Come Valutare l’Interesse Verso una Specifica Nicchia?

...anzichè navigare a vista?

scritto da Francesco Gavello [+] il 12 giugno 2010 | 2 Commenti in: Welcome Weekend

valutare-interesse-nicchia

Oggi parliamo di come scoprire il reale interesse verso una nicchia di argomenti e come valutare l’approccio più efficace per attirare l’attenzione dei lettori.

Enrica chiede:

“Come individuare il proprio pubblico di riferimento? C’era chi sosteneva che il tema di un blog dev’essere direttamente collegato alla domanda e che una piccola nicchia di mercato non è sufficiente. Mi rendo conto che non c’è tanta fame di cultura quanta di cucina, di nuovi media e di gossip, però penso di avere accesso ad una buona quantità di informazioni e vorrei condividerle.

Secondo te come devo comportarmi? Tolto il fatto che un buon contenuto è fondamentale (e ci sto lavorando) come posso individuare la nicchia giusta o almeno, per quanto possibile, far crescere la richiesta?”

C’è stato un tempo in cui la blogosfera era terreno fertile per qualunque tipo di iniziativa. “Crealo e la gente arriverà”, quasi ci si diceva. Con poca o nulla competizione anche nei settori più caldi, non serviva farsi nessun tipo di domanda. Si sceglieva un argomento, si scriveva al meglio delle proprie possibilità e i lettori, spesso, visitavano copiosi.

Oggi, come discutevamo in un altro post, pensare di entrare con la forza in alcune nicchie è ingenuo o quantomeno poco lungimirante senza un’adeguata pianificazione. Molti colossi hanno gettato fondamenta profonde in ambiti specifici e ben apprezzati. Pensare di combatterli sul mero piano quantitativo non è più concepibile. Non è più sufficente, quindi, “esistere” per essere notati.

Bisogna concepire una giusta offerta, in un ambito che goda possibilmente di interesse (crescente) e che non sia già stato saturato dalla concorrenza.

Tool come Google Trends o lo Strumento per le Parole Chiave aiutano parecchio a farsi una buona impressione riguardo il filone di argomenti che vogliamo seguire. Usandoli insieme posso valutare con relativa precisione il volume di ricerca globale e locale di una o più keyword, e valutare poi l’andamento di questo interesse nei mesi passati.

Non c’è niente di peggio che iniziare la propria avventura con un blog basato su puro hype (magari locale o ristretto temporalmente a qualche tipo di evento) e scoprirsi abbandonati quando questo hype termina.

Puoi consigliare la tua tattica a Enrica?
Tu come ti comporti per valutare l’interesse per la tua nicchia?

Proponi una tua domanda!

Come di consueto, ti ricordo che puoi proporre la tua domanda per l’appuntamento del Welcome Weekend commentando poco più sotto o scrivendomi dalla pagina di contatto. Ogni settimana selezionerò quella più interessante da discutere insieme!

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

2 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Mattia Soragni ha detto:

    Se hai a disposizione un po di budget potresti verificare il traffico e la qualità della nicchia, con delle campagne di sponsorizzazione (PP, PPM) che fai cadere su una landing page.

    Poi dipende molto dal tipo di sito e di informazioni che vuoi dare, se più ludiche magari potresti utilizzare facebook (magari ti costa anche di meno) piuttosto che linkedin (anche qui puoi fare una cosa un po più economica, senza sponsorizzazioni a pagamento, ma con i contatti diretti) con cui tastare i primi interessi… gli investimenti saranno sicuramente inferiori rispetto all’accorgersi dopo un anno di lavoro che il tuo progetto non funziona.

    E come sopra scritto, in alucni casi potresti anche riuscire a fare una sorta di sondaggio diretto, tastando l’interesse del target senza spendere una lira (però magari ti serve più tempo per avere dei risultati).

    Queste alcune idee… sicuramente partire con del denaro non è una cosa che si possono permettere tutti (o più che permettersi, entra in gioco la volontà di spendere senza un ritorno immediato).

    Poi dipende molto dalla tipologia di blog/sito che vuoi aprire… se è come passatempo personale o per trasformarlo in un vero e proprio business, piuttosto che affiancarlo ad uno già esistente per svilupparne maggiormente le potenzialità.

    Ciaoo

    Rispondi
  2. ENRSIGN ha detto:

    Grazie a Francesco e Mattia per aver risposto alla mia richiesta ^_^ ho già messo a punto parte dei vostri consigli e stò valutando i risultati.

    Grazie !! ENR

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!