9 Errori che Non Vorrai Ripetere Quest’anno

Circolo vizioso o miglioramento progressivo?

scritto da Francesco Gavello [+] il 03 gennaio 2011 | 10 Commenti in: Blogging Tips | Trending Topic

Di errori, legati ai blog, abbiamo parlato altre volte.

Di quelli compiuti da noi stessi (io per primo) e di quelli compiuti da altri, che ci lasciano spesso con l’amaro in bocca.

Con il nuovo anno intento a scaldare i motori (e tirando le somme di quanto detto sin’ora) si può dire quindi che esista una serie di “errori comuni” da evitare a tutti i costi. Attività, approcci e piccoli dettagli che potranno condizionare di molto la resa del tuo blog durante quest’anno.

Perché non rimediare almeno ad alcuni di essi? ;)

1. Non usare immagini

Non solo un semplice accessorio agli articoli, le immagini sono un chiaro invito a scansionare più a fondo i tuoi contenuti. Alleggeriscono il peso dei paragrafi, guidano l’occhio comunicando in maniera trasversale e (aspetto da non sottovalutare) finiscono per essere parte del tuo layout più che dei soli post.

Per una manciata di crediti puoi trovare dell’ottimo materiale (anche concettuale) su iStockPhoto. Altre ottime risorse non mancano per chi dispone di più tempo.

2. Non pianificare in anticipo

Se desideri che il tuo progetto -piccolo o grande- abbia successo, devi iniziare a pensare a lungo termine.

C’è chi dice: “avere un piano B distrae dal piano A”; tuttavia pensare a strategie di uscita o ipotizzare il peggiore dei casi possibili ti aiuterà a sviluppare qualcosa di estremamente solido ed efficace. Pianifica in anticipo, perché un obiettivo senza una strategia a medio/lungo termine non è altro che …un mero desiderio.

3. Ignorare la grammatica

Non mi stancherò mai di ripeterlo. Non che si tratti di voler bacchettare a tutti i costi (qui di errori se ne fanno sicuramente, altroché), è solo che con i correttori ortografici praticamente integrati in browser e text editor, le uniche cose che dovrebbero scappare sarebbero i congiuntivi e poco altro.

Eppure ancora in molti scrivono (troppo) di getto, ignorando le più basilari regole grammaticali e non rileggendo a mente fredda neanche una singola volta, minando l’efficacia di un buon post e nascondendola dietro apostrofi mancati e palate di “è” senza accento.

4. Non distribuire feed RSS completi

Non c’è davvero più nessun motivo per evitare di distribuire i tuoi contenuti in forma completa attraverso i feed RSS. Personalmente credo che la community di lettori che mi segue attraverso questo canale sia la più solida in assoluto (e intendo quella che commenta, interagisce, apporta contenuti di valore a queste pagine).

Preoccupato delle mancate pageviews o dei possibili “furti” di contenuto? Chiediti quanto questi aspetti valgano la possibilità di costruire un rapporto solido con la tua (e soltanto tua) community.

5. Non rispondere ai commenti

Spesso si distinguono due categorie di blogger: coloro che rispondono ad ogni commento e coloro che, cascasse il mondo, non rispondono mai.

Nel migliore dei casi (e con infinito tempo) dovresti trovare il modo di alimentare la discussione attraverso i commenti con la stessa cura con il quale hai confezionato il tuo post. Realisticamente, potrebbe essere sufficiente rispondere almeno a tutti i commenti che ti tirano direttamente in causa e cercare di alimentare di tanto in tanto la discussione tra lettore-lettore.

6. Non scrivere i tuoi post “a frammenti”

Scrivi molto, moltissimo. Scrivi così tante bozze da arrivare a fermare ogni frammento di idea per riprenderlo in mano a distanza di mesi. Riempi questi “frammenti”, queste bozze, di tanto in tanto e componi così i tuoi post più lunghi e riflessivi senza importi strenue -quanto improduttive- tirate creative.

Scrivere “a frammento” è una delle cose che ho imparato in tutti questi anni. Ferma ogni singola idea perché tra dieci minuti non sarai più in grado di ritrovarla. Fallo (e ripetilo ogni giorno) e avrai la tua fonte inesauribile di post.

7. Non lasciare riposare i tuoi post

Il segreto per scrivere contenuti incredibilmente efficaci? Lasciarli riposare per almeno 24 ore. E poi correggere strafalcioni, imprecisioni, pensieri sconnessi.

8. Leggere troppo, creare troppo poco

Sai una cosa? Non diventi un meccanico provetto guardando tutto il giorno la Ferrari in tv stravaccato sul divano. Lo diventi passando le tue giornate in garage o con la testa infilata in un motore.

Allo stesso modo, se vuoi costruire un blog di successo dovresti eliminare dalla mente ragionamenti del tipo “leggo tutto, leggo sempre e forse un giorno…”.

Smettila di leggere ogni singolo blog che parli di blogging sulla faccia della blogosfera e comincia a sperimentare. Tieniti vicine le tue fonti migliori e studia, applica, modifica e ricomincia da capo.

9. Scrivere troppo, scrivere male

C’è chi dice che la blogosfera non se la stia passando troppo bene. Sempre più blog, sempre meno “interazione” (rubata dai social, dicono).

Beh, quale che sia la realtà, fregatene. Se c’è una cosa in grado di rendere scintillante la blosofera sono i post e le idee che ogni singolo blogger sarà in grado di riversare in essa. Non inseguire i 7 post alla settimana. Non inseguire neanche i 5 (post alla settimana) se non ti senti naturalmente incline a farlo.

