Dalla A alla Z, Servizi Web Per Il Tuo Blog

scritto da Francesco Gavello [+] il 11 febbraio 2009 | 48 Commenti in: Tool e Risorse | Top 25

Per non perdersi i pezzi per strada, qui di seguito ho voluto gettare la bozza di una lista, rigorosamente incompleta, di servizi web che ogni neo blogger non dovrebbe lasciarsi scappare.

Ti va di aiutarmi a riempire le parti mancanti? :D

A – Analytics (Google)

Non c’è successo senza strategia. Per questo in prima posizione alla lettera “A” troviamo Google Analytics, ovvero il migliore tool gratuito per monitorare gli accessi al tuo blog. Si integra con i report di AdWords ed è prevista la prossima estensione anche verso AdSense e FeedBurner.
google_analytics

oppure

B – BackType

I commenti sono l’anima di un blog, ma tenere traccia delle discussioni è spesso un’attività impegnativa. BackType è un neonato servizio in grado di recuperare autonomamente i commenti basandosi sull’URL inserito durante la composizione. Ciò che recita la homepage: “Find, Follow and Share Comments” racchiude esattamente ciò che questo utile servizio ha da offrire.
backtype

oppure

C – Creative Commons

Ah, le licenze d’uso. Probabilmente vorrai condividere il frutto del tuo lavoro secondo precisi criteri. Le licenze Creative Commons ti permettono di definire in maniera leggibile anche per l’utente finale tutte queste condizioni.
creative_commons

oppure

D – Delicious

Proseguiamo sulla lettera “D”. Semplicemente il più famoso, popolare e riconoscibile servizio di social bookmarking di sempre. Delicious si è pian piano affermato come il principale luogo virtuale dove depositare i link dei migliori articoli che ogni tanto ci capita di leggere, e spesso lo vediamo comparire a fine post o nei feedflare dei flussi RSS.
delicious

oppure

E – Evernote (tnx Luca)

Alla E un progettino davvero interessante. Compito di Evernote è quello di permetterti di tenere sotto controllo tutte le idee di cui hai bisogno. Disponibile in tre incarnazioni: web, desktop e mobile e dotato di uno dei motori di riconoscimento di testo e immagine più potenti che abbia mai visto in un servizio di questo livello.

evernote

F – FeedBurner

Di Feedburner abbiamo già parlato come del principale (nonché unico su piazza) servizio in grado di monitorare il rendimento dei tuoi flussi RSS in quanto a visitatori, reach, click e una vagonata di altre feature. Il recente passaggio ai server di Google ha smosso una situazione di calma fin troppo piatta che durava oramai da troppo tempo.
feedburner

oppure

G – GetClicky (tnx Luca)

Lo ammetto: GetClicky proprio non lo conoscevo. A giudicare dalla demo offerta sembra tuttavia un servizio decisamente interessante, anche se forse con meno “feeling” di altri (ma con più dati pronto uso a disposizione). Interessante soprattutto notare la lista di portali che ne fanno uso: Smashing Magazine, Mashable, BuySellAds e Wakoopa solo per citarne alcuni.

getclicky

oppure

H – Histats (tnx @francamenteWeb)

Histats, anche se forse ultimamente messo in ombra da servizi come Analytics o GetClicky, racchiude al suo interno tutto ciò che serve per monitorare con facilità gli accessi al tuo blog. La demo proposta può fugare ogni dubbio sulla sua praticità e precisione (anche qui in realtime). Non sottovalutatelo ingiustamente.

histats

I – Issuu (tnx Sheik)

Alla lettera “I” aggiungiamo Issuu, un social network focalizzato sulla condivisione e lettura di documenti (PDF ma non solo). Come consiglia Sheik, se sei un blogger e prevedi una qualche forma di condivisione settimanale dei tuoi post in formato sfogliabile, probabilmente ti tornerà davvero utile. A questo proposito la feature più interessante è probabilmente l’opzione SmartLook, che ti consente di esportare i documenti sul tuo spazio web in un paio di click e con uno stile unico.

issuu

oppure

  • Is.gd Personalmente il miglior servizio per accorciare un Link (tnx Julius)

