Confezionare un Gustoso Feed RSS

scritto da Francesco Gavello [+] il 19 dicembre 2008 | 11 Commenti in: Blogging Tips | Lavorare con i feed RSS

Cosa state facendo per migliorare il vostro feed ?

Che sia una delle feature più utili ad un blog sembra quasi scontato dirlo.

Al giorno d’oggi, perlomeno per chi bazzica la blogosfera, è più che naturale avere a disposizione uno strumento così potente per tenere sotto controllo le nostre sempre più numerose fonti.

L’ottimo lavoro fatto negli ultimi tempi da aggregatori come NetVibes e il rinnovato Google Reader completano il quadro dando anche ad un utente alla prime armi la possibilità di godere di una visione quasi “globale” sugli argomenti che più lo interessano.

Parlando però dell’altro lato della barricata, cioè di chi quel feed lo realizza, c’è da dire che spesso vengono trascurate molte delle possibilità che potrebbero offrire un servizio migliore agli utenti.

No, non sto parlando del fornire Feed completi piuttosto che parziali, né di discorsi relativi a design o posizionamenti. Perlomeno, non oggi! :D

Sto parlando del Feed in sé stesso, e di cosa possiamo fare per renderlo qualcosa di più del semplice, asettico, contenuto al suo interno.

D’altronde non è questione di utilizzare misteriosi plugin sconosciuti ed elitari, quanto piuttosto di sfruttare ciò che di buono già esiste (ed è sotto agli occhi di tutti) con una buona idea.

Oggi vi racconto qualche buona idea :D

1. Pubblicate post correlati

Se scorrete al fondo il feed di SEO Book scoprirete una selezione di cosiddetti “Further Reading”; 5-7 link a contenuti pertinenti in grado di invogliare il lettore meno propenso ad una visita extra sulle vostre pagine.

Se è vero che il “problema” principale di un feed che cresce in maniera incontrollata è quello di andare ad incidere sulle pageviews nude e crude, quello che avete di fronte è un ottimo metodo per rimediare. Si realizza con il plugin Yet Another Related Posts Plugin, o meglio con una delle sue numerose opzioni.

2. Fatevi sponsorizzare

Mr.Javo.com, risorsa inglese che tra parentesi vi consigio di seguire, inserisce da qualche tempo una sintetica tagline a fondo feed che recita “This Post Was Brought To You By Get your Text link here and get exposure in front of 400+ subscribers… Contact me”.

In due parole: “Questo post è supportato da Inserisci un tuo link testuale in questo spazio e ottieni visibilità di fronte a più di 400 iscritti… Contattami”

Senza utilizzare pesanti banner o intricati sistemi di gestione, quello che Javo fa è offrire un normalissimo text link in maniera semplice e diretta. Ci si aspetta che il link sia quindi valutato attentamente dallo stesso Javo prima di finire nel feed e che questo vada a rappresentare proprio una maggiore qualità dello sponsor.

Potete sviluppare un sistema del genere con uno dei numerosissimi plugin in grado di appendere del testo in cima o al fondo del vostro feed: io vi consiglio RSS Footer.

3. Ottimizzate i vostri FeedFlare

Spesso le caratteristiche più comuni sono a torto anche quelle più sottovalutate.

FeedBurner permette ai propri iscritti di inserire a fondo di ciascun elemento dei “link automatici” (non riesco proprio a trovarne una definizione migliore) in grado di variare il loro aspetto proprio in relazione al post nel quale si trovano: i FeedFlare, appunto.

Se state leggendo questo post da un feed reader qualunque, noterete che scrollando verso il basso compariranno quattro diversi link: “Stumble It” “Share on Facebook” “Save to Del.icio.us” e “Comment on this item”. Dovreste notare anche il numero di persone che al momento hanno salvato questo articolo in Delicious e chi ha lasciato un commento.

L’utilità? E’ presto detta: non tutti i vostri visitatori arriveranno sulle vostre pagine in contemporanea e immediatamente dopo la pubblicazione del post. Dei buoni FeedFlare potranno portare alcune delle informazioni più utili direttamente nel loro feed reader al momento della lettura. Pensiamo solo all’interesse che può suscitare un post indicato come “già commentato” 20 o più volte, oppure salvato in Del.icio.us da una manciata di utenti.

Praticamente ogni grande blog (salvo forse A List Apart), da ProBlogger a ReadWriteWeb passando per TechCrunch possiede una precisa strategia riguardo a quale dei numerosi FeedFlare implementare e in che ordine presentarli.

Inoltre, se non vi bastassero quelli predefiniti, sappiate che tutti possono scrivere un FeedFlare personalizzato, a patto di conoscere le basi di XML e disporre di uno spazio web dove caricare il file.

Trovare il giusto equilibrio tra i tanti FeedFlare a disposizione può rapidamente creare un “effetto volano” sulla diffusione dei vostri post.

4. Promuovete un Feed Contest

Sempre Mr.Javo, peraltro sempre prodigo di contest e promozioni, ne lanciò uno a luglio 2008 espressamente dedicato a premiare coloro i quali avessero deciso di seguirlo anche tramite feed.

