È possibile gestire un account Twitter multilingua?

Do you speak americano?

iStock.com/Floortje

Andrea Aresca, sulla base di questo post, chiede:

“Gestire un account multilingue con successo? Bella domanda!! Mi farebbe piacere che ne potessi parlare in un tuo prossimo post”

Do you speak americano?

Ipotizziamo sia possibile portare avanti una discussione efficace, su binari paralleli, all’interno di un singolo account. Twittere in inglese e in italiano, anche senza magari fornire una copia speculare di ogni tweet pubblicato, ha senso?

Oppure rischia di creare un account per il 50% del contenuto irrilevante per una fetta dei follower? Meglio scegliere account separati per ogni lingua in cui si decide di interagire, o qualche ottimizzazione è possibile?

Tu, in che lingua stai twittando? 🙂

Francesco Gavello

Francesco Gavello

Consulente, formatore e public speaker in Advertising e Web Analytics. Sviluppo strategie di Inbound Marketing per progetti web di grandi dimensioni. Appassionato da sempre di illusionismo, un’arte che ha molto da spartire con il marketing.

5 commenti

  1. Non puo funzionare, si avrebbe un agglomerato di Follower ma di questi una percentuale elevatissima di volta in volta non verrebbe coinvolta nei tweet in lingua diversa. Poichè non conta il numero di Followers, ma il livello di coinvolgimento degli stessi, non è un problema da porsi. Inoltre fortunatamente l’alternativa – che è aprire e gestire account Twitter differenti per ogni lingua – è facilmente perseguibile.

    G.

  2. Molto meglio di account separati, magari unificarli tramite l’ottimo hotsuite, per gestiamo in parallelo.
    Ho fatto la stessa domanda a Luca Conti (@pandemia) e la risposta è stata che si rischia di confondere i follower o peggio di annoiarli!