J – Jaiku (tnx Maurizio)

J. Jaiku. Jaiku si potrebbe riassumere frettolosamente come l’ennesimo clone di Twitter. Quello che ci si perderebbe, però, è tutta la serie di piccole novità arrivate prima e dopo l’acquisizione da parte di Google. Jaiku permette di importare nel proprio flusso di Jaikus tutti i contenuti che generino un flusso RSS, così come commentare altri Jaikus dando il via a vere e proprie discussioni ordinate per thread. Senza parlare della possibilità di creare canali tematizzati inglobando più flussi Jaiku.

jaiku

K – Kwout (tnx Julius)

Finalmente arriva anche la lettera “K”. Kwout si definisce “a brilliant way to quote“. Ti permette di prelevare porzioni di immagine dai blog che desideri citare ed inserire queste stesse citazioni tramite uno snippet di codice generato al volo. Propone anche un bookmarklet per sveltire l’operazione e una serie di basilari API per sviluppatori (si integra con Evernote, vedi lettera “E”).

kwout

oppure

L – LLOOGG (tnx Maurizio)

LLOOGG si definisce la tua “web 2.0 tail -f access.log“. Ovvero, in termini più umani, un sistema per monitorare in real time gli accessi al tuo sito. Ancora in closed beta, credo che al momento si trovi in una fase di transizione dopo qualche down di troppo, paradossalmente per il rapido e inaspettato successo. Da tenere d’occhio.

lloogg

oppure

M – MyBlogLog

La widget con le faccine più famosa del web. MyBlogLog vive il sogno della piccola startup acquisita dal colosso Yahoo! ed è ora popolarissima tra le pagine di blog piccoli e grandi (vantando peraltro un discreto numero di imitazioni). In sostanza è un buon vecchio metodo per far sapere agli altri chi ti visita, e scoprire a tua volta contatti sempre nuovi.
mybloglog

oppure

N – NetVibes (tnx Felter Roberto)

NetVibes, il primo aggregatore di flussi RSS (e non solo) che mi sia capitato di usare, sin dalla primissima beta pubblica. Ti permette con una sola occhiata di monitorare più Feed RSS, caselle email, widget dei più polari social network e molte altre cosette sfiziose da non lasciarsi scappare.

netvibes

oppure

O – OkNotizie (tnx Maurizio)

In mancanza di un vero e proprio DIGG italiano, è OkNotizie a coprire il settore con maggiore efficacia. Semplicemente una tappa obbligata per chiunque decida di iniziare a condividere i propri post sul più popolare servizio di news sharing italiano.

oknotizie

P – PostRank

PostRank potrebbe rappresentare una valida alternativa a FeedBurner se solo rivelasse i suoi piani per il nuovo servizio (ancora in beta) che risponde al nome di Feed Analytics. Per ora rimane un ottimo e pratico tool per filtrare i tuoi flussi RSS e permetterti di leggere solo ciò che conta, sulla base di un complesso algoritmo che calcola il numero di reazioni dalle più disparate fonti su web. Ne abbiamo già parlato su “PostRank, e Del Perché Potrebbe Aiutarti a Fare Newsmastering“.
postrank

oppure

Q – Qumana (tnx @francamenteWeb)

Qumana, “Tools for blogger” come certamente avrai già adocchiato nell’immagine poco sotto. Qumana è principalmente un blog editor, in grado di interfacciarsi con le api dei più utilizzati CMS e servizi di blogging (da BlogSpot a WordPress, da LiveJournal a MovaBleType) per comporre i tuoi articoli senza passare dalla dashboard e in alcuni casi senza neppure essere online. Ma Qumana è anche QAds, un tool pensato per l’inserimento di ads direttamente nei post in maniera semi automatica, e che si lega a FireFox, IE e Windows Live Writer.

qumana

oppure

R – Reader (Google)

La lettera “R” spetta a Reader. Nel tempo ho avuto modo di provare diverse soluzioni per domare le numerose fonti RSS di cui faccio uso (credo anche tu sia nella mia stessa situazione). Dopo NetVibes e soluzioni desktop come Vienna, è stato Google Reader ad affermarsi come leader di praticità e performance. Con il recente restyle ha migliorato parecchio la propria resa e attualmente rappresenta il metodo più veloce per destreggiarsi tra numerose fonti di informazione.

