22 risposte

  1. Riccardo Mel
    14 gennaio 2012

    Ciao Francesco, forse vado un pò OT ma secondo te meglio Yoast o All in one seo? Personalmente yoast lo avevo provato ma non mi scriveva correttamente la description nelle serp (nel senso che non la indicava), nelle nuove versioni è migliorato? Con all in one invece per ora mai nessun problema.

    Grazie ancora, Riccardo Mel.

  2. Andrea Lombardi
    15 gennaio 2012

    Ciao Francesco, anche io ho una domanda in proposito! Mi sono accorto che sul mio blog le pagine dalla seconda in poi, sono NOINDEX. Ho pensato fosse dovuto a All-in-one SEO Pack ma anche disattivandolo non cambia. Per la tua esperienza dici che è un’impostazione default di wordpress?
    Grazie Mille!

    • Andrea Lombardi
      16 gennaio 2012

      Mi rispondo da solo: il problema risiedeva nel template, Thesis, che ha questa impostazione come predefinita! Errore mio, chiedo venia.

  3. tavernolaincanto
    15 gennaio 2012

    Ciao Francesco e grazie per aver scelto di rispondere alla mia domanda! Purtroppo per chi non è esperto può essere complicato individuare la fonte dei problemi quando questi si presentano, dunque grazie per il tuo supporto. Come anche tu hai suggerito, nel frattempo ho dato un’occhiata al webmaster tool ma questo non rilevava particolari problemi, almeno apparentemente. Dunque, andando per tentativi, ho provato a installare un nuovo plugin per la sitemap xml. I due cambiamenti apportati, nuova site map e nuovo plugin seo sembrano aver smosso qualcosa, per la prima volta dopo tre mesi la percentuale di “visitatori nell’ultima settimana” è tornata su valori positivi. Per la SERP seguirò il tuo consiglio: verificherò che non ci sia qualche noindex a fare da deterrente e cercherò di perfezionare i metatag.

  4. Fulvio
    15 gennaio 2012

    Ciao cara, far un’analisi cosi su poche e quasi nulle informazioni risulta difficile se nn impossibile posso dirti che di solito capita ciò in alcuni casi:
    1- all’inizio della vira di un sito vi sono molte oscillazioni spesso sl rialzo per poi dopo un po’ fermarsi spesso al ribasso
    2- nn inserisci post regolarmente
    3- post copiati
    4- cambiato indirizzi pagine
    5- cambiato struttura del sito
    6- cambiato server in peggio
    7- stai sulle scatole a google ;-)

    A parte gli scherzi ci sarebbero veramente tante cose da controllare, se vuoi indicarle qui o contattarmi vediamo se possiamo risolvere.
    Ciao Fulvio

  5. Fulvio
    16 gennaio 2012

    Mi accorgo solo ora, che il messaggio precedente nn ha punteggiatura.
    iPhone del cavolo :-)

  6. Fabio
    16 gennaio 2012

    Ciao,
    ti racconto la mia esperienza che forse potrà servirti da aiuto.
    Nel mese di settembre 2011 il mio sito poco alla volta ha iniziato a perdere visitatori unici giornalieri.
    Alla fine ho capito che progressivamente alcune pagine erano sparite dagli indici dei motori di ricerca, e sai perchè?
    Perchè parecchie persone hanno copiato i miei articoli sul loro blog, e visto che avevano un trust più alto di quello del mio portale, in quanto molto giovane, il filtro antiduplicazione di google ha colpito il mio sito.
    Punta ad aumentare il trustrank del tuo sito, e controlla se ti hanno copiato dei post. Se ne trovi chiedi ai webmaster di rimuovere il contenuto.

    Per darti dei numeri riguardo al mio sito.
    Luglio 2011: visitatori unici: circa 400/giorno
    Ottobre 2011: visitatori unici: circa 200/giorno (in lento declino)
    Gennaio 2012: visitatori unici circa 700/giorno (in costante crescita).

    E poi metti un piccolo script che blocca la selezione del testo. Il 90% dei copia-incollisti verrà fermato.

    E come vedi, sul mio sito ha funzionato.

    Ciao

    • tavernolaincanto
      16 gennaio 2012

      Ciao! questa tua considerazione è molto interessante. Ho trovato un post di un blog che riporta interamente un articolo (seppure ne citi la fonte) e come da te consigliato ho richiesto che venga rimosso, continuerò a cercare per verificare non ce ne siano altri. Ho già attivo un plugin che blocca il copia-incolla, ma ovviamente è solo un deterrente che può essere facilmente aggirato.

