Quando (e come) Diversificare Gli Argomenti del Proprio Blog

La chiave di tutto è ...la piramide.

scritto da Francesco Gavello [+] il 09 ottobre 2010 | 8 Commenti in: Welcome Weekend

diversificare-argomenti-blog

Cosa succede quando, raggiunto un buon livello di crescita, decidi che è tempo di sondare nuove strade (leggi: ampliare gli argomenti) per intrattenere i tuoi lettori?

È quello che si chiede Marco:

“Vorrei aggiungere un argomento al mio blog che un po’ si distanzia nei contenuti. Ti spiego: il mio blog tratta di cucina, cibo, management e altro. Aggiungendo una sezione come agricoltura sinergica, rischierei di confondere un po’ le idee ai lettori.

Ho letto il tuoi articoli inerenti al sideblog e penso sia la scelta giusta. In effetti, poi alla fine quando coltivi, i tuoi prodotti li devi mangiare, e quindi si può legare benissimo al blog centrale. Oppure pensi sia meglio un blog a parte? “

La Piramide

C’è sempre un momento in cui un blog monotematico affronta questo passaggio. Fino a oggi hai scritto di una determinata serie di argomenti e infilarne di nuovi (seppur legati in qualche modo a quelli precedenti) appare tanto un’opportunità quanto un rischio.

Il fatto è che credo che i lettori non si spaventino così facilmente.
Non, almeno, se riusciamo a motivare a dovere le nostre scelte. :)

Niente approcci alla “proviamo e vediamo come va”, quindi. Stabilirei subito il tipo di legame tra gli argomenti esistenti e quelli in fase di inserimento. Post di anticipazione e legame a filo diretto tra i nuovi contenuti con intra-link a ritroso. Studierei una soluzione (grafica o di layout) in grado di ospitare i nuovi arrivati rendendo evidente il rapporto con la produzione abituale.

L’ultima cosa che vuoi che i tuoi lettori pensino è che hai virato del tutto l’argomento del blog o che da oggi in avanti troveranno solo articoli legati all’agricoltura sinergica, giusto?

Un sideblog è una scelta sempre valida, perché combina efficacemente questi due aspetti, dedicando uno spazio a parte che non intacca feed RSS e layout principale. Ma lo è anche scegliere di ospitare i nuovi articoli in un box in evidenza che compare solo quando esiste un articolo legato al nuovo argomento pubblicato entro gli ultimi n-giorni. O studiare un “extra post” che si piazzi tra il primo e il secondo articolo (ancora, con un layout declinato su misura).

Lascerei da parte per il momento l’idea di sviluppare un secondo blog. Valuta invece con estrema attenzione la risposta dei tuoi lettori in merito al nuovo flusso di argomenti. E parlo di numero di commenti per articolo, di tempo di risposta tra pubblicazione e primo commento, di interazione sui social rapportando il tutto ai dati che hai in mano riguardanti ciò che già stai scrivendo.

Lascia passare alcuni mesi e sonda, insomma, l’interesse della tua utenza sul tema dell’agricoltura sinergica. Poi, se tutti i dati sono a tuo favore, pianifica lo sviluppo di un nuovo blog sfaccettando solo questo argomento e spingendo il passaggio (esattamente come se salissi i gradini di una piramide) di parte del tuo target verso il blog di nicchia.

È un processo, questo, che capita sempre e comunque quando raffiniamo un’offerta e la mettiamo di fronte a un target già rodato su parte di essa. Affrontarlo con maggiore coscienza può cambiare i risultati dei tuoi sforzi! ;)

Questo post fa parte della serie “Welcome Weekend“. Ogni settimana il sottoscritto seleziona lo spunto più interessante da parte dei lettori. Vuoi vedere la tua domanda comparire in questo spazio? Scrivila nei commenti qui sotto o giramela direttamente dal form di contatto!.

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

8 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Marco Perissinotto ha detto:

    Ciao Francesco,

    il tuo articolo risponde pienamente alla mia domanda. La mia scelta appunto è stata quella di dedicare il sideblog solo agli articoli dell’agricoltura sinergica ed escludendoli sia dai feed sia dal Home page. Indubbiamente quando l’orto darà i suoi frutti il blog principale e il sideblog si intrecceranno. Una ricetta che sarà composta solo con ingredienti dell’orto sarà presente in abendue le sezioni. In questo modo spero di incuriosire maggiormente il lettero abituale verso l’agricoltura sinergica.
    A questo punto mi è venuto un altro dubbio :-) Sarà possibile in futuro proporre dei feed specifici riguardanti solo una categoria di articoli?
    grazie mille dei tuoi consigli sempre utili !!!
    a presto
    Marco Perissinotto

    Rispondi
  2. Fabio C. ha detto:

    Ciao Marco,

    io personalmente posso tranquillamente creare feeds distinti nel mio sito web. Al momento non l’ho ancora previsto ma il mio CMS (Joomla!) permette la creazione di feeds specifici per sezioni e categorie.

    Non so se in wordpress non si possa fare. Ne dubito molto. Un CMS come WordPress avrà sicuramente un tool per creare feeds distinti per categorie.

    Prova a vedere tra le varie estensioni che trovi sul sito ufficiale.
    In alternativa prova a vedere qui:
    http://www.wordpress-it.it/forum/topic/4435
    o qui:
    http://www.workpress.net/come-mostrare-i-feed-per-categoria-e-rendere-il-blog-indicizzabile/

    Spero di esserti stato d’aiuto.

    Ciao

    Rispondi
  3. Marco Perissinotto ha detto:

    @Francesco @Fabio

    Grazie mille dei consigli!!!

    Rispondi
  4. nuZz.it ha detto:

    Ciao Francesco.
    Ti volevo chiedere, magari per un futuro Welcome Weekend, cosa ne pensi di FourSquare e perchè sembra una trovata geniale dato che di servizi di geolocalizzazione ne esistevano già prima del suo avvento.
    Cosa fa la differenza in FourSquare secondo il tuo parere?
    Grazie.
    nuZz

    Rispondi
  5. [...] il buon Gavello spiegava come e perchè ed i vantaggi di un sideblog, oggi dopo averlo provato per diversi mesi, voglio parlar male del Sideblog, spesso [...]

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!