8 risposte

  1. Andrea Moro
    22 luglio 2009

    Interessante Francesco. Proverò a seguirei tuoi (suoi) consigli e vedremo cosa succederà

  2. Mattia
    22 luglio 2009

    Ottimo post come sempre. Proverò a mettere in pratica queste pillole…

    Riguardo al punto 2….
    non credi che scrivendo poche parole, ma che siano molto curiose, che lascino perplessità o un senso di curiosità possano portare comunque dei risultati?

    Anche un semplice

    ma voi ci credete? link

    cosa ne pensi?

    • Francesco Gavello
      23 luglio 2009

      Beh, la curiosità è da sempre una potente arma! :P

      Credo però che quando finisce per diventare una costante possa rendere noioso anche il migliore tweeter al mondo.

      Da usare con cautela, insomma.

  3. Omar Tringali
    22 luglio 2009

    Grazie Francesco, eh, si, gli altri cercano, in genere, di re-twittare cose che abbiamo postato proveniente da differenti siti che non sia il nostro. Io questo lo trovo ampiamente ridicolo, perchè lascia intravedere l’egoismo umano, che non vuole dare “eccessivo vantaggio o soddisfazione” a un’altro individuo, e dunque si accontenta di re-twittare risorse altrui, che non siano però, provenienti dalla stessa fonte autoreferenziale. Faccio questo discorso in quanto a me, non interessa molto se Francesco Gavello o altri Blogger creino un post auto-referenziale; se la risorsa linkata da loro è decisamente utile e preziosa, io la re-twitto e mi preoccupo poco di eventuali vantaggi che potrebbero acquisire dal mio re-twitt. Chiaramente poi re-twitterò, alla stessa maniera risorse non-autoreferenziali. Per far crescere, umanamente parlando, i social network, allo stato di condivisione più profonda e a-sociale, non bisognerebbe, a mio parere, fare distinzione tra auto-referenziale e non. Qualcosa di veramente necessario e coinvolgente va re-twittato lo stesso. Ciao!!

  4. Spidos
    22 luglio 2009

    Ok grazie proverò…

  5. Christian
    16 febbraio 2012

    Quindi aver collegato la pagina facebook al medesimo account twitter è sconsigliato visto che si hanno semplicemente dei link … meglio creare il twet in maniera apposita per il singolo articolo ?

    Daltronde pubblico diverso vogliono cose diverse :-)

  6. Luca Spinelli
    30 maggio 2014

    Battaglia molto dura quella di ottenere retweet, l’ho scoperto presto sfortunatamente. L’analisi ed i consigli sono interessanti e sempre attuali, grazie Francesco :)

Rispondi

 

 

 

Torna su
cellulare pc desktop