google_reader

S – StumbleUpon

Semplicemente pura magia. StumbleUpon è forse il migliore dei tool per il blogger curioso. Un click sulla sua toolbar e si viene catapultati in una pagina casuale in linea con i propri interessi. Più lo utilizzi, più affina la precisione del risultato. Con tutti gli extra che ci si aspetterebbe da un social network degno di questo nome. Per chi non vuole mai rimanere a corto di ispirazioni.

stumbleupon

oppure

T – Twitter

Dopo un periodo iniziale pieno di alti e bassi (ora pienamente superato) Twitter oggi si può tranquillamente fregiare del titolo di più popolare servizio di microblogging esistente su piazza. Blog e mashup nascono ogni giorno riguardo al pennuto blu, non ultimo Twitip, di Darren Rowse.
twitter1

oppure

U – Upcoming (Yahoo!) (tnx Maurizio)

Lettera “U”. Upcoming si definisce una community per “scoprire e condividere eventi”. Al momento ospita una manciata di eventi per la mia città (Torino) e mi piacerebbe scoprire se anche per il panorama italiano si possa dire realizzato pienamente.

upcoming

V – Vcast (tnx Felter Roberto)

Vcast sembra all’apparenza il solito clone di YouTube e Vimeo, utile come prevedibile per sbirciare tra i video più popolari della rete sfruttando canali e filtri. Ha però una particolarità che lo rende unico: tramite quella che viene definita Faucet VPR ti permette di registrare online le più famose emittenti televisive (in chiaro) e di riceverne la registrazione tramite RSS.

vcast

oppure

W – WordPress

Alla “W” non poteva che esserci lui, il principale motivo per cui quello che sto scrivendo arriva fino al tuo monitor dopo una serie neanche tanto banale di operazioni traverse. WordPress è al momento uno tra i Content Management System più utilizzati sul web da blogger grandi e piccoli. E’ estremamente scalabile come performance, è una favola da personalizzare e per di più è completamente Open Source.
wordpress_org

oppure

X – Xanga (tnx @napolux)

Xanga è una prolifica blogging community. Anche se piuttosto misconosciuta dalle nostre parti, Xanga è riuscita a mantenere alto l’interesse nei suoi confronti sin dal lontano 1999 in cui venne fondata. Un’ottimo esempio di come meccaniche essenziali e un pizzico di giuste idee possano fare molto.

xanga

Y – Youtube

Forse non sarà il primo servizio che vorrai associare alla lettera “Y”, ma YouTube comincerà a solleticare la tua fantasia quando il tuo blog sarà sufficientemente rodato (o tu avrai il tempo) per lanciare dei veri e propri videopost. I tempi sono maturi, come diceva Tagliaerbe, non fosse altro che nell’italica blogosfera ancora in pochi ci si sono gettati (al contrario di colossi come Daniel Scocco, Problogger, ShoeMoney che già da anni coprono questa possibilità con frequenza più o meno regolare).
youtube

oppure

Z – Zemanta

Zemanta è un tool “a doppio senso “che ti permette di ripubblicare (citando e rielaborando, naturalmente) post provenienti da altri blog e di trovare in contemporanea fonti e citazioni in linea con l’argomento. Si integra con praticamente ogni CMS, con Firefox e con i social network più famosi (non ultimo proprio il sopracitato MyBlogLog).
zemanta

Manca ancora qualcosa!

Come avrai certamente notato, alcune posizioni sono incomplete.

Mi piacerebbe davvero conoscere la tua opinione sui tool indispensabili ad un neo blogger per iniziare alla grande. Indicameli nei commenti e provvederò ad ampliare la lista! ;)

Twitter addicted? Usa questo tweet per spargere la voce ai tuoi followers!