La meccanica era piuttosto semplice: consisteva infatti nel rivelare al fondo di ogni articolo (letto tramite feed reader) una lettera casuale di una parola “misteriosa”. Il contest sarebbe terminato non appena tre utenti avessero inviato la parola corretta a Javo stesso.

Quali sono i vantaggi di mettere in atto un contest del genere? Innanzitutto non è una promozione “one shot” che consente di essere dimenticato dopo aver effettuato la cosiddetta “call to action” (aka l’iscrizione al feed), ma riesce a far prendere in considerazione perlomeno una manciata di post anche dal lettore di passaggio.

Inoltre durante la fase di “scrematura” delle vincite sarete irrimediabilmente messi in contatto con i vostri lettori, apparendo si spera meno freddi e distaccati di qualche carattere a video. Rispondere personalmente ad ogni tentativo di vincita può fare da ariete nell’aprire canali di comunicazione che altrimenti, un po’ per pigrizia un pò per timidezza da ambo i lati, potrebbero rimanere chiusi.

In ultimo, e non lo considererei un dettaglio, si tratta di tipo di contest che chiunque, blogger o meno, è in grado di intraprendere e di vincere. Non richiede di comprendere complesse meccaniche di pubblicazione, di linking, di estrazioni o quant’altro. Anche arrivando sul contest con qualche giorno di ritardo le possibilità di vincita paradossalmente non decrescono ma aumentano; un hype alla rovescia, insomma.

E si mette in pratica in due click.
Dicevamo, cosa state facendo per migliorare il vostro Feed?

foto: PhotoFunia

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

11 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Andrea ha detto:

    Ottimo articolo Francesco.

    A proposito di feedflare, mi chiedevo se ne esistesse uno per OKNotizie. Ne conosco uno, ma segnala il link wordpress degli articoli e non il permalink, rischiando di duplicare le segnalazioni su OKNotizie.

    Andrea

    Rispondi
  2. Laura De Masi ha detto:

    l’ho letto tutto d’un fiato! ottimo come sempre :-) ho notato che hai messo la fonte della foto.. heeh .. bene bene…

    Rispondi
  3. ENR ha detto:

    usi sempre un linguaggio diretto, comprensibile anche ai non addetti ai lavori come me. Oltretutto i consigli sono applicabili anche ad altri ambiti :)

    Rispondi
  4. vocalizzorotante ha detto:

    Una volta lo scrissi anche da un tuo “collega”: il bello dei tuoi articoli è che mi fanno sentire appropriata e preparata al contesto.

    Guarda Francesco: proprio questa settimana ho messo a posto i feed con feed burner. Ci ho messo un intero pomeriggio, ci ho litigato non poco e finalmente l’iniziativa è stata premiata.

    So di aver sbagliato qualcosina con i Flare, appena vinco la pigrizia vacanziera (io sono in vacanza già da domenica scorsa :-) ) sistemo anche lì…

    Per una volta, ma doveva capitare, parli di un argomento quando anche io l’ho già saputo affrontare; quindi aspetto il seguito, per imparare sempre qualcosa di nuovo!

    Ciao!
    Buon fine settimana :D

    Rispondi
  5. DanieleMD ha detto:

    Cavolo ogni volta che leggo i tuoi post mi tocca stare ore e ore ad ottimizzare il mio blog!! :)

    PS Vedi che qua si parla di te…
    http://www.psichesoma.com/una-frase-per-il-2008/

    Rispondi
  6. Lara ha detto:

    Solo un appunto: mi pare di aver letto due volte punto 4. (hai saltato l’indicazione 3.)

    Rispondi
  7. Francesco Gavello ha detto:

    @Lara: Ops, grazie! Corretto :P

    Rispondi
  8. Francesco Gavello ha detto:

    @Andrea: Per OkNotizie (e anche per TechNotizie) conosco i FeedFlare sviluppati da Cristiano Fino, ma credo siano quelli che tu stesso già citavi.

    Peraltro lo stesso Cristiano qualche tempo fa ha rilasciato un Flare per la votazione su Wikio. Potrebbe tornare utile a molti.

    @DanieleMD: Grazie! Ho detto anch’io la mia :D

    Rispondi
  9. Mr Javo ha detto:

    Hey Francesco, I’m glad to be a source of inspiration for you. I want to add that it’s really important to make a call to action, for example “Subscribe now and receive all my latest posts in your inbox!”. By placing a message like that you after every post you will certainly attract more subscribers…

    Keep blogging bro, you are doing a good job. I recommend you to hold a kind of contest in order to gain exposure in other blogs… :)

    Rispondi
  10. [...] sin da subito il tuo Feed RSS con FeedBurner. Forse non vorrai ancora mettere in pratica tutte le tecniche più avanzate con cui “condire” il tuo flusso di notizie, ma partire con il piede giusto ti permette [...]

    Rispondi
  11. [...] Se scegliete la via del feed completo, potrete comunque ovviare ad alcuni problemi grazie ai vari servizi e plugin per ottimizzare il vostro feed e renderlo più appetibile: [...]

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!