Quanto Contano gli Ads nella Promozione di Un Blog?

Non usarli può persino essere ...controproducente?

scritto da Francesco Gavello [+] il 15 gennaio 2011 | 14 Commenti in: Welcome Weekend

NuZz chiede:

Quanto conta, come impatto, utilizzare pubblicità come ads o banner, all’ interno di un blog?

Ovviamente non basterebbero le pagine 10 miliardi di pagine indicizzate da Google per rispondere a questa domanda… ma mi è sorto questo pensiero perchè mi è capitato stranamente in un paio di occasioni, di chiudere (senza leggere i contenuti proposti) un blog solo perchè non si utilizzavano ads quali adsense o banner pubblicitari.

Strana reazione. Quanto conta dunque scegliere di non usare pubblicità su un blog e come influisce questa scelta sull’ impatto al primo accesso?

Talvolta un banner piazzato distrattamente tra un post e l’altro; un AdSense di comodo in sidebar, possono fare una sottile differenza in termini di “autorità percepita”?

Non avevo mai guardato alla questione in quest’ottica, ma ho comunque una mia idea. :)

Tu che ne pensi?

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

14 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. My Social Web ha detto:

    Credo che sia una questione di onestà nei confronti dell’utente.

    Io mi comporto così con gli AdSense del mio blog: i messaggi si devono distinguere all’interno dei contenuti anche se questo può significare minori click, devono essere link affidabili e che trattano argomenti a tema (a volte con AdSense capitano delle pubblicità completamente sconnesse rispetto all’argomento trattato), non devono essere invasivi e, soprattutto, disturbare la navigazione e la lettura di un post.

    Per i banner credo che il discorso sia più o meno simile. In effetti non ho mai utilizzato pubblicità banner sul mio blog(quindi non posso parlare per esperienza diretta) ma mi capita sempre più spesso di notare nei blog un utilizzo semplice dei banner, sistemati nella sidebar e perfettamente allineati con la qualità estetica del blog.

    Rispondi
  2. Joel ha detto:

    Personalmente faccio l’opposto, se trovo degli adv mischiati nel testo del post proseguo la lettura solo se l’articolo è veramente interessante, altrimenti abbandono il sito infastidito.

    Odio gli adv e odio i banner. Se cerco qualcosa faccio una query su google, di sicuro non clicco sulle pubblicità nel suo sito. Non diventi magicamente autorevole solo perché tenti di alzare qualche € dal tuo sito, anzi.

    Bye :-)

    Rispondi
  3. Josè ha detto:

    quoto Joel: detesto le ads e più di tutte, quelle di google.
    appena le vedo, penso che il sito sia di basso livello e a meno che non sia particolarmente interessante il testo, chiudo.
    Interessantissimo leggere che tu reagisci in modo opposto!
    credo che bisognerebbe sentire qualche persona “normale”, non dei blogger.
    magari le ns reazioni dipendono dalla considerazione che abbiamo di adsense per un blog.
    un utente normale – che non sa neanche cosa sia adsense – sarebbe ineressante sapere come reagisce.
    :-)
    1abbraccio
    Josè

    Rispondi
  4. walter ha detto:

    Un caro saluto a tutti.
    Se Josè (ti seguo sempre!) intende per persona “normale” uno che blogga da molto meno di voi…
    allora posso esservi d’aiuto.

    Così d’impulso: a me gli ads danno proprio fastidio.
    Anche per me è interessante la reazione di Francesco…ne terrò conto.
    Felicità&Salute

    Rispondi
  5. Alex ha detto:

    Ritenere un sito di basso livello solo perchè ha Adsense indica una scarsa conoscenza del web. Il problema da analizzare è come viene inserito Adsense. Se spezza in due l’articolo è odioso e io tendo a chiudere la pagina.

    Se usato bene dà soddisfazioni e non intacca la serietà del sito.

    Rispondi
  6. Namaless ha detto:

    Beh effettivamente ci sarebbe da scrivere un libro su questo tema, ma mi soffermerò solo sul mio punto di vista.
    Ritengo che la pubblicità sia l’unico rientro economico che un blogger può ricevere. Inutile pensare alle donazioni, in Italia non usa se non solo per alcune (pochissime) persone.

    Credo che un blog con delle pubblicità “non intrusive” e “non ingannevoli” possono essere considerati attendibili, per cui continuare la lettura. Avvolte ci sono siti dove “obbligano” o “richiedono” alcune azioni al fine di ottenere qualche centesimo.