Commento @gavello per completare la lista dalla a alla z del blogging! Retweet http://xr.com/blogging-a-z

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

48 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. Sheik ha detto:

    alla lettera I io metterei Issuu, è un servizio che consente di mostrare i propri PDF in un modo accattivante da sfogliare. È l’ideale per coloro che a fine settimana pubblicano un magazine riassuntivo. Oltre a scaricarlo possono dare la possibilità di sfogliarlo e di leggerlo. Inoltre tiene traccia dei lettori, quindi non si perde nulla nelle statistiche.

    Rispondi
  2. Luca ha detto:

    E – Evernote
    G – GetClicky
    L – Last.fm

    Possono andare? :)

    Rispondi
  3. Francesco Gavello ha detto:

    @Sheik: Interessante! Non lo conoscevo affatto e come feeling mi ricorda una vecchia app per OS X che svolgeva più o meno lo stesso compito in locale (ovviamente ridotta alla pura consultazione).

    Aggiunto!

    Rispondi
  4. Francesco Gavello ha detto:

    @Maurizio: Inserite anche le tue segnalazioni Maurizio, grazie ;)

    Tra parentesi spero che LLOOGG torni presto a brillare perché era un progettino interessante…

    Rispondi
  5. David La Tache ha detto:

    G – Gravatar
    T – Technorati

    Rispondi
  6. vocalizzorotante ha detto:

    Non si tratta solo di “partire alla grande” ma di divertirsi come matti!
    Io per esempio Twitter e FriendFeed li uso proprio per divertimento. Sfiziosissimi (e più di una volta anche fonte di ispirazione) :-D

    Alla H ti segnalo ACCAlappialettori!
    ahahahahah

    buona giornata a tutti

    Rispondi
  7. Felter Roberto ha detto:

    Per la N direi, prima di tutti http://www.netvibes.com, poi due servizi come http://www.naymz.com/ e http://nouri.sh/

    Per la V invece assolutamente http://www.vcast.it oppure http://www.viadeo.com

    Lo so, sono il solito esagerato.

    Rispondi
  8. Non capisco perchè nessuno lascia il link a wordpress nonostante lo utilizzi, poi si scrivono contenuti utlizzando questa piattaforma o altre e magari guadagnandoci anche sopra. Lo trovo veramente poco professionale, in particolare se lo fa chi offre servizi professionali ed effettua lavori su progetti open source.

    Scusami ma lo sto dicendo a molti e dovevi farlo anche con te, è doverosa come critica.

    Rispondi
  9. EmaWebDesign ha detto:

    Aggiungerei Technorati, Flickr e penso che anche Facebook sia utile per condividere e promuovere i propri posts.

    Rispondi
  10. Francesco Gavello ha detto:

    @TutorialGratuiti.com: Sinceramente non credo di aver mai fatto mistero di utilizzare WordPress o di mancare in un qualche senso di rispetto all’ottimo lavoro del suo team.

    Tuttavia riconosco che un link non costa nulla e se può portare un po’ di visibilità in più a questo fantastico CMS, ben venga.

    Perciò: grazie del suggerimento, link inserito ;)

    Rispondi
  11. Francesco Gavello ha detto:

    @Luca & @David La Tache: aggiunte anche le vostre segnalazioni :)

    Rispondi
  12. Ciao Francesco,
    veramente il mio non è era un suggerimento, ed il discorso non è che stai facendo tu un favore a wordpress, è la regola di utilizzo che prevede che il link ci debba essere, come per tutti gli altri cms, solo che tanti lo tolgono nonostante abbiamo avuto molti vantaggi ad utilizzarlo, questo criticavo e combatto da anni in quanto i miei portali sono tutti su creative commons, il contenuto è completamente gratuito ed il grazie lo devo dire a cms come joomla e wordpress che mi permettono di tenere in piedi la struttura del mio network. Non tutti fanno questa considerazione e tolgono i link ai siti che gli permettono di avere queste piattaforme, siano essi directory, forum, blog, template, plugin, se ci riescono tolgono i link a tutti. E’ decisamente ingiusta come cosa perchè molti come me ci lavorano, tutto gratis, passano mesi se non anni a sistemare ed aggiornare questi supporti e poi girando vedono persone che ne fanno uso e invece di ringraziarli quanto meno con il link , si appropriano dell’applicativo come se avessero passato loro anni per farlo….
    TUTTO qui…. Grazie cmq per averlo rimesso al suo posto, è il minimo che puoi fare visto che lo utilizzi.

