Selezione letture estive #1: costruire una buona esperienza utente tramite la timeline di Facebook

È ciò che conta davvero

Creare esperienza utente con la Timeline di Facebook

Promuovere la propria presenza su Facebook non è affatto così semplice quanto sembri.

Il semplicemente “esserci” rischia di generare l’effetto opposto, soprattutto se viene a mancare la costruzione di un’esperienza utente davvero proficua per i nostri clienti. Si può facilmente passare dall’essere tranquillamente ignorati – in favore dei nostri competitor – al vedere fraintesi i nostri sforzi.

Così, oggi ti propongo una selezione di alcuni brand su Facebook che sfruttano la Timeline alla sua piena potenza. Buona lettura! 😉

  • Starbucks – Un brand, Starbucks, che non fa mistero del proprio schierarsi apertamente su temi importanti, coinvolgendo i propri utenti in attività sovente al di là della semplice, beh, vendita di caffè. La mia preferita.
  • M&M – Sulla Timeline di M&M tutti i post vengono firmati come Red, Yellow, Blue, Orane, Green o Ms. Brown Chi sono? Sono gli “avatar” dietro a cui ogni tipo di M&M fa capo. Tra le tab della pagina, questi vivono come reali promotori delle discussioni e delle attività del brand.
  • Toyota La Timeline di Toyota è tutta rivolta alle emozioni. Si parla di feeling, di obiettivi personali, di successi delle singole persone che condividono la filosofia del brand, più che semplicemente delle auto stesse. Toyota ha per inciso raggiunto da poco il milione di fan su Facebook; per capirci, poco prima della nuova cover celebrativa, in alto veniva presentata la foto di un cane con la lingua fuori dal finestrino. Meravigliosi.
  • Olympics – Tanti, tantissimi retroscena sui giochi olimpici, sugli atleti, su tutto ciò che circonda le Olimpiadi. Una timeline orchestrata a dovere e mai banale.
  • Sephora – Una delle pagine più popolari al mondo e spesso in cima alle classifiche in termini di efficacia verso l’utente e pianificazione strategica. Qui il prodotto è centrale e l’esperienza intorno ad esso viene costruita ad-hoc da una gestione (in bacheca) di massimo livello (e tecnica, sulle tab) ragionata fino all’ultimo click.
  • Nutella – Un altro ottimo esempio italiano di come una costante e stimolante interazione del target possa dare i suoi frutti. Tanto il potenziale, tanti i risultati.
  • Kinder Cioccolato – Semplici ma assolutamente efficaci i giochi e le attività on-page proposte sulla Timeline di Kinder. Non sempre è necessario reinventare la ruota: l’importante è rimanere immediati.

Un paio di dati interessanti

  • Econsultancy ha pubblicato, sulla base di un proprio report ancora più esteso (e a pagamento) un case study sulla promozione del film The Hunger Games tutto da leggere.
  • Il blog di TopRank ha pubblicato un’analisi del successo di tre grandi brand – Best Buy, Target e Ford – nel fare propria l’adozione di Timeline. Ancora decisamente attuale per molti brand che non ne comprendano in pieno le potenzialità.
  • Ogivily ha pubblicato sul proprio blog aziendale un meraviglioso case study di come la Timeline di Fanta sia diventato spazio per attività del tutto originali per sorprendere ogni giorno gli utenti.

Ancora buona lettura e… buone vacanze! 😀

foto: ©Depositphotos/muha04

Francesco Gavello

Francesco Gavello

Consulente, formatore e public speaker in Advertising e Web Analytics. Sviluppo strategie di Inbound Marketing per progetti web di grandi dimensioni. Appassionato da sempre di illusionismo, un’arte che ha molto da spartire con il marketing.