Scrivi quando vuoi e non scrivere quando non hai idea di cosa parlare.
Scrivi poco, ma bene.
Scrivi per i tuoi lettori. :)

E ancora, se ce ne fosse bisogno, buon anno!

Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

10 Commenti

Update 12/02/2012: Il Regolamento Commenti è cambiato! Leggi ciò che serve sapere!

  1. xma001 ha detto:

    Ciao, è molto che leggo il tuo blog, ma non ricordo di aver mai commentato. Oggi mi sento in vena di commentare, sarà che sono ancora in ferie sarà che siamo all’inizio di un nuovo anno…o sarà semplicemente il post. Fatto sta che questo post può che essere considerato una Todo List per l’anno nuovo, che dire grazie per i tuoi post sempre così “veri”.

    buona gioranta e buon anno!
    xma001

    Rispondi
  2. Alfredo Bertagna ha detto:

    Questo è uno di quei post che mi segno tra i preferiti !
    La prima cosa che ho fatto è rivedere le impostazioni dei RSS perché non mi ricordavo se avevo impostato su “completo”.
    Ma anche per tutto il resto sopratutto per i “frammenti” da appuntare al volo.

    Grazie per quanto scrivi !

    Rispondi
  3. Elena ha detto:

    Post molto interessante.
    Un’unica osservazione sui feed:purtroppo io avevo impostato i feed completi e più di un aggregatore mi copiava di sana pianta tutti gli articoli senza nominare la fonte con il risultato di bloccare completamente l’indicizzazione e far declassare sempre di più il mio blog e scomparire dal motore di ricerca con visite praticamente a zero.
    Ho dovuto impostare i feed con il riassunto e utilizzare un plugin per inserire il link al mio sito all’inizio e alla fine di ogni feed e ancora non si è risolta la cosa.

    Rispondi
  4. Antonio ha detto:

    Ciao Francesco, il tuo post è molto interessante. A volte alcune cose possono sembrare banali, ma in realtà leggendo questi piccoli accorgimenti, ho riconosciuto alcune mie abitudini, come quella di leggere molti post, non trovando il tempo per scrivere i miei. Complimenti e buon 2011 anche a te!

    Rispondi
  5. iPaddisti ha detto:

    Ciao Francesco, come al solito complimenti per l’articolo. Sono uno di quei lettori che ti seguono molto e commentano poco (più che altro per mancanza di tempo).

    Non sono del tutto convinto sul discorso dei feed RSS, vedo che anche molti blog importanti non forniscono il feed completo. Ormai è pieno di aggregatori, molti dei quali prelevano gli articoli senza citare la fonte (alcuni rimuovono anche le ultime righe del post per bypassare l’RSS footer contenente il link!).

    Non è un rischio troppo grande per i filtri antiduplicazione di Google?

    Rispondi
  6. DigitalMary ha detto:

    Molto piacevole la lettura del tuo blog, hai un modo di scrivere molto chiaro che risulta di appeal. In questo post lo spunto che ho ricevuto è stato quello della scrittura a frammenti, sono d’accordo con te, non ci avevo mai riflettuto tanto.

    Rispondi
  7. Michele ha detto:

    Ciao Francesco e piacere di conoscerti,
    credo che questa puntualizzazione scritta a inizio anno sia stata molto utile a tutti noi.
    Noi che ci crediamo.
    Che abbiamo un progetto per la vita.
    Chi la dura la vince cavolo!
    Teniamoci in contatto e cerchiamo di interagire in questa community che ci mette a disposizione tanti consigli da chi se ne intende e fa il “meccanico” tutti i giorni.

    Rispondi
  8. Guido Comin ha detto:

    Salve!!

    Ho trovato solo stasera questa miniera di preziosissime informazioni e mi sento di doverti subito ringraziare per tutto ciò che già mi hai insegnato.

    Da pochi mesi, ho creato un blog di poesia, che voleva essere un primo passo verso la pubblicazione cartacea, ma che ora scopro avere una vita e una ragione di esistere tutte sue. Imparo stasera anche un’altra cosa importante: che, senza saperlo, ho probabilmente preso la strada giusta per preparare l’uscita del libro!

    Grazie ancora e auguri per un eccellente 2011!

    Guid:o)

    Rispondi
  9. quadrrato ha detto:

    Salve,
    grazie al tuo post capisco di dover migliorare sui punti 6 e 9.
    Praticamente facevo il contrario.
    Infatti pensavo sempre che scrivere tutto d’un fiato era la cosa ideale da fare.
    Quindi se iniziavo a scrivere e per qualche ragione non riuscivo a completare, quasi sempre dopo un pò di tempo eliminavo il tutto!
    Inoltre, riguardo al punto 9 è consuetudine leggere sui vari blog, che scrivere dai 4 ai 6 post alla settimana è quasi un obbligo. Fortunatamente non è!
    Grazie per il post! ^__^
    Saluti, Quadrrato

    Rispondi
  10. youtube ha detto:

    Tutti ottimi accorgimenti per scrivere un blog di qualità: concordo.

    Rispondi

Lascia un commento

Anteprima commentatore

Personalizza il tuo avatar!
Vai su gravatar.com e carica quello che preferisci!

I commenti sono modificabili entro 5 minuti dal loro inserimento.
Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Solo i commenti firmati con un nome saranno accettati. Leggi il Regolamento Commenti!