    Ciao
    Carmine Picariello

    Rispondi
  13. maurizio ha detto:

    @francesco, siamo lieti di comunicarle che il suo sito è stato selezionato per vincere un nuovo troll. congraturazioni!!!

    @carmine, ti posso chiedere di indicarmi file e riga dove è indicata la “regola di utilizzo che prevede che il link ci debba essere”. grazie.

    Rispondi
  14. Sheik ha detto:

    @maurizio, eh si davvero un patetico tentativo di portarsi a casa qualche visita scatenando un inutile polemica…. che tra l’altro, non per dire, ma nemmeno lui espone il link a WP sul suo blog!
    tho guarda! il bue che dice cornuto all’asino…

    P.S. Fra, non intendevo dire che sei un asino, eh!

    Rispondi
  15. Maurizio, stai scherzando spero, e’un prodotto creative commons e gia’ questo non ti permette di modificare il link in quanto e di libero utilizzo, di libera modifica ma non modificabile nei link degli autori e creatori del progetto a meno che non sia una creative commons commerciale per cui ci paghi i diritti e la usi come meglio credi, non mi sembra il caso di wordpress. Cmq vedo che hai capito di cosa parlo vista la semplicita’ della tua domanda, in pratica tutti credete che vi debba essere una regola e nessuno lo fa perchè è un dovere farlo visto che usano un prodotto creative commons, siamo in Italia purtroppo per cui molto indietro anche verso il concetto di open source, questo ovviamente non vale per la notevole e numerosa community che partecipa ai progetti open source e poi gli tocca leggere frasi come questa.

    Sai a volte mi chiedo chi me lo fa fare per quello che leggo in giro ma poi mi arrivano altre 500 email che mi ringraziano per il plugin, per il tema, per un applicativo e altro e allora continuo…

    Ciao
    Carmine Picariello

    Rispondi
  16. Sheik, se vuoi avere i dati del mio netwok, guarda i canali nel sito, oppure cerca con google le parole Tutorial Gratuiti dove sono primo da oltre due anni con il mio portale informatico (page rank 5 ), se cercavo pubblicita’ per i miei siti non la venivo a cercare qui, con tutto il rispetto per Francesco Gavello ed il suo blog ovviamente.

    Il mio network conta 30 mila visitatori unici e non mi serve pubblicizzarlo, basta che cerchi anche il mio nome su google per capirlo, perchè dovete sempre pensare male delle persone?

    Per il link a WordPress guarda bene nella barra dei siti amici a destra, lo ho tolto da giu e lo ho messo addirittura su nei siti amici. Ovviamente sarei un pazzo a dire una cosa così e poi non farlo io in primis su questo hai ragione pienamente visto che ci sono molti pazzi in giro….

    Rispondi
  17. Sheik ha detto:

    ohhh che distratto! guarda caso quando prima ho aperto la tua pagina e ho fatto cerca non trovava nulla, ma ora casualmente dopo che te l’ho segnalato c’è. sono davvero sbadato, dovrei fare più attenzione^^

    il fatto che tu abbia delle buone visite non significa che non cerchi di aumentarle. perchè, fammi capire, se non è così, allora come mai postare un commento OT quando avresti potuto scrivere una mail in privato all’amministratore segnalando la cosa?

    comunque mi complimento per essere il secondo (perchè il primo in realtà non è il sito in se ma quello dell’autore, che poi sarai sempre tu immagino) su google con il nome del tuo sito… deve essere stato molto difficile. congratulazioni anche per essere riuscito a metterlo nel discorso, forse racimoli qualche visita in più!

    Rispondi
  18. maurizio ha detto:

    @carmine,
    scusa se faccio il precisino ma la licenza di wordpress è GPL (http://wordpress.org/about/gpl/) e NON creative commons.

    detto questo siamo tutti d’accordo con il fatto che sia cosa buona e giusta dedicargli un link ma che sia una “la regola di utilizzo” (imho) non mi risulta.

    flame rulez!!!

