7 risposte

  1. Benedetto Motisi
    13 aprile 2012

    Concordo punto-su-punto.

    Il nuovo restyling di Google Plus, personalmente, mi piace molto. E’ molto più intuitivo, pulito, minimale in pieno stile Google.

    Ma la domanda è giusta: cos’è Google Plus? IMHO c’è un’anima incofessatamente “Wave” (i videoritrovi, la nuova interfaccia, mi ricordano una sorta di ambito lavorativo fluido) e la gestione dei contatti lavoro/svago ha un potenziale inespresso.

    Eppure, forse manca il target su cui focalizzarsi: devo dire che io lo uso solo per esperimenti SEO (ehr..) perché i miei accerchiati fanno altrettanto, a parte qualche sporadico early user entusiasta.

    I contatti, la linfa del social, li seguo su Twitter (information network, mi sa di spocchiosetti però), neanche su Facebook dove l’ho adibito a condivisore di post e minchiatelle varie, fra il serio e il faceto.

    IMVHO (In my Very Humble Opinion) è questo che c’è da capire: a chi si rivolge Google Plus?

  2. Simona Savelli
    13 aprile 2012

    io ho sentito in giro che alcuni ipotizzano l’inserimento della pubblicità su google+ potrebbe essere uno stimolo per chi crea contenuti di valore? a questo punto potrebbe essere interessanti aprire una propria visibilit anche su questo social, che al momento mi sembra deserto e solo per addetti ai lavori, che dite?

  3. Egidio
    13 aprile 2012

    Io un’idea l’ho proposta: http://www.sickbrain.org/social-media/google-si-rifa-il-look/

    Anche io come Francesco sono partito dall’evidente restyling di Google+, ma poi mi sono domandato a chi si rivolgesse e cosa lo distinguesse dagli altri.

    Il puntare sulle cerchie e sugli strumenti che offre Google (GMail, Video e Chat, Google Documents) potrebbe aprire Google+ al mondo delle aziende, le quali userebbe la piattaforma e tutti gli annessi per collaborare a distanza.

    Manca solo GDRive all’appello, ma, se l’obiettivo è quello da me ipotizzato, non credo manchi molto.

  4. Luigi
    18 febbraio 2013

    Personalmente ho sempre dubitato di Google Plus però devo ammettere che dopo essermi registrato ed aver creato la pagina per il mio blog: http://angolodelfitness.altervista.org ho notato un’indicizzazione più veloce.

    Leggendo le tue pagine e ad altri spunti sul web ho capito che Google apprezza moltissimo in fatto di posizionamento il possedere una pagina dedicata al proprio blog su google plus.

    Il mio consiglio è, quindi, quello di utilizzare questo social network, anche se personalmente non mi entusiasma moltissimo :D

    • cris
      19 febbraio 2013

      come si fa mettere il blog su google +? io sono già iscritta ma mi piacerebbe inserire notizie riguardanti il mio studio professionale è fattibile?

  5. Arianna Software
    19 aprile 2012

    Più che il restyling io sto apprezzando la maggiore velocità del tutto, all’inizio era una cosa penosa.

Rispondi

 

 

 

Torna su
cellulare pc desktop