cui il tuo tema potrebbe ancora aver bisogno.

Ogni minuto che risparmi nel gestire il tuo blog è un minuto guadagnato. Ogni minuto che risparmi nel non dover avere a che fare con un’interfaccia ostica (o ripetitiva) è un minuto di relax in più che puoi dedicare a ciò che sai fare meglio.

Byword, semplicemente, mi sta permettendo di fare tutto ciò, insieme a un linguaggio la cui versatilità non ha pari per chi scrive molto e non esclusivamente di fronte a un monitor.

Assolutamente da provare. :)

ps. Se invece non hai un iPad nei paraggi ma stai cercando una buona soluzione per scrivere allo stesso modo direttamente nel box di composizione testo di WordPress, forse potrà interessarti Markdown on Save. Scrivi i tuoi post usando Markdown, flagga un box dicendo al tuo CMS di effettuare la conversione e inizia a scrivere meglio e in maniera più intuitiva. :)

Conoscevi già Markdown?
Ne fai uso in qualche app, da desktop o da mobile?

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

7 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Ciao Francesco,
    gran bell’articolo.

    Mi sono scontrato con gli stessi problemi scrivendo articoli sul mio tablet Android (Asus Trasformer).
    Credo che Markdown on Save possa essere un ottimo plugin per tutti coloro che vogliono scrivere i loro post in totale “mobilità”.
    ________________________________________________________________
    http://www.scriveresuivetri.it

    Rispondi
  2. Paolo ha detto:

    Ciao Francesco
    penso che su iphone/ipad e altri dispositivi sia ottimo, ho provato il plugin che hai consigliato per WP insieme ad altri e ti dirò che lo trovo inutile.
    ora come è ora su wp è molto più facile scrivere in word e poi incollarlo sull’editor di wordpress senza scrivere mezzo codice.
    Idem per immagini e link, molto più semplice con l’editor testuale

    invece mi è utile un’applicazione markdownpad per windows
    se voglio scrivere qualcosa quando sono in giro la scrivo su iphone e poi me la mando per mail.
    tramite markdownpad la trasformo facilmente in html e la copioincollo su WP evitando di installare plugin

    grazie delle dritte perchè markdown non lo conoscevo!

    Rispondi
  3. Fulvio ha detto:

    Sai che non ho capito / trovato sto markdown ?
    Sia il link che hai dato che in app stor di markdown se ne parla stop. Si trovano altri programmi nocs gratuito ma non vi è una lista di codici boh
    Byword a pagamento
    Scusa ma proprio non ho capito

    Rispondi
  4. ondiz ha detto:

    Avevo un ipad2 ma non faceva per me… Troppo limitato per le mie necesità. Se esistesse un ipad con OS X lo prenderei subito!

    Rispondi
  5. gabriele ha detto:

    Sinceramente io scrivo con l’app di WordPress, anche se mi trovo meglio con quella di Blogger ma che, ovviamente, non va bene con WP. Però il PC rimane lo strumento più versatile, sopratutto per il Multi Tasking rapido durante le ricerche che completano l’articolo.

    Comunque proverò Markdown, poi se mi entusiasta torno a scriverlo qui :D

    Rispondi
  6. Francesca ha detto:

    Ciao scusate se sono ot ma mi sto letteralmente incastrando in un non-problema…
    Ho un blog su wp e ho cercato tramite diversi plug-in di creare una web app o cmq una versione mobile che consenta a chiunque di inserire articoli liberamente nel mio blog partendo dal proprio telefono/tablet

    Il problema e che tutti i plug in fanno visualizzare il blog bene, alcuni imitando una bella app native ma alla fine non sono performanti perchè appare difficile loggarsi, assolutamente non esiste il bottone REGISTRATI, non vengono visualizzate altre parti della home se non le anteprime degli articoli e cosa più assurda anche se ti loggi non puoi inserire un nuovo articolo, quindi la app risulta completamente inutile.

    Dico che è un non problema perchè non può essere così deve esserci una via di uscita se voglio fare una versione mobile del mio wordpress da usare per scrivere articoli….deve esserci una via….
    Aiutatemi voi!!
    Vi prego!!

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      Se ho ben capito stai cercando qualcosa che consenta ai tuoi lettori di inserire articoli, dopo opportuna registrazione, il tutto attraverso un tablet?

      Personalmente non ho mai sentito nulla di simile tra i tanti plugin; credo che il difficile sia a conti fatti rendere la dashboard (o qualcosa di complementare ad essa) fruibile da mobile.

      Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!