    Rispondi
  19. @Ok Maurizio, ti assicuro che non volevo farne una polemica, anche perche la licenza che dici tu ha gli stessi principi del ccl.

    @Sheik, guarda che io ti ho detto di guardare i canali e poi se ti ho parlato di portale informatico è proprio per questo, non è quello in seconda posizione ma quello in prima. Poi sei libero di pensare quello che vuoi io ti garantisco che in tutti e 15 i miei portali ci stanno i link anche in più occasioni e parti per quanto detto prima, io non posso fare altro che ringraziarli per i software che ci mettono a disposizione. GPL o CCL non cambia nulla, almeno per la community, poi ad avere il tempo si può andare a spulciare nel file in lingua inglese e vedrete che da qualche parte ci sta specificato che bisogna lasciare il link altrimenti ci siamo ammattiti tutti?

    Buon proseguimento.
    Carmine

    Rispondi
  20. Francesco Gavello ha detto:

    Tornando un attimo in topic (la questione comunque è interessante al di là del flame o non flame)… :)

    @EmaWebdesign: In lista!
    @Felter Roberto: Nourish e Vcast sono fantastici, grazie! :P

    Rispondi
  21. Felter Roberto ha detto:

    @tutorialgratuiti.com non capisco la tua prima osservazione, visto che Francesco, nel footer del suo blog, il link a WordPress, usandolo, l’ha messo. Nell’articolo con credo cambi molto metterlo per “dovere” nei confronti di WordPress, al limite in aiuto ai suoi lettori che non dovessero conoscerlo.
    In quanto al tuo sito, che premetto non ho visitato, se hai messo il link nei siti amici e non nel footer, non hai fatto un grosso favore a WordPress, in quanto un conto è dire, tutto questo sta in piedi grazie a WordPress (scrivendolo chiaramente nel footer del tuo sito) e un conto è dire “mi piace”.
    Tantè che io, come tanta altra gente, per sapere se un sito è in wordpress, vado a leggere il footer, non certo a guardare nel blogroll.
    Non è solo il link che da valore ad una cosa.

    Rispondi
  22. Francesco Gavello ha detto:

    @Felter: Quella che Carmine lamentava era la mancanza di un link proprio nel footer, che come scrivevo ho provveduto ad inserire ben volentieri.

    Con il senno di poi credo anch’io sia una cosa tanto semplice da fare quanto “dovuta”.

    Dovuta ma non necessariamente obbligatoria, secondo alcuni.
    Quello che appunto mi lascia un po’ interdetto, e che credo renda la questione non così limpida è che molti dei portali tutt’ora presenti nello showcase di wordpress.org (questo, per capirsi) non presentano alcun tipo di credits.

    Rispondi
  23. ValerioVillari ha detto:

    57.000.000 di dollari americani i numeri relativi al guadagno annuale dell’OpenSource Worpdress!!!
    Noi ci lavoriamo e la ringraziamo ma si alimenta….e come se si alimenta e non di link…..!!!

    Complimenti per la lista Francesco, stai facendo un’ottimo lavoro!

    Alla prossima!

    Rispondi
  24. iboi ha detto:

    Un post FANTASTICO!!!
    Come al solito non conosco la metà dei siti che utilizzate da secoli, ad esempio Stumbleupon lo conosco da un mesetto. Mi toccherà studiare!!!
    Ciaooooo e continua cosi!
    Certo se il mio blog avesse una rubrica sui post piu interessanti della settimana, ci saresti sicuro!!

    Rispondi
  25. Nikopolidis ha detto:

    Questo post è meglio di Multicentrum! (dalla A allo Zinco!) ;)

    Rispondi
  26. Julius ha detto:

    Articolo davvero interessante, ecco le mie proposte

    A – Addthis Social Bookmark Generator

    B – Buddypress Piattaforma WordPress MU Social Network

    D – Disqus Sistema di implementazione commenti

    F – Fairshare FeedRss che ti aggiorna su chi usa il Tuo Feed

    I – Is.gd Personalmente il miglior servizio per accorciare un Link

    L – lijit Potente applicazione per potenziare il campo di ricerca di un blog

    M – Mloovi Tradurre il proprio Feed RSS in 24 lingue

    P – Postli Social Button

    P – Plurk La Tua vita 2.0 su una linea temporale

    Rispondi
  27. Francesco Gavello ha detto:

    @Julius: Scrib scrib… Ottime proposte ;)

    Rispondi
  28. [...] Dalla A alla Z, Servizi Web Per Il Tuo Blog Sei un Blogger? Allora non puoi farti scappare i Migliori Servizi dalla A alla Z per gestire al meglio il Tuo Blog [...]

