La Teoria del Segreto e 12 Cose che Sanno Fare i Blogger di Successo

Non raccontarli a nessuno! È un...segreto!

scritto da Francesco Gavello [+] il 28 settembre 2009 | 15 Commenti in: Ispirazioni | Scrivere Contenuti

blogging-secret

Gira che ti rigira, ancora in molti credono alla “Teoria del Segreto.”®

Cos’è la teoria del segreto?

Funziona così: se il tuo blog non viene letto, nessuno linka i tuoi articoli e nessuno sa chi sei mentre quello del tuo vicino ottiene cinquanta commenti nel post con la foto del cappuccino al bar, è solo perché non conosci il segreto.

Ahh, “il segreto”.

Questa mistica perla di conoscenza arcana grazie alla quale gli eletti che la conoscono ottengono novelli Indiana Jones “fortuna e gloria”, mentre tutti gli altri giù nel fosso a mendicare visite e visibilità.

Orbene, si sappia che la teoria del segreto è una gran baggianata! :D

Meglio ancora, se esiste qualcosa di diverso tra i sopracitati blog, di tutto si tratta fuorché di qualcosa di nascosto e difficile da mettere in pratica. È invece qualcosa che chiunque (dotato di un minimo di intuito e un po’ di tempo per osservare) può cogliere e fare proprio.

Quindi, eccoli qui i presunti segreti. Ecco perché alcuni blogger sono così speciali.

1. Conoscono il valore della propria community

I blogger più apprezzati ogni giorno selezionano per i propri lettori alcune buone notizie e le ridistribuiscono secondo le precise peculiarità di ciascun canale: che sia un video incluso su Facebook, una pura segnalazione su Twitter o una riflessione più ragionata su FriendFeed, questi blogger sanno che i propri lettori sono sempre assetati di ottimi articoli. E soddisfano questo loro appetito in maniera costante.

Azione: Non limitarti a leggere solamente gli articoli che scopri ogni giorno. Rimetti in circolo solo i contenuti più interessanti sfruttando le peculiarità dei social network di cui fai uso.

2. Danno ai numeri il loro giusto valore

I numeri sono importanti, ci mancherebbe. Con buoni dati alla mano puoi pianificare obiettivi concreti e valutare il tuo stato di avanzamento verso di essi. Tuttavia, i numeri non sono tutto. No, i blogger che godono di maggiore popolarità sanno dare il giusto valore a statistiche e report, e non vivono condizionati da essi.

Azione: Dedica un preciso momento della giornata (o della settimana) al controllo delle tue statistiche. Rimanda analisi e deduzioni ad intervalli di 15 – 30 giorni. Non cominciare a strapparti i capelli o a chiedere assistenza su tutti i forum della rete per una singola brutta giornata.

3. Scrivono semplice e diretto

È fin troppo semplice farcire i propri post di iperbole e cominciare ad atteggiarsi a guru nascondendo sotto al tappeto contenuti poveri e una svogliatezza di fondo. Gli autori di blog che davvero funzionano parlano chiaro e semplice (sì, ci riescono anche con argomenti complicati). Postano quando serve, sanno che arrivare al succo della questione è molto più importante di qualsiasi tentativo di imbonire i lettori.

Azione: Lascia lievitare i tuoi post per almeno un paio d’ore prima di pubblicarli. Poi rileggili e sfoltisci qualsiasi ragionamento contorto o troppo carico di termini inutilmente pomposi.

4. Colgono ogni ispirazione, sempre

Quando sono online, pensano in ogni momento al loro blog. Quando sono offline, o non possono dedicare del tempo al proprio blog, pensano a quando potranno farlo. Non è un’ossessione, quanto un’impostazione mentale. I blogger che ottengono più visibilità sono quelli che vedono nel proprio blog un vero e proprio sfogo creativo dalla noia quotidiana. Qualsiasi stimolo esterno può confluire in un nuovo post, in un ritocco al layout, in una nuova attività ad esso correlata.

Azione: Non pensare al tuo blog come ad un compartimento stagno della tua vita. Se lo vedi come una fastidiosa necessità in attesa della giusta gloria, forse è meglio fare un passo indietro e trovare un argomento del quale ti piaccia davvero scrivere.

5. Reagiscono in fretta

Ovvero, sanno quando è necessario infrangere la propria pubblicazione programmata per fare spazio ad una news dell’ultim’ora. Sanno quand’è il caso di trascurare l’hype e quando invece cavalcarlo alla grande. In entrambi i casi, hanno la capacità di prendere rapidamente una decisione e mantenersi coerenti con essa.

