[Beta + Codice Invito] – Lazyfeed: Come Scoprire Nuovi Contenuti Senza Muovere un Dito

Perché, in fondo in fondo, siamo tutti un po' pigri

scritto da Francesco Gavello [+] il 15 luglio 2009 | 12 Commenti in: Social Media | Tool e Risorse

lazyfeed-logo

Sono riuscito ad entrare all’interno della closed beta -che per inciso più closed non si può, dato che sono stati rilasciati solamente 100 codici promo al lancio e altri 100 nella giornata successiva- di Lazyfeed, promettente servizio web in grado di proporti contenuti rilevanti senza chiederti in cambio alcuno sforzo.

La teoria del blogger pigro

Diciamocelo, in fondo in fondo ci piace essere pigri.

Nonostante esistano oramai diversi modi per filtrare tutto il caos e il rumore di fondo che corre sul web, il solo pensiero di dover mettere effettivamente mano alla questione spesso basta per rimandare il tutto a tempo indefinito. Quando si tratta poi di blog, avere a che fare con i feed RSS comporta solitamente gestire migliaia di “elementi ancora da leggere”, consumare il tasto “segna tutti come letti” e in generale lavorare con meccaniche non troppo produttive per chi dispone di poco tempo e scarsa propensione alla ricerca attiva.

Lazyfeed cerca di proporre una visione differente: i tuoi feed RSS la fanno ancora da padrone (anche se non sono indispensabili) e a livello basilare viene proposta una search box in grado di filtrare e correlare tra di loro contenuti rilevanti tra circa 100.000 fonti (solo blog inglesi, per ora). Ogni ricerca può essere resa persistente e per ciascuna parola chiave (“tag”) inserita ne viene automaticamente proposta una selezione di correlate.

In homepage è possibile “connettere” infinite fonti esterne per ricavare da esse ulteriori parole chiave, e quindi ulteriori contenuti pertinenti sulla base delle preferenze indicate. Al momento in cui si scrive è disponibile la connessione verso Twitter, Flickr, Delicious e feed RSS.

Se unisci le due cose (assieme al fatto non trascurabile che ogni pagina di Lazyfeed è dotata del cosiddetto “infinite scrolling”) puoi facilmente capire come dopo qualche query il contenuto proposto diventi sempre più focalizzato e trascini l’utente in un turbinio di letture pertinenti senza avere in effetti mosso un dito.

Se prima andavi a caccia di articoli per fonte, Lazyfeed ti consente ora di farlo davvero per argomento, scoprendo nuovi blog e migliorando la precisione del contenuto proposto ogni qual volta aggiungi una ricerca persistente o connetti una nuova fonte.

lazyfeed-home

Insomma, devo riconoscere che l’idea alla base non è affatto male. A prima vista può forse sembrare il semplice “motorino di ricerca che va a guardare sui blog”, ma c’è molto di più.

Un esempio al volo. Indicando il mio stesso account Twitter (reduce da una valanga di tweet taggati #wcc_to, il Working Capital Camp appena concluso) mi sono visto proporre come contenuto correlato un video ufficiale girato proprio in tale sede e pubblicato dal relativo team su YouTube.

Connettendo Problogger.net mi sono invece visto sputare fuori almeno tre nuove fonti perfettamente in linea con il blog di Darren Rowse, che l’algoritmo di Lazyfeed ha ritenuto interessante propormi sulla base dei tag poc’anzi indicati. Lo stesso si può fare anche con il proprio account Delicious o Flickr (anche se è difficile per ora trovare connessioni con i feed di blog italiani).

Il tutto riportato in homepage in uno stream “panoramico” modellato su misura ad ogni accesso.

Lazyfeed è fuori dall’incubatore da soli due giorni, e nonostante ciò sta raccogliendo un buzz estremamente positivo in giro per la rete. Il che sicuramente è un bene a prescindere dalla ristrettezza delle feature proposte (concediamogli un po’ di tempo) o dell’effettiva precisione dell’algoritmo proposto.

Un tool giovane, ben posizionato, e senza dubbio uno degli esperimenti più interessanti che ho avuto modo di provare negli ultimi tempi.

Breve cronistoria dei codici promo

Come di consueto, i codici promo necessari alla registrazione al servizio in beta sono stati bruciati nel giro di qualche minuto, soprattutto a causa dell’essere stati solamente due e pubblicati su Techcrunch (codice lazytc) e ReadWriteWeb (codice lazyrww).

E’ stata poi la volta di “lazylouis“, diffuso prevalentemente su Twitter, e di “#meganfox“, che sembra ancora reggere essendo stato caricato con 1.000 cartucce).

Se ciò non bastasse, e ciascuno dei codici fosse già stato bruciato, il consiglio è come spesso accade quello di seguire l’account Twitter ufficiale, @lazyfeed, che nella più classica delle meccaniche virali rilascerà (si spera non con il contagocce) nuovi codici di accesso non appena disponibili.

Update

Ho ricevuto tre nuovi codici invito :)

1) MTYxNzEwNjFmN0UzVWw4dFRDNUFz

2) MTE4NDU4NjNmNmR0dk9GV092R0pF

3) MTk1OTAwNjEyMFVJSm1DWDZVWnRN

Affrettatevi, ogni codice permette una sola registrazione!

Parlano di LazyFeed

Altre immagini

lazyfeed-connect-site

Lazyfeed – Connect a Site

lazyfeed-latest

Lazyfeed – Latest Stuff

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

12 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. pdellov ha detto:

    Ottimo,
    ho iniziato ad usare StubleUpon da poco, ora toccherà a questo credo.. chissà che fra tutti e due non si trovi ispirazione per nuovi post senza muovere un dito..

    Rispondi
  2. Gio ha detto:

    Tu che ti sei registrato, non hai degli inviti da rigirate?

    Rispondi
  3. Alfredinik ha detto:

    Bell’articolo e interessante l’app.. Caso mai ci fossero inviti in futuro ce ne mandi? :D

    Rispondi
  4. Alfredinik ha detto:

    Ottimo! Ora ti aggiungo su twitter allora!

    Rispondi
  5. pdellov ha detto:

    Finalmente mi è arrivato l’invito via mail da Lazyfeed :P
    E’ fantastico, ha un potenziale assurdo, secondo me molto meglio di Stumble Upon… se fanno una versione italiana posso anche lasciar perdere il feed reader in favore di questo…

    Rispondi
  6. Francesco Gavello ha detto:

    Ho ricevuto tre nuovi codici invito :)

    1) MTYxNzEwNjFmN0UzVWw4dFRDNUFz

    2) MTE4NDU4NjNmNmR0dk9GV092R0pF

    3) MTk1OTAwNjEyMFVJSm1DWDZVWnRN

    Affrettatevi, ogni codice permette una sola registrazione!

    Rispondi
  7. Jasha ha detto:

    Grazie mille. Woooow, uno dei codici e’ mio! Iniziamo il beta testing.

    Rispondi
  8. [...] già parlato di LazyFeed dando uno sguardo all’interno della closed beta qualche settimana fa. Nella giornata di ieri questo promettentissimo news browser è stato [...]

    Rispondi
  9. [...] in grado di trarre vantaggio da tale specifica sono River2 e LazyFeed (news browser di cui ho già scritto qualche tempo fa), ma sono sicuro che non passerà molto tempo prima che i grandi player del [...]

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!