    Io personalmente ritengo sempre da valutare l’effettiva intrusività che viene utilizzata nel blog con le pubblicità. Ci sono blog interessanti anche con pubblicità intrusive, purtroppo i servizi web ai blogger costano e non tutti si possono permettere il costo dei servizi.

    AdBlock sicuramente è un’ottima soluzione per chi non apprezza la pubblicità. Io ne faccio uso su Chrome e mi trovo benissimo. Mi dispiace soltanto di non aiutare i vari blogger da cui traggo informazioni e risorse, effettivamente basterebbe essere più “amici” e darsi una mano “reciprocamente” per trarne vantaggio tutti, ma purtroppo come dicevo prima in Italia queste cose non possono succedere :(

    Rispondi
  7. Joja ha detto:

    Banner e adsense mi danno solo fastidio se il blogger ne fa un uso eccessivo. Per esempio non mi piacciono i grandi blocchi adsense subito sotto il titolo. Mi passa qualsiasi voglia di continuare a leggere. Ma se usati con moderazione, non mi disturbano, anzi.

    Rispondi
  8. Fabio ha detto:

    Personalmente penso che ci voglia un giusto equilibrio tra pubblicità e informazioni. Un blog senza banner potrebbe far pensare ad un blog giovane, non ancora affermato, che sta cercando di avere visitatori prima di essere monetizzato.
    Personalmente non mi interessa se c’è pubblicità o meno, ma quando diventa fastidiosa ed ostacola la navigazione dell’utente allora mi viene da premere la x della scheda del browser.

    Rispondi
  9. nuZz ha detto:

    Salve ragazzi.
    Il punto del discorso non era “come sono posizionati gli adsense o gli ads in generale”, il punto del discorso era:

    >>> Quanto conta scegliere di non usare pubblicità su un blog e come influisce questa scelta sull’ impatto al primo accesso?

    La domanda è chiara. Si parla di primo accesso… diciamo, l’impatto visivo… come influisce questa scelta per voi… è chiaro che poi gli ads devono essere posizionati in modo opportuno ma quello è un argomento diverso…

    Grazie a tutti.

    Rispondi
  10. TuTTo IL WeB ha detto:

    La miglior cosa per un utente che a primo impatto vede un sito, sarebbe la non presenza di pubblicità. Per un blogger è impensabile una cosa simile. Nessuno fa niente per niente! Un ritorno economico non fa mai male… Magari l’articolo è interessantissimo e voi uscite perchè c’è la pubblicità sotto il titolo o posizionata male??? A volte per scrivere un articolo occorrono giorni; non credo che dalla pubblicità si giudica un blog. Ovviamente se un blog è pieno di ads, popunder, iframe pubblicitari, e decine di finestre che si aprono ad ogni pagina, allora il discorso cambia e sono d’accordo con voi!

    Rispondi
  11. namaless ha detto:

    Secondo me quello che conta e’ il contenuto. Se poi “disturbano” allora e’ meglio evitarlo oppure meglio usare adblock :-)

    Rispondi
  12. Joel ha detto:

    @nuZz personalmente il primo impatto è sempre “uffffff”, poi li ignoro e proseguo la lettura. Personalmente penso sia meglio non usarla, semplicemente per il fatto che a nessuno piace la pubblicità. Poi è ovvio che in qualche modo bisogna pareggiare le spese…

    Rispondi
  13. Quadrrato ha detto:

    Salve,
    personalmente non visito e navigo su quei siti dove la pubblicità viene messa in modo tale da confondere l’utente con i propri contenuti o che comunque viene “forzata”.
    Capisco che per sostenere e far crescere un blog vi è bisogno di un riscontro economico.
    Quindi direi che un giusto equilibrio renderà piacevole la navigazione e forse anche interessanti le pubblicità proposte (considerate attendibili data l’affidabilità e serietà del blog/blogger).

    Saluti, Quadrrato

    Rispondi
  14. Andrea ha detto:

    Se il contenuto è veramente interessante non ci sta adv che mi può impedire di scaricare o leggere il testo, se invece vedo che non mi interessa quello che cerco abbandono subito il sito.Per me è impossibile non usare la pubblicità per rientrare a tutte le spese che devo affrontare, anche a discapito dei miei visitatori…

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!