Banner Blindness & AdSense: Tu Cosa Hai Scelto?

Il Welcome Weekend fa 90!

scritto da Francesco Gavello [+] il 27 aprile 2013 | 5 Commenti in: Welcome Weekend

Alternative ad AdSense per un blog

Questo post fa parte della serie Welcome Weekend. Di tanto in tanto viene pubblicata una buona domanda da parte di chi solca queste pagine riguardo il web e il social media marketing. Invia la tua domanda, o lasciala tra i commenti qui sotto.

Elisa chiede:

Ha ancora senso mettere i banner di AdSense su un blog? Personalmente ho sviluppato un filtro verso questi banner e ormai non li considero più. Ci sono altri modi per monetizzare un blog (oltre a post sponsorizzati)? Ciao!

Ah, la banner blindness. :)

Monetizzare un blog con AdSense è lungo, impegnativo e -perlomeno per la maggior parte dei blogger- non fruttuoso. Monetizzare con AdSense significa investire tempo nella produzione di contenuto. Tanto e ben posizionato.

Quello che spesso non si dice è che solo quando iniziamo a parlare di decine di migliaia di visitatori al mese può allora aver senso considerare AdSense come una possibilità. Ma anche in questo caso, se sul blog vendiamo servizi o prodotti che la stessa rete AdSense potrebbe spingere, ha davvero senso indirizzare un potenziale cliente alla porta (il click sul banner) in cambio di qualche centesimo?

Strategie alternative? Ce ne sono tante, ma praticamente tutte dipendono dal traffico generato dal sito. Solo in alcuni casi, come per la vendita di infoprodotti o servizi di consulenza di uno one-man-blog, si può pensare di puntare soltanto sulla qualità dei contatti (anche poche migliaia) per poi cominciare a parlare di risultati tangibili.

Il discorso è davvero molto, molto ampio. Un punto di partenza è chiederti: qual è il vero valore aggiunto del tuo blog? Cosa offri ai tuoi lettori che nessun altri sito, pure spingendo sul volume di contenuti, potrà sottrarti? E in che modo puoi trarre da ciò un guadagno economico?

Che consiglio daresti a Elisa? :)
Tu, che leggi, come hai scelto di monetizzare le tue pagine?

Buon weekend!

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

5 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Fabio ha detto:

    Ciao,
    io uso heyos.
    Non avendo ancora decine di migliaia di visite al giorno preferisco monitorare la qualità dei click con la quality bar che heyos offre.
    Più avanti passerò ad adsense.
    Comunque per guadagnare bene con adsense tutto dipende dal traffico, dalla provenienza delle visite e dagli argomenti trattati dal sito.
    Buon pomeriggio

    Rispondi
  2. Marco ha detto:

    Bhè, io sto provando da poco Adethic.net
    Hanno iniziato da poco e da quel che ho capito, puntano molto ad una pubblicità diretta anche se al momento c’è una sola campagna ed il resto è adsense.
    Il bello è che vanno a cpm per adesso :-)

    Rispondi
  3. Elisa ha detto:

    Grazie a Francesco per la risposta esaustiva e a chi ha contribuito con le risposte!

    Rispondi
  4. il menestrello ha detto:

    il problema è a monte…..non si può guadagnare con un blog!

    perchè se si vuole “monetizzare” bisogna smettere di fare blogging a caso e iniziare a pensare in termini imprenditoriali

    nel momento in cui ci si chiede come montezziare con un blog significa che fin dall’inizio non c’era un progetto e forse non sia nemmeno il motivo per cui si sta scrivendo…(il perchè è la domanda fondamentale sui cui dirigere tutte le azioni)

    il blog quindi è solo uno strumento che fa parte di una strategia definita in partenza e serve sopratutto per creare relazione e fiducia….

    poi dopo si può anche guadagnare
    e non sto parlando dei tanto sputtanati infoprodotti
    ci sono almeno altri 4 modi interessanti….