    Rispondi
  29. [...] Francesco Gavello ci segnala una serie di strumenti per usare al meglio il nostro blog, dalla A alla Z. [...]

    Rispondi
  30. Confronta ADSL ha detto:

    Wow! Post fantastico!
    Da “deliciousizzare” e rileggere con calma e attenzione… grazie mille :)

    Rispondi
  31. Christian ha detto:

    Quanti servizi interessanti! Non credo avrò mai il tempo però di poterli visitare tutti. Qualcuno potrebbe inventare qualcosa che ferma le lancette? :-D

    Rispondi
  32. [...] raccolta di risorse per Webv Designers è stata ispirata dall’articolo Servizi Web Per Il Tuo Blog dalla A alla Z dell’amico Francesco Gavello Condividi [...]

    Rispondi
  33. Link2me ha detto:

    Questa va nei preferiti!

    Rispondi
  34. Christian ha detto:

    Per l’analytics consiglio anche Koego, http://www.koego.com, che offre statistiche e reportistica interessanti.

    Rispondi
  35. Francesco Gavello ha detto:

    @Christian: ottimo, aggiunto! :)

    Rispondi
  36. [...] collaborativi. Se hai letto la recente lista di risorse per blogger dalla A alla Z, sai già di cosa sto parlando. Il vantaggio duplice di post di questo tipo è che non richiedono [...]

    Rispondi
  37. Famba ha detto:

    Questo è un vangelo O_O
    Una lista davvero preziosa con link di altissima qualità, grazie mille!!

    Rispondi
  38. Blog ha detto:

    Io metterei anche liquida che oltre ad essere in italiano è un potente aggregatore seo friendly!

    Rispondi
  39. Andrea ha detto:

    Ciao Francesco. Io ci metterei anche Google Friend Connect, sempre più in espansione. :)

    Rispondi
  40. Andrea ha detto:

    Mi sono venuti in mente altri due servizi: Diggita, aggregatore di news simile a OkNotizie e secondo in Italia per numero di utenti, e ShinyStat, contatore di visite che accompagna la blogosfera già dai puoi primi vagiti. :)

    Rispondi
  41. Brunella ha detto:

    Gran bel lavoro, di servizio.
    Grazie

    Essendo il post di nov 2009, dico che almeno per la mia esperienza a luglio 2010 Liquida porta un buon traffico targhettizato, molto più di altri competitor in apparenza uguali. Diggita è come se non partisse mai.
    Ribadisco: nella mia esperienza.

    Rispondi
    • Francesco Gavello ha detto:

      Diggita, così come una buona fetta degli altri aggregatori più conosciuti, possono imho essere persino controproducenti per i blog appena avviati. A causa di un maggiore “trust” dell’aggregatore sovente si viene scalzati nelle posizioni in SERP anche per la precisa serie di keyword che compongono il titolo del post.

      E soprattutto quando si è agli inizi, la differenza tra la prima e la seconda-quarta posizione può essere rilevante.

      Liquida l’ho seguito sin dagli inizi e condivido il tuo parere. ;)

      Rispondi
  42. youtube ha detto:

    Volevo segnalare che Delicious ha chiuso.
    Diggita, però, è uno dei pochi aggregatori di un certo peso ad avere link dofollow a differenza di wikio e oknotizie.
    Vero comunque che può entrare in competizione con il vostro post ma ricordate che ha un link verso di voi, quindi, anche se vi supera vi manda comunque visite.

    Rispondi
  43. offerte ADSL ha detto:

    Non lo conoscevo, mi ricorda una vecchia app per OS X che svolgeva più o meno lo stesso compito in locale

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!