Come Abbassare il Bounce Rate in Homepage?

Fino a quanto si spingono in profondità i tuoi lettori?

scritto da Francesco Gavello [+] il 23 ottobre 2010 | 10 Commenti in: Welcome Weekend

abbassare-bounce-rate

Alessio chiede:

[A fronte di un certo miglioramento globale delle visite] si è però mantenuto costante un dato, le visite della home page. Ogni giorno, infatti, ho un certo numero di visitatori che in pratica non vanno oltre la home del mio blog.

Ho provato anche a cambiare tema -utilizzo la piattaforma WordPress.com- con qualcosa che prevedesse una barra laterale che migliorasse la navigazione. Adesso, a dispetto di prima sono presenti: un campo di ricerca, gli ultimi articoli inseriti, gli articoli più letti, gli ultimi comment, etc.

Tuttavia questo numero non ne vuole sapere di diminuire. Non riesco a capire da cosa possa dipendere e in modo particolare se possa di pendere da un qualche mio errore.

Il bounce rate, questo sconosciuto

Se non hai mai messo mano a un tool di analisi del traffico, ti ricordo che per bounce rate si intende la percentuale di visitatori iniziali che “rimbalzano via” dal nostro sito (non necessariamente partendo dalla sola homepage) senza continuare a leggere altre pagine.

Va da sè che l’obiettivo è ottenere una percentuale quanto più bassa possibile, proponendo agli utenti dei validi motivi per regalarci un altro click e spingersi più in profondità sui nostri articoli.

Quali possono essere i fattori che condizionano il bounce rate?

Per la homepage

  • I contenuti sono esposti in home in forma totale (senza link “continua a leggere”).
  • I contenuti presentano un link “continua a leggere” che non ha una call-to-action così esplicativa o non salta all’occhio nella navigazione.
  • I titoli presenti in home non stimolano il click. Scrivere buoni titoli è essenziale per attirare gli utenti all’interno.
  • Ci sono troppi contenuti in home e gli utenti si limitano a scrollare una lunga pagina di contenuti interessanti arrivando al fondo e non cliccando effettivamente nulla.
  • La paginazione a fondo blog presenta le call di default “contenuti precedenti/successivi” tanto abusate (perché predefinite) quanto poco pratiche.
  • Non emerge dai singoli articoli l’interazione all’interno. (Sono già presenti dei commenti? Quanti hanno cliccato “Mi Piace”? Quanti retweet sul singolo elemento).

Consigli sempre validi

  • Post in serie aiutano moltissimo a strutturare una rete di contenuti organici. Link al fondo di ciascuno di essi possono trasformare una visita occasionale in un tour guidato dove puoi snocciolare argomenti complessi in più parti separate
  • Post correlati proposti in maniera leggermente fuori dagli schemi possono tornare “visibili” anche a chi ne è oramai cieco. Che tu sfrutti le anteprime o piccoli estratti del contenuto, assicurati (e qui sta il succo) che siano effettivamente inerenti al tema. Controlla periodicamente lo stato delle tue “relazioni tra post” ottimizzando tag e categorie.
  • Struttura le pagine “stand alone” del tuo blog per supportare i contenuti. Ci sono numerosi tipi di pagine che meritano un posto nel tuo menù o tra un articolo e l’altro.

Che consigli daresti a Alessio?
In che modo stai cercando di portare i lettori in profondità, all’interno del tuo blog?

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

10 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Alessia ha detto:

    Ciao Francesco, un quesito molto interessante, il problema è che non ho una risposta! Io gestisco più blog e tra i due più visitati (con ottimi numeri) c’è una differenza abissale tra i dati di bounce rate, uno ha lo 0,5% di media e l’altro è tra il 70 e l’80%, mi sa che dovrò analizzare bene bene quest’ultimo, che dici? °_°

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      Ciao Alessia, più che altro sarebbe molto interessante un case-study sui dati del primo! :)
      Di che nicchia stiamo parlando per i due progetti?

      Rispondi
      • Alessia ha detto:

        stiamo parlando di blog “al femminile” il primo è su craft e design ed il secondo sull’organizzazione della casa e della famiglia, io però non credo di essere in grado di fare un “case study” che mi permetta di capire qualcosa di più, ahimè!

  2. Barney ha detto:

    Io ho un sito joomla (spero di non essere considerato ot:)) dedicato alla musica. In massima parte si tratta di lezioni e studio di brani, in home vengono pubblicati pochi articoli e sempre con il “continua a leggere”, mentre in cima sono presenti due elenchi per i 5 articoli più recenti e 5 più letti.
    Ho una percentuale di rimbalzo di circa il 40%, secondo te, dipende dall’impostazione della home o devo cercare la causa altrove?

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      Nessun OT Barney, ci mancherebbe!

      Difficile a dirsi così su due piedi. Sicuramente un A/B test con i Google Website Optimizer ti potrebbe portare più dati.

      Considera anche che i due box con i recenti e i più letti possono essere la causa di quel 40% sia nel bene che nel male. Ottimizzare il bounce rate è questione di tante piccole modifiche costanti più che rivoluzionare l’intera pagina sperando per il meglio ;)

      Rispondi
  3. Alessio ha detto:

    A quanto vedo nella mia ingenuità ho portato all’attenzione un problema di non facile trattazione e risoluzione. Metterò per tanto in pratica quanto detto, e consigliatomi nella email, valutando poi i risultati di tali interventi nel tempo.

    Grazie per ora.

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      Se ne avrai l’occasione, fammi poi sapere i miglioramenti che riscontri :)

      Rispondi
      • Alessio ha detto:

        Eccomi,

        le mie valutazioni sono basate su di un periodo di tempo di 4 mesi, durante i quali ho messo in pratica anche quanto consigliatomi in privato via mail.

        Le modifiche hanno portato miglioramenti non c’è dubbio, ma non nell’ambito per il quale esse erano state attuate. Ho riscontrato un incremento delle visite mensili, del numero dei commenti lasciati, degli Iscritti (Facebook non lo posso ancora valutare in quanto introdotto di recente), così come la piacevole sorpresa di numerose email non solo per richieste di aiuto.

        Il Bounce Rate però è rimasto costante, in alcuni casi è perfino aumentato per poi diminuire il mese successivo, una risposta univoca non credo ci sia, e molto penso dipenda anche dalla tipologia di utente che in quel momento raggiunge il tuo Blog.

        Ciò che nel corso dei primi due mesi era maturato come un sospetto, è divenuto poi una netta convinzione al termine del periodo di osservazione.

        Quanto è realmente utile una Homepage “classica” al mio Blog?

        La risposta alla quale sono giunto è che una Homepage “classica” non aveva ragione di esistere!

        Recita una frase “Se non puoi combattere un nemico, allora cerca di fartelo amico!”

        Ho per tanto eliminato la homepage sostituendola al mio Portfolio, dopo tutto il mio è un Blog di fotografia, quale migliore biglietto da visita se non una selezione degli scatti migliori (ogni foto è collegata alla mia Galleria Flickr). Gli Articoli invece li ho re-indirizzati ad una pagina omonima “Articoli.”

      • Francesco Gavello ha detto:

        Grazie mille Alessio per aver condiviso con noi questa esperienza. ;)

  4. Assicuratore ha detto:

    Io in un blog ho un bounce rate soddisfacente, in un altro molto più ricco, utile e curato, uno bounce rate molto meno buono … credo dipenda sia dall’argomento trattato sia da quanto effettivamente la gente entri solo per vedere una cosa, e una volta trovata la risposta sia poco motivato ad andare oltre … ma è solo una mia impressione!

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!