Aspettando il Segreto

Sai tenerne uno?

scritto da Francesco Gavello [+] il 14 ottobre 2015 | Un Commento in: Featured | Tool e Risorse

Formazione professionale Google AdWords

No, niente a che vedere con le telenovela che infestano la TV. :P

Accade, invece, tutte le volte che mi ritrovo docente in aula.

Più frequentemente – ma non sempre – quando mi trovo a esplicitare argomenti complessi come Google AdWords, Facebook Ads, l’analisi dei dati di traffico in Google Analytics o in linea di massima tutte quelle strategie volte a trovare e portare nuovi clienti su un sito.

Li vedo i partecipanti – nascosti dietro un laptop o immersi in un blocco note – intenti a cogliere ogni traccia del “Segreto”. In attesa della grande rivelazione, tenuta nascosta ai non iniziati e che dovrebbe far funzionare automaticamente tutto ciò di cui si sta parlando.

Puoi percepire questa sospensione in chi ti ascolta, come se questo si chiedesse a ogni minuto che passa: “Ok, adesso arriva, ne sono sicuro. Sono pronto. Spara.”.

Poi, passano i minuti, scoccano le ore, e il segreto non arriva.
Perché il segreto non c’è.

Perché diventa chiaro tra una slide e l’altra, tra un ciclo di domande e una pausa caffè, che strumenti e strategie sono relativamente semplici nella loro definizione. Sì, semplici. Google AdWords – come mero strumento da muovere – si impara in poco tempo e lo stesso si può dire di Google Analytics. Strumenti che evolvono nel tempo a ritmi sostenuti ma la cui comprensione tecnica, quella di base, richiede solo qualche settimana.

Diventa chiaro, invece, come il valore si trova nell’esecuzione. Nel voler davvero fare il passo successivo e utilizzare questi strumenti per il nostro caso concreto. Il tuo business. Con le sue mille sfumature e i suoi mille problemi fisiologici. Senza aspettarsi a priori un percorso guidato o un qualche tappeto rosso che indichi il cammino.

Così, vedi gli sguardi cambiare, non più a dire “insegnami a usare lo strumento”, ma “insegnami a capire il mio business in relazione allo strumento”.

E allora emergono le domande più interessanti. E nasce quel “pensare laterale” tanto utile a chi vuol fare marketing. E allora ci si rilassa. E si inizia a imparare davvero, divertendosi un sacco.

©Ollyy - Shutterstock.com

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Un Commento

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. La SEO, il web marketing è una cosa che di per sé mi affascina tantissimo, e pensare che me la sono autostudiata negli ultimi 8 mesi proprio grazie a famosi blog online del campo. Come hai scritto in questo articolo, la formula segreta non c’è, magari ci sono qualche accorgimenti segreti, qualche regoletta imparata con l’esperienza, ma di sicuro una cosa è certa: sperimentare sperimentare ed ancora sperimentare e verificare come le proprie strategie modifichino il risultato finale. C’è un unico problema per quanto mi riguarda, sono impaziente e i tempi tecnici mi danno un po’ fastidio. Mi piacerebbe vedere subito i risultati delle mie azioni ed invece bisogna aspettare troppo tempo. Però i risultati arrivano e queste sono soddisfazioni!

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!