Qualcosa del blogging che ci lasceremo alle spalle nel 2011

Per un 2011 scintillante come non mai

L’anno nuovo incombe e non si può certo dire che quello che si prepara a calare il sipario sia stato un anno senza scossoni.

Piccole e grandi rivoluzioni sui social network, piccoli e grandi tendenze che hanno modificato una volta ancora la strada che i blog si apprestano a percorrere. Abbiamo visto Facebook rivoltarsi come un guanto, obbligando molti a correggere in corsa le proprie strategie. Abbiamo visto sempre più framework venire sviluppati per il nostro amato WordPress, permettendo a chiunque di disporre -con un minimo sforzo economico- di una base di partenza di tutto rispetto.

E durante quest’anno ci sono anche state diverse cose che abbiamo (ho, personalmente) imparato a …lasciare da parte.

Alcune, tra le tante:

  • Il blogroll – A dire il vero abbandonato già qualche giorno prima del 2010 ma, per me, confermatosi a qualcosa di semplicemente inadatto a ciò che intendo fare di questo spazio.
  • I post senza totalmente privi di like e tweetbutton – Così immediati da implementare e così utili nel portare lontano i propri post.
  • Il contatore di tweet di TweetMeme – Ormai pressoché scomparso e sostituito dal counter ufficiale.
  • I vecchi e complicati sistemi di login a Facebook (e Twitter) – Sempre più accessibili anche a chi non sia esattamente pratico con il codice grazie alle notevoli implementazioni di Open Graph.

Cosa ti lascerai alle spalle?

Tre giorni alla fine dell’anno. Qual è stato lo strumento (o l’attività, se c’è stata) che meno ha reso sul tuo blog e, per questo, verrà abbandonata?

Per alcuni potrebbe trattarsi di un’attività di guest post non sviluppatasi come dovuto, per altri una serie di post (magari a lista) non così efficaci come si credeva. Oppure semplicemente un qualche tipo di sistema di commento (chi ha detto Disqus?) che proprio non sembra piacere.

Insomma, cosa ti lascerai alle spalle?

Francesco Gavello

Francesco Gavello

Consulente, formatore e public speaker in Advertising e Web Analytics. Sviluppo strategie di Inbound Marketing per progetti web di grandi dimensioni. Appassionato da sempre di illusionismo, un’arte che ha molto da spartire con il marketing.

2 commenti

  1. Io prima di lasciarmi le cose alle spalle devo ancora macinare… Sto crescendo anche grazie al tuo blog, ma ancora ci sono molti skill che devo sviluppare. E ci sono ancora tante cose che devo capire. Per esempio ho seguito uno scambio giorni fa sui no follow… molto sinceramente non ho avuto ancora il tempo per capire di che si tratta.
    Ciao e grazie

  2. Strano a dirsi, ma… lascerò alle spalle un po’ di blogging puro.
    Il tempo (quello buono e ricco d’idee) viene troppo fagocitato da quell’insulsa pratica che ci permette di vivere (il lavoro).
    E forse un po’ mi mancherà, perchè bloggare in fondo, è catartico.