      • fulvio
        16 gennaio 2012

        No aspetta
        non prendere tutto per oro colato.
        vero anche questo, che ti è stato suggerito,
        infatti se leggi il mio messaggio vedrai che al punto 3 indico anche io copie messagig ma.
        se hai una citazione unilaterale.
        cioè ti copiano l’articolo ma all’interno del quale viene espressmente indicato
        FONTE: tua pagina.

        allora è solo un bene, qusto ti migliora il posizionamento
        ripeto come detto prima se vuoi una mano chiedi ma devi dare più info.

  7. Fabio
    16 gennaio 2012

    @Fulvio.
    Teoricamente hai ragione, ma in pratica ciò non è sempre vero, e te lo posso dimostrare. Il sito che mi ha copiato l’articolo era un PR 3 con oltre 3000 visitatori unici al giorno (aveva le statistiche pubblicate) e anche se l’articolo copiato aveva i link interni che rimandavano al mio sito, era comunque il mio articolo che era sparito dalle ricerche. Aumentando il trustrank del mio sito, ora sono in seconda posizione per quella keyword e l’articolo copiato sul sito del copia-incollista è sparito.

    @Fulvio, tavernolaincanto
    Gli script che bloccano il copia-incolla sono solo deterrenti, ma spesso chi fa copia-incolla sono proprio persone che non sanno nemmeno cos’è il sorgente di una pagina web. Bloccare anche un 80-90% dei tentativi di copy-paste sicuramente è un buon strumento di protezione.

    @tavernolaincanto
    Per proteggerti ulteriormente, in ogni post metti dei link interni ai tuoi articoli. Spesso chi copia è talmente tonto che ti regala anche un bel numero di backlink. Anche se subito questo non ti serve a molto, aumentando il trust del tuo sito potrai far vedere a google che sei autorevole e le tue pagine non verranno più penalizzate. E per di più, in futuro, avrai anche dei nuovi backlink che aiuteranno ulteriormente il tuo sito.

    Comunque, come priorità aumenta il trustrank, cioè cerca di fare una buona linkbuilding di qualità, distribuita progressivamente nel tempo. E intanto procedi a far rimuovere i contenuti copiati.

    Ciao

  8. Riccardo Cruciani
    26 gennaio 2012

    @Tavernolaincanto
    CASO N°1 – Hai per caso sostituito i Title e le description di recente? Una volta, tempo fa (quando ancora non c’era il “Google Caffeine”) mi capitò di intervenire su alcune pagine statiche del sito di un cliente e di cambiare Title e Description con dei Titoli e descrizioni a mio avviso migliori, considerando il trend di determinate Keyword in quel momento.
    Ma il giorno dopo, sorpresa!!! Alcune di quelle pagine erano sbalzate dalla prima pagina alla seconda pagina e qualche giorno dopo addirittura alla terza. ERGO: Alcune volte sostituire Title e Description per Google è molto rilevante, perchè vuol dire che stiamo cambiando il valore semantico di una pagina e non sempre possiamo cavarcela senza “aggiustare” anche il testo contenuto in essa. In più, come se non bastasse, potrebbero esserci degli sbalzi notevoli nelle SERP e poi dovremmo riconquistarci piano piano la nostra ambita prima pagina.

    CASO N°2 – Hai controllato qual’è la media del Bounce Rate del tuo sito? Un Bounce Rate troppo elevato per Google è sinonimo di scarsa qualità dei contenuti. Se gli utenti non si coinvolgono abbastanza all’interno dei contenuti che produci, Google potrebbe iniziare a giudicarli “poco rilevanti” penalizzandoli di conseguenza con una lenta e progressiva discesa nelle SERP. ERGO: In questo caso riguadagnare la fiducia di Google potrebbe essere lento e doloroso, ma il tempo alla fine sistema tutto quanto, e attraverso una maggiore attenzione nella stesura di contenuti nuovi e più coinvolgenti si può tranquillamente rimediare :-)

    • tavernolaincanto
      26 gennaio 2012

      Il bounce rate è attorno al 61% … non credo sia pessimo, ma forse sbaglio :D
      Quanto al fatto dei titoli e delle meta description.. sì ho sicuramente apportato delle modifiche, grazie per l’osservazione.