Azione: Hai a disposizione una news davvero interessante per la tua nicchia? Sfruttala. Adesso. Tra un paio d’ore potrebbero averne parlato già tutti i tuo concorrenti.

6. Conoscono e usano i giusti tool

Il loro tempo (come il tuo, come il mio) è limitato, così un buon setup può dare ottimi risultati con il minimo sforzo. I blogger più apprezzati sfruttano tool che recuperano da Twitter e da FriendFeed gli argomenti per loro più importanti. Seguono i trend. Filtrano le loro fonti in maniera efficace e leggono solo ciò che serve.

Azione: Configura oggi un nuovo metodo per filtrare uno dei tuoi social preferiti per keyword della tua nicchia.

7. Scrivono molta, moltissima robaccia

E ne pubblicano soltanto la metà. Ovvero quella che solamente conta. Perché scrivere spesso è un buon modo per scrivere bene, e se sei preoccupato della qualità dei tuoi post, beh, limitati a pubblicare solo un articolo su due, rimandando in bozza più e più volte ciò che ancora non ti convince.

Azione: Imponiti di scrivere un nuovo post ogni giorno. Non è importante la forma, né il contenuto. Semplicemente scrivi. Qualsiasi cosa. Anche pochi paragrafi. Allena la tua mente a rimanere agile scrivendo molto, moltissimo materiale da scartare e alcuni ottimi post da pubblicare.

8. Tengono maledettamente al loro blog

Sento spesso di gente che rimanda fix importanti con una calma che mi lascia sbalordito. Fix del tipo “non mi funziona il box di ricerca, ma prima o poi ci metterò mano” e “ho questa widget tra i post che ogni tanto blocca il caricamento della pagina, ma la cambio a fine mese”. Situazioni di questo genere non sono semplicemente una possibilità da vedersi concretizzare per chi considera il proprio blog un’estensione di sé stesso.. I blogger più letti sono tali semplicemente perché il loro blog funziona. Sempre e comunque al meglio.

Azione: Tutto ciò che il tuo blog fa (o non fa) contribuisce a determinare il giudizio altrui su di te. Controlla oggi che sia perfettamente in ordine e funzionante nelle sue diverse parti. Controlla lo stato delle tue pagine, dei link più importanti, della tua iscrizione alla newsletter. E delle varie funzionalità dei plugin attivi. Hai colto il punto.

9. Guardano alle loro pagine con occhi distaccati

È facile innamorarsi del proprio lavoro e guardare al proprio blog in maniera talmente soggettiva da non cogliere evidenti stonature. Equilibrio grafico, qualità degli articoli, presenza di messaggi discordanti o semplice eccesso di pubblicità. I blogger che continuamente si leggono in giro sanno semplicemente guardare a ciò che propongono agli altri in maniera distaccata ed equilibrata. E a prendere le giuste decisioni a riguardo quando qualcosa non torna.

Azione: Per un attimo, mettiti nei panni di chi arriva sul tuo blog per la prima volta. Controlla la presenza di call to action ingenue, di messaggi contrastanti e di tutto ciò che potresti aver trascurato “per semplice amore incondizionato”.

10. Prendono decisioni azzardate

I migliori blogger sono spesso quelli che ricevono più attenzione. Perché si sanno esporre, perché sanno mettersi in gioco uscendo dalla loro “sfera di sicurezza”. Un nuovo tool, una newsletter, un eBook o una sezione dedicata agli utenti registrata. Mettersi in gioco richiede la capacità di mantenere le promesse, e non tutti sono in grado di farlo per lungo tempo.

Azione: Possiedi una grande idea? Inizia a metterla in pratica oggi stesso. Comincia a lavorare per essa. Comincia dall’interno, dal valore aggiunto che intendi dare ai tuoi lettori e al modo in cui intendi proporlo. Poi espanditi mettendo sul tavolo i tool necessari, i testi, le immagini e gli schizzi disegnati sui tovagliolini del bar e tutto ciò che ti possa servire per renderla concreta. Poi, non avere paura di presentarla al mondo.

11. Si espongono in prima persona

Proprio perché sono sicuri della validità delle loro idee (che spesso lo sono davvero), gli ottimi blogger che si leggono in giro non hanno pura di un confronto diretto. Sono aperti (nella sostanza e non solo nella forma) a commenti e feedback esterni. Sanno cogliere dalla risposta del loro target nuovi stimoli per crescere ulteriormente. Il tutto dentro e fuori dal loro blog. Scrivendo e parlando, di persona e online.

