Come Eviti di Procrastinare?

Come pubblicare oggi il post di domani

scritto da Francesco Gavello [+] il 19 febbraio 2011 | 5 Commenti in: Lavorare con le email

[pro-cra-sti-nà-re]
(procràstino)

A v. tr.
lett. Rinviare a un altro giorno con il fine di temporeggiare: continua a p. la consegna della merce
‖ SIN. differire, prorogare

B v. intr. (aus. avere)
Temporeggiare, indugiare; tirare in lungo

fonte: Hoepli.

Procrastinare, l’arte del rimandare a domani, non sembra un gran problema.

E come dare torto a coloro che, colti a tradimento da una simile domanda, rispondono qualcosa relativo al poco tempo, agli impegni pressanti, alla soglia di attenzione e via discorrendo?

Chiunque di voi lavori a stretto contatto con le email sa (e la Priority Inbox di Google serve a questo) quanto pianificare le proprità, le scadenze e il quando fare cosa sia da un lato un’abilità da allenare, dall’altro un vero e proprio impegno “zen” per evitare di cedere al caos e all’entropia universale.

E allora ognuno tira fuori dal cilindro le proprie soluzioni.

Io, per esempio, mi sono imposto di smaltire immediatamente tutte le attività che comportano un’azione di massimo cinque minuti. Mail di clienti e lettori, piccole attività spot che si frammezzano nel mio flusso giornaliero. Tutto ciò che si può risolvere in cinque minuti va smaltito ora, senza se e senza ma.

E poi ci sono plugin (per il proprio blog) e strumenti (per il proprio lavoro) che spesso riporto su queste pagine. Strumenti che dovrebbero in teoria aiutare a fare propri alcuni mantra simili al mio. A rendere familiari alcuni metodi di lavoro in maniera gentile e progressiva.

Eppure, domande di questo tipo continuo a leggerne, come se il problema fosse tanto evidente quanto complesso (non difficile, complesso) da risolvere.

Ti va di condividere con me la tue tecniche per evitare di rimandare a domani?

Non è necessario che queste si applichino esplicitamente al tuo blog o al lavorare con il web. È un problema certamente più ampio e che può coprire svariati ambiti. E includere strategie molto diverse tra loro.

(sperando che leggendo questo post, tu non abbia pensato “Ok, domani commento, promesso!” :P )

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

5 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Cifra WM ha detto:

    Penso faccia tutto parte dell’organizzazione del lavoro. Se una persona ha le idee chiare di quali siano le vere priorità della giornata allora sa cosa, come e a quando procrastinare determinate attività.

    Non sono mai stato organizzato ma anzi molto procrastinatore. Ultimamente sto cercando di evitare di posticipare attività che potrei fare in giornata suddividendo le attività in priorità: alta-media-bassa, cercando poi di bilanciare il numero totale di priorità. Un pò di attività a bassa priorità, un pò a media e un pò ad alta.

    Per ora sto raggiungendo i risultati: vedremo in futuro!

    ;)

    Rispondi
  2. Barbara ha detto:

    Esatto!
    anche per me, innanzi tutto, è importante avere le IDEE CHIARE: che si tratti di scrivere articoli, gestire il denaro, studiare o fare una dieta, conoscere la situazione attuale e pianificare dei passi -realistici e concreti- per progredire verso gli obiettivi, aiuta tantissimo a non perdersi in un bicchier d’acqua e a mantenere l’attenzione sulla meta, senza farsi spaventare da ciò che bisogna fare per raggiungerla. Dunque, aiuta a non procrastinare! barbara

    Rispondi
  3. Benedetto Motisi ha detto:

    L’idea di suddividere le attività in priorità è tanto semplice e basilare quanto trascurata. Grazie per la dritta ;) Personalmente mi spostavo più sulla variabile tempo: le cose da fare riempivano la scrivania di post-it, e finché questi non sparivano nel cestino, la giornata non si poteva concludere.

    L’uso delle note sullo smartphone mi ha evitato di contribuire al disboscamento ;)

    Rispondi
  4. slot online gratis ha detto:

    Credo che in una giornata, una settimana o un mese bisogna stabilire delle priorità. Sono una persona disorganizzatissima nella vita ma razionale e super organizzata sul lavoro. Mi faccio un planning, ne stabilisco subito le priorità ed ogni giorno lavoro basandomi su quanto gia pianificato. In questo modo riesco a far tutto e in tempi ragionevoli.

    Rispondi
  5. PiccoloSocrate ha detto:

    Procrastinare: non è solo fattore tempo, ma fattore importanza.
    Oltre alla tecnica del post it, uso l’agenda per evitare di dimenticare cosa “sposto” in avanti.
    Per il resto, preferisco ordinare le cose da fare in base a:
    - importanza,
    - chi me le richiede
    - con chi devo relazionarmi (e ai suoi tempi di risposta)

    l’importante non è fare tutto, ma fare tutto senza avere tempi morti.
    insomma, non tanto alla Charlie Chaplin di Tempi Moderni…

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!