    porrei l’attenzione su questo punto: qual è il vero valore aggiunto del tuo blog?
    molti blog non meritano proprio niente…in quanto mancano di valore,oltre a non avere una usp ben definita ( anche se non si vorrebbe vendere essere differenti è sempre importante per distinguersi….naturalmente una differenza preferibile a quello che già c’è..)

    un altra domanda da porsi è: perchè qualcuno dovrebbe leggere il mio blog?
    infatti il cervello di qualsiasi navigatore si pone sempre il quesito: cosa c’è per me?
    se non viene colpito, se ne va…per sempre

    allora bisogna fin da subito mettere in chiaro chi è il lettore/cliente ideale sui cui strutturare tutti i post…
    a tal proposito consiglio questo articolo proprio di Gavello:
    http://francescogavello.it/persona

    per concludere direi di dare anche un occhiata (in inglese) a questo vecchio post di Sonia Simone su copyblogger che chiarisce una volta per tutte la questione:
    http://www.copyblogger.com/no-money-blogging/

    Rispondi
  5. roberto ha detto:

    E’ da un pò che seguo questo sito e devo dire che è sempre un piacere vedere l’onestà intellettuale con la quale viene portato avanti.

    Iniziamo a dire una cosa alla nostra amica Elisa: se pensi di ottenere uno stipendio con il web e sei da sola… cambia piani.

    Il web è in perenne evoluzione. Se 5/6 anni fa riuscire ad integrare il proprio stipendio con un blog era una cosa di assolutamente fattibile, oggi le cose sono cambiate.

    Le regole del gioco, il posizionamento organico dei contenuti, ma soprattutto la qualità delle informazioni e l’autorevolezza sono diventate il punto cruciale. Se pensate di iniziare a fatturare da un giorno all’altro (tranne rarissimi casi), mi dispiace portarvi con i piedi per terra e dirvi che tutto ciò non accadrà.

    Il tasso di conversione (se utilizzi i formati consigliati da google) è cosi basso che spesso non giustifica neanche le ore passate davanti al pc. Parliamo di media di 3/7 euro ogni 1000 visitatori… vuoto per pieno. Ovviamente queste cifre cambiano da blog a blog da sito a sito, ma soprattutto di contenuto in contenuto.

    Es: assicurazioni e gioco d’azzardo pagano di più di idraulici ed elettricisti (banalizzo per rendere l’idea) quindi se hai un blog che parla di termoidraulica avrai più difficoltà nel riuscire a monetizzare i tuoi contenuti.

    Spesso quindi per riuscire a monetizzare al massimo i contenuti si ricorre a logiche assurde tipo: metto più banner pubblicitari possibile / uso più programmi di affiliazione contemporaneamente / spammo più contenuti possibili sui social.

    Tutto questo non funziona. Esattamente con gli utenti hanno imparato ad ignorare la colonna di dx dei blog (oramai riconosciuta come “contenitore di pubblicità e basta”) gli utenti stanno imparando sempre di più ad evitare tutte le altre forme di sponsorizzazione.

    A chiunque abbia un blog/testata che tratta di un determinato argomento capita giornalmente di imbattersi in un nuovo concorrente. Spesso lasciano il tempo che trovano riuscendo ad impossessarsi di qualche parola chiave, ma la maggior parte delle volte riescono solo a creare spam nei risultati di google, spesso copiando contenuti o peggio banalizzandoli.

    In conclusione il mio consiglio ad Elisa è quello di non preoccuparsi di “monetizzare” ma di fare qualche cosa che la possa far star bene e la diverte. Se poi riuscirà a generare sufficienti contenuti e di qualità tale da essere apprezzata da qualche centinaio di persone al giorno…allora in quel caso mi preoccuperei di come monetizzare il tutto.

    Sul web cosi come per la strada vale il vecchio adagio: “mai mettere il carro davanti ai buoi”

    ;)

    spero di esserti stato utile.

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!