Azione: Rispondi a tutti i messaggi (non solo sul tuo blog) che ti chiedono un’azione precisa in ritorno. Sii pronto ai feedback (anche negativi) e argomenta con passione le tue idee.

12. Lavorano -concretamente- al loro blog

Niente promesse, niente procrastinazioni, niente “non posso, non ho tempo”. Solo semplice lavoro appassionato distribuito nei giorni e nei mesi e negli anni mentre i loro concorrenti spendono tempo in altre attività. I blogger che hanno più successo sanno che questo non cade dal cielo ma lo si conquista giorno dopo giorno rimboccandosi le maniche.

Azione: Chiudi questa pagina e comincia a lavorare concretamente ai tuoi obiettivi. Quasi certamente hai una buona idea “quasi pronta al 90% che riposa nascosta in una sottodirectory del tuo hard disk”. Rendila concreta. Un’idea buona al 90%, ma concreta, è mille volte meglio di un’idea buona al 100% ma ancora utopica.

immagine: www.lumaxart.com

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

15 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Davvero interessante!
    il segreto è più semplice di quello si pensa!!!

    Rispondi
  2. nuZz ha detto:

    Se è un segreto, perchè lo hai “liberato” così facilmente?
    nuZz

    Rispondi
  3. Fabrizio ha detto:

    Interessante, come tutti i tuoi post del resto. Quando ho letto il titolo, pensavo che ti riferissi al “segreto” ultimamente diffuso da libro e dvd “The secret”, ovvero al funzionamento della “legge di attrazione”.
    Infatti, credo che sia assolutamente vero che se uno pensa che il suo blog non verrà mai letto da nessuno, attrarrà a sè proprio questo – ovvero nessuno leggerà mai il suo blog!

    Rispondi
  4. TheNorba ha detto:

    Ottimo post, come sempre interessante, chiaro ed esaustivo.

    A pare mio non esistono segreti e forumule magiche per far si che il tuo blog abbia successo.

    Le cose che realmente contano e che devono essere sempre vive sono la passione, la dedizione e l’impegno.

    Ciao! :)

    TheNorba

    Rispondi
  5. Ciao Francesco…
    il punto 7 è il mio preferito: “scrivono molta, moltissima robaccia”.
    Finora ho pubblicato 93 articoli e indovina un po’: ne ho quasi 180 tra le bozze! ;-)

    Rispondi
  6. Raspo ha detto:

    Molto interessante l’azione al punto 7, non ci avevo mai pensato…

    e come direbbero su altri blog:

    Thanks for sharing! ;)

    Rispondi
  7. ENRSIGN ha detto:

    Davvero un ottimo articolo, con consigli chiari e semplici da applicare. Bravo !!

    Rispondi
  8. Bflex Magazine ha detto:

    Insomma, alla fine la teoria del segreto è il segreto di Pulcinella?

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      Esatto. :D

      O meglio, è sì un segreto che tutti hanno sotto agli occhi, ma è qualcosa che molti non accettano di considerare proprio perché pensano “Dai, è troppo semplice. Non può essere davvero tutto qui. Ci deve essere qualcosa che mi nascondono dietro tutte quelle belle parole!”

      E guardano oltre. Anche troppo oltre. Trascurando alcune semplici basi che da sole fanno più della metà del risultato.

      Rispondi
  9. Ikaro ha detto:

    Ottimo post Francesco! :)

    Daniele

    Rispondi
  10. Fabrizio ha detto:

    Beh, sinceramente, non è affatto semplice! altrimenti tutti i blog avrebbero cifre di lettori stratosferiche e migliaia di abbonati ai feed. le azioni sono semplici, è vero, ma per farle occorre una determinazione, una chiarezza di obiettivi, una voglia di sgomitare e di emergere che non sono comuni a tutti. Non mi intendo molto di blog, ma la mia attività “on-line” richiede grandi energie e risorse e una voglia di arrivare sterminata.

    Rispondi
  11. PsYCHo blog ha detto:

    Ciao,
    oltre a farti i complimenti per il tuo articolo, mi rincuora sapere che diversi punti da te elencati rispecchiano il mio modo di fare blog.
    Ancora non ho raggiunto il successo ma adesso lo sento molto più vicino ;)

    Rispondi
  12. Andrea Leti ha detto:

    Ottimo articolo Francè! ;) Bravo! Come sempre!

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!