      • Riccardo Cruciani
        27 gennaio 2012

        61% in effetti è un Bounce Rate un po altino..:-) Prova a lavorare sul coinvolgimento dell’utenza. Cerca di creare Titoli di pagina coerenti con i meta tag Title e magari cerca di curare maggiormente l’aspetto grafico. Nel 90% dei casi, il colpo d’occhio è tutto.
        Un Buon Bounce rate, secondo la mia esperienza, si dovrebbe aggirare attorno ad una percentuale che va dal 30 al 40%.

        Investire molto tempo su contenuti che effettivamente hanno poca rilevanza agli occhi dei motori di ricerca (e di conseguenza agli occhi degli utenti) alla lunga, è una pratica che può far perdere Trust e di conseguenza posizioni in SERP.

        Tips: cerca di creare anche contenuti o presupposti che alimentino la ri-condivisione spontanea (o anche semi-spontanea attraverso l’aiuto di qualche plugin) sui social network.
        Google sta iniziando a considerare in modo molto più rispettoso le interazioni sociali :-)

  9. Fulvio
    26 gennaio 2012

    @fabio Il trustrank è uno spauracchio che ancora in molti seguono ma è solo perdita di tempo.
    Il mio blog ha avuto page ranking 0 sino a settembre ora forse 2 ma nn mi interessa.
    Ho scritto molti articoli e: primo ad esempio dimagrire correndo o correre per dimagrire
    Ad ogni modo anche se vi sono copie, mai avuto problemi. Ci son 2 perché:
    1- segnalare a google la pagina con sitemap
    2- segnalare a google la propietà del contenuto

  10. Fulvio
    26 gennaio 2012
  11. Fulvio
    26 gennaio 2012

    Ho controllato ho ancora page rank 0 :-) ))
    Ma 2500 visite giorno di media

    Francesco per cortesia unisci i messaggi, da iPhone nn posso modificare da solo

    • Riccardo Cruciani
      27 gennaio 2012

      @Fulvio
      Il Page Rank è cosa assai diversa dal Trust Rank :-)

      • Slobodan Stevanovic
        10 settembre 2012

        L’utilizzo corretto del Plugin SEO Yoast permette a siti web di raggiungere posizioni primarie su Google..ripetiamo è importante saperlo usare al meglio !!!!!

  12. fulvio
    27 gennaio 2012

    Pardon errore mio volevo dire Page Rank,
    il trust è atra cosa, ed è l’unica cosa sulal quale pottare attenzione ma ancor aoggi c’è chei pone attenzione ad un valore inutile ed obsoleto.
    tant’è non ha nessun tipo di influenza il Trust al contrario è importantissimo
    grazie Riccardo

    • Riccardo Cruciani
      27 gennaio 2012

      Figurati Fulvio, grazie a te della precisazione :-)

  13. tavernolaincanto
    14 febbraio 2012

    A distanza di un mese e dopo innumerevoli accorgimenti che non hanno prodotto sostanziali variazioni nel posizionamento google, l’altro giorno ho scollegato il mio account Analytics dagli Strumenti per Webmaster (tempo fa avevo unito i due profili): oggi i miei articoli sono tornati a comparire nei risultati di ricerca e in ottime posizioni!
    Sarà un caso, o forse no…?
    Credo che l’origine del problema resterà un mistero…
    intanto mi auguro che sia davvero risolto :D .

  14. marco
    27 dicembre 2013

    Ciao a tutti, ho alcuni blog in wordpress con moltissimi articoli ( bassa qualità ) che dopo 1 mese che sono in top 10, perdono posizioni e finiscono in 2° e 3° pagina. Perdo quindi il 90% di visite.

    Però ci sono molti altri siti come i miei che sono sempre in top 10 da sempre.

    E’ colpa di wordpress e quindi articoli con date ?

    Può essere colpa del tema ( lo uso per tutti )

    Ho linkato tutti i siti tra di loro. migliaia di link. però poi li ho tolti.

    qualcuno ha segnalato il mio sito a Google come spam

    generalmente passo dalla 1° pagina alla 3°, tutti gli articoli di colpo, quindi è sicuro qualche penalizzazione, ma non so il motivo. aiuto !!!

    Se qualcuno mi aiuto ricambio con una donazione su paypal.

Rispondi

 

 

 

Torna su
cellulare pc desktop